14.4 C
Campobasso
mercoledì, Febbraio 28, 2024

In Molise troppi “tardivi digitali”. 360 milioni di euro per colmare l’arretratezza del centrosud

EvidenzaIn Molise troppi "tardivi digitali". 360 milioni di euro per colmare l'arretratezza del centrosud

di Fabrizio Occhionero

Si chiamano nativi digitali e sono tutti coloro che nascono già immersi in un mondo dominato dalla tecnologia e da internet.

Se però le nuove generazioni crescono in Molise o in altre regioni del centrosud non possono sempre contare sulla connessione a internet veloce tanto che tolti i centri più grandi, ci sono ancora paesi che si collegano alla rete con il modem della linea telefonica e per guardare un video o scaricare un programma impiegano ore rispetto a chi può farlo in un istante.

Ora, per risalire la classifica del digital divide si punta su un finanziamento di novecento milioni di euro. Il piano nazionale è frutto di un accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e della Coesione Teritoriale e di privati che mettono a disposizione oltre duecentotrenta milioni.

Di tutti i fondi il 40% sarà destinato proprio alle regioni tecnologicamente più arretrate tra cui rientra proprio il Molise.

In dettaglio l’intesa, condivisa dalla Regione, si propone da un lato di azzerare il digital divide garantendo l’accesso a internet almeno a due megabit al secondo a tutti i cittadini. Dall’altro si pongono le basi per una diffusione più capillare della banda ultralarga da 30 a 100 mega coprendo una serie di piccoli centri che non figurano nei progetti degli attuali operatori.

I bandi, che daranno anche opportunità di lavoro, sono in arrivo e consentiranno di colmare questo divario consentendo a quanti oggi nascono nelle zone più emarginate dalla tecnologie di non muovere in sostanza i primi passi da tardivi digitali.

I nostri Network

Ultime Notizie

I nostri Network