9.7 C
Campobasso
sabato, Aprile 20, 2024

Di Felice, Forza Nuova: “In Regione maggioranza e opposizione si ritirino dalla politica”

AttualitàDi Felice, Forza Nuova: "In Regione maggioranza e opposizione si ritirino dalla politica"

Dopo avere letto sulla stampa locale un articolo, pubblicato il 18 ottobre 2012, e titolato: MOLISE DIMENTICATO, devo ammettere di essermi sentito imbarazzato; ma non perché mi mancassero gli argomenti per disquisire ma perché l’istinto, a volte, è cattiva consigliera e sinceramente, lo riconosco, se avessi risposto subito certo, non sarebbe questo il contenuto della presente. E’ molto difficile per me e credetemi, lo dico davvero con il cuore, dover al contenuto dell’articolo contenuto che tocca argomenti, molto sensibili e che specula, oltre che le tante famiglie che non arrivano alla fine del mese anche le ventotto famiglie di San Giuliano di Puglia in particolare, ogni giorno, in ogni ricorrenza a tavola ci sarà sempre una sedia vacante (cui va tutto il mio rispetto). Carissimo Consigliere regionale Petraroia, ma di che e di che cosa il Molise e badi bene io lo sono da Generazioni, il governo centrale si sarebbe dimenticato. Perché dovremmo, o Lei vuole farci sentire umiliati perché il Molise << non è stato degnato di una risposta sulla rateizzazione dei contributi previdenziali da restituire da parte di migliaia di dipendenti pubblici. C’è ancora qualche politico molisano che ritiene, a distanza di dieci anni che il Molise abbia il diritto di chiedere ancora fondi per la ricostruzione. Eppure mi meraviglio perché, un Consigliere regionale, avrebbe dovuto e se non l’ha fatto ancora, quantomeno leggere magari a titolo informativo le quarantaquattro pagine della CORTE DEI CONTI – SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL MOLISE: Relazione sulla gestione dei fondi destinati alla ricostruzione e ristrutturazione degli immobili dal sisma 2002 (programma di controllo per l’anno 2009). Le facilito la ricerca riportandole pari pari il contenuto di pag. 9 il comma 2.6 Le esigenze per la Regione Molise: All’inizio del 2004, il Presidente della Regione Molise aveva quantificato in circa 5,5 miliardi di euro il fabbisogno (nota… segue dettagliata tabella). Prosegue dicendo << L’ elaborazione di una stima iniziale dei danni è apparsa irrealistica e ritenuta decisamente “ridondante” dal CRO e forse influenzata dalla tragicità degli eventi di San Giuliano di Puglia; esso ha ceduto il passo alla successiva del settembre 2008  in cui la cifra di  previsione  dei finanziamenti ancora necessari per le attività di riparazione e ricostruzione (ad esclusione di San Giuliano di Puglia) che prevede una pari a 3.562.226.482,90 euro  così ripartiti (segue altra tabella ). Il nuovo quadro esistenziale si attesta, pertanto, su una stima pari a circa 4 miliardi di euro circa (3.200 mln di euro, 794mln di euro già erogati); anche tale fabbisogno è stato ritenuto eccessivo dal CRO secondo cui l’ordine di grandezza si attesterebbe sui 2 – 2,5 miliardi di euro circa, dimensione che appare decisamente più  “verosimile” rispetto a quanto riportato nel promemoria presentato. Ora chiedo: << a  fronte di questo, che è solo un comma della Relazione, di cosa dovremmo lamentarci riguardo alle altre Regioni, ultima l’Emilia Romagna (20 milioni di euro)?>>. Capisco che questi sono tempi bui e oltretutto vista l’aria che tira i Politici di mestiere, iniziano a scaldare i motori però:  a tutto c’è un limite. Vi rendete conto che perfino la CORTE DEI CONTI a pagina 25 dice:<< che vanno ricordate le numerose inchieste-denunce che hanno occupato a più riprese ampi spazi sui principali strumenti d’informazione de massa, sia locali sia nazionali (è il caso di organi di stampa, come Primonumero, Altromolise (che non pubblicano mai un articolo firma di Forza Nuova Molise) , Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa, Il Giornale, Panorama, l’Espresso) che televisivi (Report,Ballarò, Anno Zero, Exit), ma contenute nei libri Impuniti e Il Regno del Molise; tutti hanno ventilato una presunta cattiva gestione e possibili sprechi dei fondi stanziati, che sarebbero stati utilizzati solo in parte per la zona più colpita, vale a dire limitata a quella del c.d. “cratere”, dilatando i destinatari delle provvidenze sino a finanziare altri progetti poco attinenti con l’emergenza>>..La Repubblica, il 23 giugno 2008  pubblica “ Soldi del terremoto per il wi-fi. In baracche ma “cittadini digitali” (SLOGAN PROGETTO SILCRA) e il 21 ottobre 2012 su TG5 si parla della CABINA TELEFONICA E SULLA RICEZIONE TELEFONICA a Civitacampomarano.E qualche Politico osano dire che Stato centrale che ha dimenticato il Molise. Ma e mi riferisco a chi ha firmato questo infamante e vergognoso articolo, lo capisce che così facendo e per meri interessi politici e propagandistici personali si mette alla berlina l’ intera collettività molisana? Mi dispiace: MA A QUESTO IO NON CI STO! Il popolo molisano, per indole, cultura e storia è un popolo orgoglioso. Siete voi politici indistintamente se di maggioranza o di opposizione, eletti dal POPOLO che è  SOVRANO, a gestire o controllare (chi è in opposizione), l’uso che si fa del denaro pubblico della nostra Regione e invece, titolo avete tutti, indistintamente anche con i soli silenzi, avete contribuito al disastro chele famiglie vivono tutti i giorni sulla propria pelle QUALE POLITICO REGIONALE, OGGI, HA TITOLO A CAVALCARE LA PROTESTA? LA MORALE VORREBBE CHE L’ INTERA CLASSE POLITICA MOLISANA, DÌ MAGGIORANZA O OPPOSIZIONE, SI RITIRI DALLA SCENA POLITICA PERCHE’ NON SIETE E NON SIETE CAPACI DÌ GESTIRE UNA REGIONE CHE, FILIPPO FACCI, QUATTRO O CINQUE ANNI FA DEFINI’ GRANDE COME LA CITTA’ DI CATANIA.  Diceva Totò MA MI FACCI IL PIACERE. Distinti saluti liberati di felice Coordinatore regionale per il Molise di FORZA NUOVA.

Ultime Notizie