Home Evidenza Ritrovati due morti nella pineta di Isernia, spunta l’ipotesi dell’omicidio-suicidio
Evidenza - QD - 30 Gennaio 2013

Ritrovati due morti nella pineta di Isernia, spunta l’ipotesi dell’omicidio-suicidio

Giuseppe Del Riccio, 59 anni di Macchia d’Isernia, e Franca Iaciofano, 50 anni di Isernia, si erano allontanati volontariamente dalle rispettive abitazioni. Erano entrambi sposati, con figli. La loro scomparsa sarebbe stata denunciata da un familiare con una chiamata al 112. Da un paio di giorni non si avevano loro notizie. I loro corpi senza vita sono stati trovati nella pineta di Isernia, in località Valle Soda, lungo una stradina impervia. Erano all’interno di una Rover 200. Sembra che nell’auto sia stato trovato un fucile a canne mozze. Non è escluso che appartenga a Del Riccio: era un cacciatore e dunque lo deteneva regolarmente. Sul suo corpo vi sarebbero evidenti tracce di un colpo d’arma da fuoco, mentre sono meno chiare le cause della morte della donna. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Marco Gaeta. Sul posto anche il comandante provinciale dei carabinieri, Antonio Renzetti, e il responsabile del nucleo investigativo Visidoro Tella. I rilievi scientifici sono andati avanti fino a tarda sera. Per saperne di più sulle cause della loro morte bisognerà comunque aspettare l’esito dell’autopsia. Con ogni probabilità sarà effettuata nelle prossime ore al Veneziale di Isernia da Pierluigi Bontempo, il medico legale che ha già effettuato le prime verifiche sul luogo della tragedia. Per ora una delle ipotesi che circola con maggiore insistenza è quella dell’omicidio-suicidio, ma gli inquirenti non scartano alcuna pista. I carabinieri stanno effettuando ulteriori accertamenti. Scavano nella vita privata delle due vittime. Giuseppe Del Riccio era un camionista, ma in questo periodo non stava lavorando. Franca Iaciofano, invece, era impiegata in un’impresa di pulizie. Quando la notizia si è diffusa a Isernia e a Macchia, nella pineta di Valle Soda sono arrivati i familiari e gli amici delle vittime, comprensibilmente scossi per l’accaduto. Su questa storia circolano diverse voci. Ma ci vorrà comunque ancora del tempo per avere un quadro più chiaro.

Potrebbe interessanti anche:

Covid a Capracotta: positivi alcuni dipendenti comunali

Il Covid-19 sta continuando a colpire duramente l’intero territorio dell’Alto …