di Manuela Iorio

Buone notizie per il porto turistico di Campomarino che dal 2001 deve essere ancora completato. Solo qualche settimana fa la Lega Navale chiedeva all’Amministrazione comunale che fine aveva fatto il bando per affidare la struttura a un privato. Ebbene il bando europeo, per cui ci è voluta una attenta e meticolosa preparazione, è stato pubblicato il 2 aprile sulla Gazzetta Ufficiale. Entro sei mesi chi è interessato a rilanciare e a investire risorse fresche nella struttura potrà presentare domanda e se tutto va per il verso giusto per l’estate del 2014 il porticciolo avrà un nuovo gestore. Al momento lo scalo è sotto il controllo del Comune in seguito allo scioglimento della Saknderbeg avviata dall’Amministrazione Cammilleri. Il bando ora permette anche di accedere ai tre milioni e mezzo di euro fermi in Regione ormai da un decennio e che sono vincolati proprio al subentro di un partner privato che dovrà investire cinque milioni di euro. “Da quando ci siamo insediati abbiamo sempre lavorato per rilanciare la struttura e la pubblicazione del bando è una risposta in tal senso. Ci auguriamo che nonostante la crisi del settore nautico ci sia qualcuno pronto acredere nelle potenzialità di questo porto turistico” ha commentato il sindaco Gianfranco Cammilleri.  Oggi lo scalo ospita 100 imbarcazioni ma con il completamento sono previste dai 500 ai 700 posti barca

Potrebbe interessanti anche:

Assessora e membro di ‘Azione’: Leda Ruggiero “congela” la partecipazione al partito

Assessora e membro di Azione: due cariche incomptabili? Sulla questione fa luce la diretta…