L’edizione della ‘Ndocciata dell’otto dicembre è stata straordinaria anche nei numeri: oltre mille le torce accese, circa 600 i portatori e i figuranti protagonisti di quel grandioso fiume di fuoco che ha fatto conoscere Agnone anche oltre i confini nazionali. Ed è stata una manifestazione dai grandi numeri anche nelle presenze: sin dal mattino – grazie agli eventi collaterali organizzati dalle varie associazioni – si sono viste tante persone nella Atene del Sannio, una realtà che sa conquistare tutti non solo con le sue tradizioni, ma anche la sua storia e la sua arte. Il tempo incerto ha creato qualche apprensione, ma quando dal campanile di Sant’Antonio sono partiti i primi rintocchi, sul corso principale migliaia di persone hanno assistito allo spettacolo proposto dalle contrade Capammonde e Capabballe, Colle Sente, Guastra, San Quirico e Sant’Onofrio. “I dati della Protezione civile sul numero di auto, pullman e camper giunti in città – ha detto Giuseppe Marinelli, presidente della Pro loco – ci consentono di dire che sono venute ad Agnone circa 20mila persone”. Una delle novità di quest’anno è stata introdotta dal gruppo “Capammonde e Capabballe”: grazie all’iniziativa “La ‘Ndocciata da protagonista” anche i turisti hanno sfilato con cappa, torcia e tanto entusiasmo. Grazie a questo evento Agnone sta avendo un ottimo ritorno di immagine: “Grazie al riconoscimento di ‘Patrimonio d’Italia per la tradizione’ e al francobollo realizzato in tre milioni di esemplari – ha detto il vice sindaco, Maurizio Cacciavillani – questa manifestazione varca anche i confini nazionali. Dobbiamo continuare su questa strada e fare di questo evento l’emblema di Agnone”. Quest’anno la ‘ndoccia più grande è stata portata da Massimo Di Ciocco, della contrada Sant’Onofrio: ne ha portare 18, come il numero degli anni compiuti alla vigilia della ‘Ndocciata.

Potrebbe interessanti anche:

Controlli dei Nas nelle case di riposo della regione: riscontrate 5 violazioni

In concomitanza con il periodo di Ferragosto, i Carabinieri del Nas d’intesa con il Minist…