Home Evidenza Economia, appello della Rete microfinanziaria dei Comuni al presidente Frattura
Evidenza - 31 Marzo 2013

Economia, appello della Rete microfinanziaria dei Comuni al presidente Frattura

Pubblichiamo una lettera delle rete microfinanziaria dei Comuni (Venafro capofila), ideata per dare sostegno alle piccole imprese. La lettere è indirizzata al presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura e al suo esecutivo: “La Rete Microfinanziaria dei comuni molisani, sorta dopo un non faticoso percorso, è una grande opportunità perché  la regione Molise utilizzi al meglio le risorse europee. Nella vicina regione Campania il modello del “Microcredito” ha dato risultati straordinari con oltre 400 progetti che sono serviti per la nascita o l’ampliamento di microimprese. Sono sorte botteghe artigiane, associazioni no profit con il coinvolgimento di tantissimi giovani che soni riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro. Pregiatissimo Governatore del Molise, faccia in modo che il Molise possa seguire l’esempio della Campania.  La Finmolise, grazie all’interessamento e all’azione caparbia e mirata dell’ex Presidente, oggi consigliere regionale Vincenzo Cotugno, ha già provveduto a iscriversi al progetto “Progress” dell’Unione Europea con un fondo di garanzia iniziale di 1 milione di euro. A questo primo atto deve necessariamente seguire una delibera di giunta regionale, con relativa ratifica in consiglio regionale per la costituzione del fondo di garanzia con una capienza di 2 milioni di euro. Informazioni di prima mano riferiscono che gli atti sono già pronti in giunta regionale grazie al lavoro dell’ingegnere Vincenzo Cotugno.  Attivare questa procedura, consentirà, tra l’altro, a coprire la erogazione di prestiti a tasso zero( da 5 mila a 25 mila euro), da restituire in maniera graduale, per la nascita o l’ampliamento di piccole e medie imprese.  Di certo non sfuggirà che la caratteristica principale della misura sono i destinatari: oltre che ai giovani e alle donne, sono i soggetti non bancabili, ossia chi non può andare in banca per chiedere un piccolo credito per la propria attività professionale, per una buona idea imprenditoriale, una cooperativa o una piccola impresa. La situazione del credito anche in Molise è drammatica. Aprire la partita del Microcredito anche da noi significa dare un po’ di ossigeno ai soggetti più deboli, coloro cioè che non dispongono di quella garanzie patrimoniali e immobiliari richieste dalle banche. E’ certamente uno strumento utile per combattere la crisi in attesa di tempi decisamente migliori. Come gruppo di lavoro abbiamo potuto constatare in questi primi mesi di attività, che su tutto il territorio c’è una grande capacità di progettualità   E’ dovere della politica cogliere questa opportunità. La “Rete Microfinanziaria dei comuni molisani” che vede il comune di Venafro ente capofila, è pronta a raccogliere questa sfida. E ha un partenariato competitivo fatto di enti pubblici e privati. Pronti a sostenere la regione Molise , come dichiarato dal presidente di Fidi Alta Italia, dottor Giuliano  Terzi e dal direttore Artigiancassa spa  Nicola Fino. Come gruppo di lavoro siamo pronti a collaborare con la regione Molise per dare risposte all’economia reale che nella nostra piccola regione è fatta di piccole imprese, artigiani e giovani talenti pronti a mettersi in gioco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Majorana-Fascitelli, il commosso saluto agli studenti della preside Di Nezza

Carissimi, come da consuetudine rivolgo il mio saluto istituzionale alla comunità educativ…