11.3 C
Campobasso
venerdì, Aprile 19, 2024

Patriciello: “I nostri occhi e le nostre menti non dimenticheranno mai gli angeli di San Giuliano

QDPatriciello: “I nostri occhi e le nostre menti non dimenticheranno mai gli angeli di San Giuliano

La memoria è indispensabile innanzitutto per ricordare coloro che non ci sono più ma anche per evitare che vengano commessi gli stessi errori. È solo con la memoria, con il nostro affetto, che possiamo far rivivere i 27 angeli e la loro maestra di San Giuliano di Puglia. È ancora nitido il ricordo di quel giorno, di quel 31 ottobre, le cui immagini non potrò mai dimenticare; così come non potrò mai dimenticare la forza di coloro che erano lì, cittadini, forze dell’ordine che instancabilmente rimuovevano le macerie della scuola Jovine alla ricerca di un bambino ancora vivo; non dimenticherò mai la forza che, dopo qualche giorno, ha contraddistinto gli abitanti di San Giuliano di Puglia, le mamme e i padri di quei 27 bambini, con cui hanno ricostruito fisicamente e psicologicamente un intero paese mettendosi alle spalle la tragedia vissuta. Grazie poi all’amministrazione comunale, alle Istituzioni regionali è stata sottolineata l’importanza di avere scuole sicure, secondo la vigente normativa antisismica, ed è stata ricostruita quella scuola che portò tanto dolore e disperazione diventando essa stessa il simbolo della ricostruzione post terremoto. Da quel giorno numerosi Istituti scolastici in Molise sono stati ricostruiti e messi in sicurezza, altre Regioni d’Italia sono state colpite dalla violenza del terremoto; San Giuliano di Puglia continuerà a rappresentare il simbolo del riscatto dopo tutta quella sofferenza che riempie ancora le nostre anime”.

Questo il messaggio dell’on. Aldo Patriciello nel decimo anno dell’anniversario del terremoto che, il 31 ottobre 2002, colpì San Giuliano di Puglia e causò la morte di 27 alunni e della loro maestra. 

Ultime Notizie