Home QD Poliziotto morto a Isernia, depositata la perizia
QD - Regione - 21 Dicembre 2012

Poliziotto morto a Isernia, depositata la perizia

Su richiesta della parte civile l’udienza dell’incidente probatorio è stata aggiornata al 25 gennaio. Gli avvocati della famiglia Iacovone hanno chiesto del tempo per esaminare con attenzione la relazione dell’ingegnere Achille Farrace, il consulente tecnico nominato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Isernia, Maria Luisa Messa. La perizia è stata infatti depositata solo quattro giorni fa e dunque non c’è stata la possibilità di approfondire i vari rilievi tecnici. Si parla di calcoli molto complessi. In particolare Farrace ha dovuto rispondere a due quesiti: chiarire se il suono della sirena della volante fosse udibile e se il lampeggiante fosse o meno visibile. In pratica bisognava stabilire se l’indagato si fosse reso conto dell’inseguimento da parte della Polizia. Grazie ai rilievi tecnici effettuati il mese scorso a Macchia d’Isernia, sul luogo dell’incidente, il perito nominato dal tribunale un’idea abbastanza chiara se l’è fatta. Ma per saperne di più bisognerà comunque aspettare la fine del mese prossimo. Per la morte di Giuseppe Iacovone, il poliziotto di Capriati che a marzo perse la vita sulla statale 85, è indagato un medico di Isernia. Nei suoi confronti la Procura ha ipotizzato i reati di resistenza a pubblico ufficiale e morte derivante da questo reato. Nell’udienza dell’incidente probatorio di settembre il professionista è stato riconosciuto da due testimoni: “Sul suv inseguito dalla volante c’era lui”, hanno confermato davanti al Gip. Ora l’attenzione si sposta sugli aspetti tecnici. In un modo o nell’altro sono destinati a segnare una svolta in questa vicenda.

Potrebbe interessanti anche:

Pubblicato il secondo libro degli Analecta Ecclesiae Triventinae di Padre Ernesto Della Corte

Pubblicato il secondo libro degli Analecta Ecclesiae Triventinae di Padre Ernesto Della Co…