Home Evidenza La Asrem rassicura: il pronto soccorso di Agnone non è a rischio
Evidenza - 29 Aprile 2013

La Asrem rassicura: il pronto soccorso di Agnone non è a rischio

Nessun rischio per il pronto soccorso di Agnone. Il servizio è stato sempre assicurato e continuerà a essere garantito dal personale interno al Caracciolo e da quello in servizio al 118. La precisazione arriva direttamente dalla Asrem, dopo le voci circolate negli ultimi giorni a proposito della convenzione scaduta con Molise Emergenza. Questa società – fanno sapere dall’azienda sanitaria – svolge un servizio socio assistenziale, tra l’altro avvalendosi di volontari. In parole povere si occupa del trasferimento di pazienti da un ospedale all’altro, oppure del trasporto di dializzati, ma l’emergenza vera e propria è garantita dal personale interno al presidio ospedaliero altomolisano. In ogni caso si sta lavorando all’ipotesi di rinnovo dell’accordo. Nessuna preoccupazione, dunque, per il pronto soccorso: i cittadini altomolisani possono stare tranquilli. Del resto anche Giuseppe Attademo, nella doppia veste di medico dell’ospedale e di amminsitratore comunale in una dichiarazione rilasciata ad altomolise.net è stato rassicurante: “La scadenza della convenzione – ha detto – non avrà alcuna ripercussione sul servizio di pronto soccorso, né su quello del 118. La convenzione riguarda solo il personale di supporto, ossia i portantini, non quello sanitario”. A questo punto gli unici dubbi sul pronto soccorso di Agnone riguardano soltanto il nuovo piano sanitario. Il riconoscimento di “ospedale di montagna in zona disagiata” dovrebbe mettere al riparo da brutte sorprese, ma il sindaco Michele Carosella e i cittadini vogliono capire in che modo sarà organizzato il servizio dell’emergenza, oltre che il laboratorio analisi e la rete di radiologia. L’obiettivo del ricorso al Tar da parte del comune di Agnone e dei paesi dell’hinterland è proprio questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid, i guariti superano i nuovi positivi. I contagi sono 60 su 655 tamponi. Ancora vittime

Per la prima volta, dall’inizio della pandemia, il numero dei guariti supera quello dei nu…