34.9 C
Campobasso
domenica, Luglio 14, 2024

Un successo la prima serata della rassegna “Soul Food” al Cafè Prestige di Campobasso

CulturaUn successo la prima serata della rassegna “Soul Food” al Cafè Prestige di Campobasso

Sex Fm a CampobassoAtmosfere torride, sabato sera al Cafè Prestige di Campobasso, nonostante il clima polare e i generosi spruzzi di neve. Primo appuntamento della rassegna “Soul Food”, protagonisti i Sex Fm, uno dei gruppi più energici attualmente sulla scena del new italian funk. Due ore di spettacolo senza pausa, fra brani del cd Wild Drunk Party e veri e propri inni del genere, da Funky Good Time e Sex Machine di James Brown a Play That Funky Music White Boy dei Wild Cherry, da Sing a Simple Song di Sly & Family Stone alla Jungle Boogie di Kook & The Gang presa a sigla di Pulp Fiction.

Ritorno alle radici, prima che il funk si trasferisse negli ambienti bene di New Yok, tra i locali snob e i giovani radical chic di Tom Wolfe. Ritorno alle fonti, gli anni Settanta evocati dalle mises e dalle parrucche così disinvoltamente kitsch di giovani musicisti toscani che hanno poco da imparare, fra anni di Conservatorio, lunghe gavette nel blues e nel rock, esperienze jazzistiche di grosso calibro con i Funk Off (il sax tenore Claudio Giovagnoli, il batterista Francesco “Bibi” Bassi, il percussionista Alessandro Suggelli) o con la Barga Jazz Band (il sax alto Renzo Telloli), egregiamente completati da Leonardo Volo alle tastiere e Emanuele Parra al basso elettrico, e capeggiati da uno straordinario professionista di lunghissimo corso come Tony Pileio.

Musica compatta, magnificamente eseguita su solidi schemi funk, essenziale e vigorosa, impastata con la padronanza tecnica dei jazzisti e punteggiata dei relativi virtuosismi, con i tributi a Maceo Parker e le primordiali linee di basso di Larry Graham, il funk tropicale di Miami e i ritmi compulsivi e straniati dei Funkadelic o dei Parliament. Dance music per eccellenza, fatta per abbattere ogni barriera tra pubblico e musicisti, cosa puntualmente avvenuta nel finale, con il pubblico (femminile in particolare) che invadeva il palco e i musicisti che invadevano un parterre straordinariamente mobile. Prossimo appuntamento, 22 dicembre. Di scena, The Link Quartet.

 (La fotografia in copertina è di Mariagrazia Di Bello)

Ultime Notizie