Stop alle cartelle di Equitalia sulle multe fatte con l’autovelox di Cantalupo. Lo chiede il segretario del sindacato Csa/Fiadel, Feliciantonio di Schiavi. Che invita i cittadinia  presentare ricorso contro le richieste di pagamento da parte del Comune:  “Equitalia – afferma – continua ad inviare a tutti quei cittadini che nell’anno 2011 vennero colpiti dall’Autovelox posto dalla Polizia Municipale di Cantalupo nel Sannio lungola SS.17 per Campobasso, le Cartelle di Pagamento relative ai verbali non pagati e non opposti.    Questo Sindacato ha chiesto agli organi competenti ed in particolare al Comune di Cantalupo, di revocare/annullare quelle Cartelle di Pagamento e cessare la emissione delle successive, perché come risulta agli atti della Prefettura e del Comune predetto, i verbali ai quali esse afferiscono, sono stati elevati dalla Polizia Municipale illegittimamente e quindi, se sono illegittimi i verbali, sono automaticamente illegittime anche le Cartelle di Pagamento. Nessuno ci ha risposto su questo punto e la emissione delle Cartelle di Pagamento, purtroppo continua. I cittadini colpiti da tale ingiusto provvedimento, però, è bene che propongano ricorso avverso le Cartelle di Pagamento e questo va fatto subito, ovvero nel termine perentorio di giorni 30 (trenta) dalla data di notifica delle Cartelle. Questo Sindacato rimane a completa disposizione per fornire la consulenza necessaria ed ha predisposto anche apposito modulo per fare ricorso.   Pertanto chi vuole può rivolgersi alla nostra sede di Isernia via XXIV maggio, n. 65 Tel3683267134”.

Potrebbe interessanti anche:

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiare

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiar…