E’ indagato anche un imprenditore di Isernia nell’ambito dell’inchiesta sulla Banca popolare di Milano, che ha portato all’arresto di Onofrio Amoruso Battista, avvocato ed ex consigliere regionale lombardo, accusato di aver incassato due milioni di euro di tangenti. Secondo l’accusa era il prezzo che pagavano coloro che chiedevano e ottenevano un prestito dall’istituto di credito. Stando a quanto emerso dalle indagini della Guardia di finanza, l’imprenditore di Isernia avrebbe versato 700mila euro attraverso una sua società per ottenere un investimento della Popolare di Milano su un fondo immobiliare

Potrebbe interessanti anche:

Agnone, calano i positivi al Covid

Sono tornati a scendere i contagi da Covid-19 sul territorio di Agnone. A comunicarlo è st…