Bifernina bloccata per diverse ore questa mattina, dove poco dopo le 5 nei pressi del bivio per Palata si è ribaltato un tir carico di polli. Il mezzo ha sbandato all’improvviso, sfondando il guardrail, mettendosi di traverso sulla carreggiata e bloccando entrambi i sensi di marcia. Lo scontro con la barriera metallica ha fatto volare giù dal mezzo le casse piene di polli, quasi cinquemila, che hanno invaso la strada. Molti esemplari con l’impatto sono morti, altri sono rimasti feriti e altri ancora provavano a volare via. Una scena quasi da apocalisse, quella che si sono trovati davanti i soccorritori. Piume, carcasse e e resti di cassette erano sparsi per tutta la carreggiata. L’autista non è ferito gravemente ed era partito da Tufara per raggiungere Mosciano Sant’Angelo in provincia di Teramo, dove il carico di polli era atteso per il macello. Sul posto carabinieri e polizia alle prese con la circolazione in tilt e lunghissime code di auto. La statale è stata chiusa per diverse ore e riaperta solo intorno alle 8. Ma un altro incidente, altrettanto spettacolare ha impegnato le forze dell’ordine nelle prime ore della giornata, ma in A14 all’altezza di Vasto, dove il pullman delle Ferrovie del Gargano, partito da Termoli alle 7,20 e diretto a Roma, ha preso fuoco mentre era in viaggio. All’improvviso le fiamme si sono alzate dal vano motore e l’autista ha fatto appena in tempo a fermare il mezzo e a far scendere tutti i passeggeri che il fuoco ha divorato l’autobus. Dunque nessun ferito ma solo tanto spavento e quando i vigili del fuoco di Termoli e Vasto sono arrivati, del pullman era rimasto solo uno scheletro annerito. Anche in autostrada lunghissime code e disagi alla circolazione rimasta bloccata per ore.

Potrebbe interessanti anche:

Giuseppe Iaciofano, molisano d’origine lancia il suo brand: “Ero una drag queen. Ora vivo di moda a Londra”

Giuseppe Iaciofano parla oggi della sua vita e del suo percorso professionale costellato n…