Home Focus Pedofilia, soldi, potere e omissioni La tragedia della diocesi di Savona
Focus - QD - 11 Marzo 2013

Pedofilia, soldi, potere e omissioni La tragedia della diocesi di Savona

Per raccontare il trauma inferto a un’intera comunità da alcuni casi disvelati di pedofilia commessi da sacerdoti  e da almeno altri cento che resteranno per sempre sepolti nel cuore di giovani vittime oggi adulte, è giusto partire da quattro righe scritte dal giudice Fiorenza Giorgi in un’ordinanza di archiviazione che, moralmente, è impietosa come una ghigliottina. “È triste dire come la sola preoccupazione dei vertici della curia fosse quella di salvaguardare l’immagine della Diocesi, piuttosto che la salute fisica e psichica dei minori che erano affidati ai sacerdoti della medesima”.

La diocesi è quella di Savona. Uno degli uomini di quella curia, è oggi uno dei cardinali più potenti della Chiesa, monsignor Domenico Calcagno, già responsabile degli affari economici della Cei, poi ai vertici dell’Apsa, l’amministrazione che cura il patrimonio immobiliare del Vaticano e oggi nella Commissione di controllo dello Ior. In politica qualcuno avrebbe potuto ritenerlo un impresentabile per le elezioni. Ed è così che lo definisce l’associazione l’Abuso, che ha lanciato un appello perché non faccia parte del conclave.

Leggi tutto su Repubblica

Potrebbe interessanti anche:

Covid-19 e limitazioni degli orari per bar e ristoranti, il sindaco di Trivento Corallo firma l’ordinanza

Covid-19 e limitazioni degli orari per bar e ristoranti, il sindaco di Trivento Corallo fi…