Micaela Fanelli con Matteo Renzi domenica scorsa a Campobasso

“Con l’avvicinarsi delle importanti elezioni regionali, in Molise l’attenzione sulle primarie nazionali si sta tendenzialmente riducendo. Noi dei Comitati Adesso! pro-Renzi speriamo ovviamente, sull’onda dell’entusiasmante bis di Obama, che a tutti i livelli si affermi la vittoria dei candidati di centro-sinistra, ma che soprattutto si riaccenda la discussione.

Speriamo, quindi, che la gara delle primarie nazionali continui ad appassionare, perché molti dei risultati centrati a livello nazionale si consolidino e si amplifichino anche dalle nostre parti. L’onda dell’attivismo che sul territorio sta caratterizzando la necessaria organizzazione prima e il voto poi, per la scelta del candidato premier del centro-sinistra al Governo del paese, può, infatti, essere utile anche a ‘tirare la volata’ per le elezioni regionali, contribuendo a mobilitare e a far tornare la voglia dell’impegno a militanti, ma anche a molte persone distanti dalla politica. Un passaggio importante lo stiamo al riguardo registrando proprio noi dei Comitati pro-Renzi. Molte persone lontane dalla politica, non appartenenti a partiti o anche delusi dal fallimento di altre esperienze, si stanno entusiasmando grazie alla proposta del giovane sindaco fiorentino. La rottamazione del conservatorismo sta diventando sempre più forte anche in Molise.

La richiesta è quella di mandare a casa le facce ma anche le idee – e soprattutto i metodi (familismo e clientelismo in primis) – che in questi vent’anni ci hanno costretto in una posizione di paura. Il cambiamento non è mai stato così vicino. Mancano venti giorni al voto per le primarie e l’Italia potrebbe svegliarsi con una clamorosa sorpresa. Mancano poco più di due mesi al voto delle regionali e siamo certi che il Molise manderà a casa il centro-destra e il fallimento conclamato in questi anni.

Dipende solo da noi. E dalla nostra capacità di organizzarsi. Partiamo andando a votare alle primarie e proseguiamo con le elezioni regionali e nazionali! Noi abbiamo fatto molto, ma adesso abbiamo bisogno di voi, da subito! Lo dice anche Renzi stesso: “La partecipazione è fondamentale e le primarie sono una ghiotta opportunità”.

Finalmente oggi si discuterà a Montecitorio un provvedimento che prevede il taglio degli stipendi a presidenti di Regione e consiglieri regionali, oltre che dei finanziamenti dei gruppi consiliari. La Conferenza delle Regioni ha già detto sì. E’ un primo passo, si potrebbe fare anche di più. Ma finalmente si sta procedendo in questa direzione. Oggi la priorità è il taglio dei costi della politica. Ed è fra le priorità del programma di Renzi: no ai privilegi; abolizione dei vitalizi; dimezzamento dei parlamentari; abolizione del finanziamento pubblico ai partiti; eliminazione delle strutture inutili.

Si stanno organizzando intanto, grazie a tutti e soprattutto alla forza del solido sistema organizzativo del PD, ma anche dei socialisti e di SEL, gli Uffici elettorali dove ci si registra, ma si sta lavorando perché il 25 novembre, giorno delle elezioni, tutti possano votare senza difficoltà (serve che in unico posto ci si possa registrare e votare!) e non esisterà alcun albo da affiggere pubblicamente.

Bisogna lanciare messaggi rassicuranti altrimenti non solo gli elettori di Renzi non voteranno, ma anche quelli degli altri candidati. E sarebbe una grande occasione persa per la democrazia!

Inoltre, per Renzi si sono costituiti in Molise numerosi Comitati spontanei e dieci Comitati ufficiali (registrati e in corso di ottenere l’ok alla registrazione): Campobasso, Isernia, Termoli, Riccia, Agnone, Larino, Campomarino, Santa Croce di Magliano, Miranda, Pietracatella-Macchia Val Fortore. Ognuno conta molte più di dieci persone. Così già oggi gli attivisti sono centinaia. Sono soprattutto persone ‘nuove’, che non hanno tessere e che non hanno militato nel PD. Quindi, una grande ricchezza per il centro-sinistra che si consolida e si allarga e una straordinaria opportunità per il Partito democratico, che ci auguriamo non la sciupi!

Nei prossimi giorni, sarà nostro impegno mostrare il grande potenziale umano che si sta muovendo e soprattutto accendere i riflettori sui contenuti. Merito, taglio dei costi e riforma istituzionale; prospettiva europea, innovazione e giovani; ruolo delle donne; etica. Sono temi prioritari del messaggio politico di Renzi. E sono temi sui quali i Comitati pro-Renzi in Molise concentrano la propria attenzione e il proprio lavoro, per concretizzarli, con le prossime elezioni regionali, anche nella nostra terra.

 

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, schiarita tra privati e Regione. Villa Maria firma il contratto

Dopo il braccio di ferro di fine anno tra istituti privati e struttura commissariale comin…