La sua prima giornata da papa Francesco è cominciata presto, poco dopo le 8 di mattina, con la visita – promessa ieri sera durante il suo primo discorso pubblico – alla basilica mariana di Santa Maria Maggiore.

La visita è stata subito una occasione per continuare a definire il suo stile papale all’insegna della semplicità: Francesco ha raggiunto la basilica in una auto della gendarmeria vaticana, senza essere accompagnato da un lungo corteo di macchine. Con lui c’era, tra gli altri, monsignor Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia, al fianco del nuovo pontefice come richiesto dal suo incarico.

Quella di papa Bergoglio a Santa Maria Maggiore è stata una visita privata – ha spiegato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, durante il suo quotidiano con i giornalisti – in un luogo particolarmente significativo per i gesuiti: oltre all’icona di Maria “Salus Populi Romani”, custodita nella cappella Borghese, davanti a cui si è fermato una decina di minuti in preghiera silenziosa, la Basilica dell’Esquilino ospita anche l’altare su cui sant’Ignazio di Loyola, il fondatore dei gesuiti, ha celebrato la sua prima messa.

Leggi tutto su Vatican Insider

Potrebbe interessanti anche:

Un balletto sulla neve di Capracotta fa ‘esplodere’ Facebook e Tiktok

È diventato virale su Facebook e TikTok, raggiungendo circa 600 mila visualizzazioni, un b…