12.1 C
Campobasso
martedì, Aprile 16, 2024

Brasiello: no alla “bretella” di Venafro, meglio l’autostrada

RegioneBrasiello: no alla "bretella" di Venafro, meglio l'autostrada

Continua a far discutere il progetto della “bretella” di Venafro, ossia il collegamento tra la frazione Ceppagna e Sesto Campano. Il progetto – è noto – si propone di deviare il traffico proveniente o diretto nel Lazio all’esterno del centro abitato di Venafro. Per il presidente della Camera di commercio di Isernia, Luigi Brasiello, “non vi sono preclusioni alla realizzazione dell’opera, ma semplicemente, in un periodo di spending review, la giusta enunciazione di preoccupazioni che intere categorie produttive stanno facendo presente. Da tempo, infatti, il Consorzio di Bonifica, che rappresenta qualche migliaio di Consorziati, ha richiesto ufficialmente di conoscere la compatibilità dell’opera in progetto con lo stato dell’iter relativo all’Autostrada del Molise; l’eventuale occupazione di terreni fertili; la possibilità di utilizzare strade di bonifica già esistenti al fine da un lato, di non rendere superflui investimenti tecnici sul sistema irriguo. Come il Consorzio di Bonifica, anche la Camera di Commercio e le associazioni di categoria restano in attesa di conoscere i dettagli tecnici ed economici della ipotizzata bretella anche per valutarne tutte le ricadute riguardanti i futuri oneri urbanistici e concessori che potrebbero risultare a carico proprio degli operatori commerciali dell’intera area. Se poi, come pubblicato proprio la settimana scorsa dal Sole 24ore, il Cipe ha reso cantierabile, tra le principali infrastrutture del Paese, il tratto autostradale San Vittore– Termoli, la cui gara d’appalto è imminente, è auspicabile, di questi tempi, uno spreco di risorse pubbliche per una strada (la bretella) che andrebbe a sovrapporsi al tratto autostradale?”.

Ultime Notizie