12.5 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Isernia, studenti e professori incrociano le braccia

RegioneIsernia, studenti e professori incrociano le braccia

Non più persone, ma numeri. Facili da tagliare. Così si sentono gli studenti: anonimi e con le mani legate, senza la possibilità di costruirsi un futuro nel mondo della scuola. Durante il corteo organizzato a Isernia, i ragazzi hanno rappresentato il loro stato d’animo coprendosi il volto con un maschera bianca, indossando una maglietta numerata e legandosi le mani con una corda. Dopo le occupazioni degli istituti della città, i ragazzi sono dunque tornati in piazza, aderendo alla manifestazione nazionale contro gli ultimi provvedimenti varati dal Governo. Con questo corteo di fatto termina l’occupazione degli istituti superiori. Da lunedì i ragazzi protesteranno in modo alternativo. Andranno a scuola anche il pomeriggio: effettueranno lavori per migliorare i loro edifici. Un modo per scaricare la rabbia contro la decisione del ministero dell’Istruzione di salvare le retribuzioni degli insegnanti, prendendo i soldi dai fondi per il miglioramento dell’offerta formativa. Dopo la controproposta del ministro Profumo, quasi tutti le sigle hanno sotterrato l’ascia di guerra. Ma diversi professori oggi hanno scioperato comunque, a prescindere dal sindacato di appartenenza. In tanti, infatti, si sono presentati all’assemblea organizzata alla sala gialla della Provincia di Isernia.

Ultime Notizie