Udienze sospese, questa mattina al tribunale di Isernia, a causa di un allarme bomba, rivelatosi poi infondato. Le verifiche sono scattate in seguito a una telefonata anonima – raccolta dalla sala operativa dei Carabinieri – che annunciava l’esplosione di un ordigno a mezzogiorno in punto. Per precauzione le persone presenti nel palazzo di giustizia sono state invitate a uscire, in attesa che le forze dell’ordine effettuassero un sopralluogo. Non tutti, però, hanno abbandonato il tribunale: diversi dipendenti e alcuni magistrati sono rimasti regolarmente al lavoro. Sul posto, oltre ai militari dell’Arma, sono intervenuti gli uomini della Digos, della squadra mobile e della volante. Sono in corso accertamenti per risalire all’autore della telefonata anonima. Rischia una denuncia per procurato allarme. Sembra che telefonata sia partita da Venafro.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…