Gli operatori turistici di Capracotta speravano di sbloccare la situazione con la protesta dei giorni scorsi al bivio di San Massimo. E invece Funivie Molise ha spento anche le ultime residue speranze: per questa stagione – che tra l’altro si avvia al termine – di sciare a Monte Capraro non se ne parla. La società che gestisce gli impianti di risalita lo dice alla luce di un perizia che ha constatato la mancanza delle condizioni minime di sicurezza della pista. “I problemi riscontrati – fanno sapere da Funivie Molise – non sono risolvibili in tempi brevi, perché gli interventi richiesti vanno fatti in assenza di neve, ragion per cui aprire gli impianti di risalita è impossibile”. La società garantisce comunque al comune altomolisano la completa disponibilità per fare in modo che la stazione sciistica di Monte Capraro apra regolarmente per la stagione 2013-2014. Ma queste precisazioni non convincono il sindaco Antonio Monaco. A suo avviso è ancora possibile aprire gli impianti: “Basta chiudere solo il tratto di pista che tanto preoccupa – è il parere del primo cittadino – e consentire l’utilizzo della rimanente pista. Si può sciare liberamente a monte e a valle, come già accaduto in passato . Non voglio colpevolizzare nessuno, ma prendo atto dell’ennesimo fallimento di un’iniziativa che doveva ridare un minimo respiro a una economia in grave sofferenza. Tredici mesi e 200mila euro di fondi regionali – ha concluso Monaco – non sono bastati a far ripartire una stazione di minime dimensioni”.

Potrebbe interessanti anche:

Maresca politico e magistrato, sarà in servizio a Campobasso

La decisione ha spaccato in due il consiglio superiore della magistratura. Destinazione Co…