Home QD Furti di auto e furgoni: un arresto e altre segnalazioni dalle periferie di Termoli
QD - Regione - 31 Gennaio 2013

Furti di auto e furgoni: un arresto e altre segnalazioni dalle periferie di Termoli

Il furgone è stato rubato a Portocannone. Per la fuga i ladri si sono serviti anche di un’auto di grossa cilindrata prima di imboccare le campagne di Nuova Cliternia.

Lungo la strada hanno però trovato un posto di blocco dei Carabinieri e l’hanno forzato, tanto che i malviventi hanno cercato anche di investire i militari.

Da qui è scattato l’inseguimento. L’uomo alla guida del furgone si è visto braccato, ha abbandonato il mezzo ed è scappato tra i campi. Stesso copione per la banda fuggita con l’Audi.

L’auto è finita fuori strada e i malviventi si sono dileguati.
Uno di loro è stato però fermato dai Carabinieri mentre fingeva di fare l’autostop.

Si tratta di un ventenne della provincia di Foggia, indentificato poi come il conducente del furgone. Su di lui pesano ora le accuse di furto aggravato e violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Quello di Portocannone non è stato l’unico episodio degli ultimi giorni. Altre auto sono state rubate anche nella periferia di Termoli, in via Danubio. Anche a Difesa Grande, lungo il viale principale, i ladri hanno cercato di portare via una Fiat Marea ma in questo caso sono stati sorpresi da una residente che racconta così l’accaduto:

E’ successo sabato sera. Stavo aspettando mia figlia per uscire quando ho visto degli strani movimenti sul piazzale. Sono uscita fuori e ho sorpreso i ladri che avevano già manomesso l’auto di mio figlio. Ho gridato e per fortuna sono scappati. Non nascondo di avere avuto paura. Non è possibile”.

Sugli episodi sono in corso le indagini.

1 commento

  1. Mi pare chiaro che tutto il basso molise, essendo diventato una dependance del Capitanata, si sia riempito negli ultimi 20 anni di foggiani e pugliesi in generale la cui indole delinquenziale sta rendendo il territorio sempre piu’ simile alle zone della Puglia tra scippi, furti, assalti, maleducazione e delinquenza in generale ecc…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Il Comune di Roccavivara aderisce al progetto “Eolo missione comune”. I nuovi social contro lo spopolamento

Il Comune di Roccavivara aderisce al progetto “Eolo missione comune”. L’obiettivo è quello…