Fu il più grave disastro minerario della storia americana: 361 morti. Nascono progetti culturali “per non dimenticare”

L’obiettivo è non dimenticare quello che tutti ormai conoscono come “il più grave disastro minerario della storia americana”. Per questo sono soprattutto le scuole ad avere il compito di trasmettere alle nuove generazioni il ricordo di ciò che accadde il 6 dicembre del 1907 a Monongah, negli Stati Uniti, dove 361 italiani, tra cui 87 molisani, persero la vita.

Fu un incidente causato dall’incuria e dall’avidità dei gestori dei sito minerario che ordinarono la chiusura dell’impianto di areazione per risparmiare. Bastò una scintilla a causare l’esplosione. Oggi a Duronia si è tenuta la commemorazione della tragedia con una delegazione di studenti e insegnanti delle scuole di Frosolone, Castropignano e Fossalto che hanno portato dei fiori sulla lapide che ricorda le vittime. Un lapide di 104 anni fa. Una cerimonia sobria ma sentita a cui hanno partecipato i sindaci della zona e varie autorità.

Tra queste, il vice presidente della Commissione regionale Lavoro, Michele Petraroia, che si è battuto insieme al console onorario di Pittsburgh, Joseph D’Andrea, per riportare alla luce questa pagina buia dell’emigrazione italiana. Le vittime, quasi tutte giovanissime, come ha ricordato Petraroia, erano di Duronia, Frosolone, Torella del Sannio, Fossalto, Pietracatella, Bagnoli del Trigno e Vastogirardi.

La commemorazione di oggi si è svolta a Duronia perchè è il comune che ha pagato il prezzo più alto, con i suoi 36 morti. Ma dalle macerie di Monongah è nata anche un’associazione molisana che ha preso proprio il nome della località della West Virginia dove si verificò il grave incidente. L’associazione, presieduta da Gianni Meffe, lavora da tempo a progetti culturali e di sviluppo in collaborazione con l’Università del Molise.

Potrebbe interessanti anche:

Lotta ai cambiamenti climatici anche in Molise, sì della Giunta a due proposte

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore Nicola Cavaliere, ha approvato due  …