12.5 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Manca il personale, tribunale di Isernia a rischio paralisi

RegioneManca il personale, tribunale di Isernia a rischio paralisi

Il palazzo di giustizia di Isernia si è salvato dai tagli, ma di fatto rischia la paralisi. Il problema è dovuto dalla carenza di personale: i giudici sono pochi, e non riescono a far fronte a tutti gli impegni. Sono appena sei, ce ne vorrebbero almeno otto. Tra l’altro con questi numeri il rischio di incompatibilità è sempre dietro l’angolo: il magistrato che si occupa di un caso nella fase preliminare non può, per ovvie ragioni, trattarlo anche durante il processo vero e proprio. Né le cose vanno meglio in Procura: da oltre un anno il procuratore capo Paolo Albano aspetta che venga bandito il concorso per ricoprire il posto rimasto scoperto dopo il trasferimento del sostituto Alfredo Mattei. Il problema della carenza di organico è stato sollevato anche dagli avvocati: i rinvii delle cause – dicono – sono sempre più frequenti e in più di un’occasione le sentenze sono arrivate sul filo della prescrizione. Il Consiglio superiore della magistratura ha provato a risolvere il problema: ha bandito più volte un concorso interno, ma almeno fino a oggi nessun magistrato ha voluto trasferirsi a Isernia. “La situazione è difficile – ammette il presidente del tribunale Guido Ghionni – anche perché nel frattempo altri giudici hanno chiesto il trasferimento. C’è crisi e ci vorrà del tempo per avere degli uditori. Ma è altrettanto vero che per far funzionare il tribunale occorre il personale. Certo è che non bisogna deporre le armi. Io per primo – ha concluso – lotterò per dare un futuro al tribunale di Isernia”.

Ultime Notizie