12.1 C
Campobasso
martedì, Aprile 16, 2024

Le inchieste del Commissario Maigret

QDLe inchieste del Commissario Maigret

Nel corso del 2003 ricorre il centenario della nascita del grande scrittore belga Georges Simenon: parlare di Georges Simenon significa automaticamente associarlo al commissario Maigret, ovvero alla sua creatura più famosa, e alle innumerevoli trasposizioni televisive di cui è stato protagonista.

Nel 1964 la Rai decise di produrre una prima serie di inchieste svolte dal commissario Maigret e si pose subito il problema relativo alla scelta dell’attore protagonista. Mai come in questo caso la scelta doveva essere molto oculata. Gli sceneggiatori si trovavano di fronte a un commissario con dei connotati tipicamente mediterranei, dotato di una forte carica di umanità. Le caratteristiche del commissario Maigret erano completamente differenti da quelle tipiche degli investigatori anglosassoni o americani. Le differenze fra il commissario transalpino e i tipici investigatori descritti nei romanzi di Agata Christie, Edgar Allan Poe, Arthur Conan Doyle erano sostanziali. I vari Hercule Poirot, Auguste Dupin, Sherlock Holmes erano delle vere e proprie macchine deduttive: poco o nulla traspariva dei loro affetti, della loro umanità e dei loro rarissimi errori. Eravamo lontani anni luce anche dalle caratteristiche del detective di stampo americano che era molte volte più simile a un superuomo che a un essere umano.
Con il commissario Jules Maigret eravamo di fronte a un uomo come può essere il nostro vicino di casa.

Leggi tutto su Pagine70

Ultime Notizie