12.1 C
Campobasso
martedì, Aprile 16, 2024

Ancora buio pesto per l’industria italiana

FocusAncora buio pesto per l'industria italiana

E fanno nove. Nove mesi consecutivi in cui fatturato e ordinativi in Italia si riducono. I dati Istat relativi a settembre lasciano ben poco spazio all’ottimismo e mostrano in modo evidente il progressivo venir meno del traino dell’export, ultima ciambella di salvataggio per le nostre imprese. Su base annua, correggendo i dati per gli effetti del calendario, il calo globale dei ricavi industriali è del 5,4%, risultato di un brutale -7,7% sul mercato interno e di un quasi pareggio (-0,1% all’estero).
Negli ordinativi, per cui il confronto annuo è solo sui dati grezzi (con due giorni lavorativi in meno a settembre 2012), la frenata complessiva è del 12,8%, -15,8% in Italia e -8,1% all’estero.

Che settembre non fosse un mese brillante era già visibile da altri indicatori, come il calo dell’export del 4,2% e la frenata della produzione industriale del 4,8%. Naturale dunque che scendano anche gli incassi ma il dato più preoccupante resta quello delle commesse, con pochi spiragli in arrivo anche nei prossimi mesi. Rispetto ad agosto, utilizzando i dati destagionalizzati, sono addirittura gli ordini dall’estero a soffrire maggiormente, con una frenata del 7,4%. Difficile, del resto, fare molto meglio quando il principale sbocco del nostro export, cioè la Germania, riduce in un mese gli acquisti di ben il 10 per cento.

Leggi tutto su Sole 24 Ore

Ultime Notizie