12.1 C
Campobasso
lunedì, Aprile 15, 2024

Costi della politica, blitz della Finanza alla Provincia di Isernia

QDCosti della politica, blitz della Finanza alla Provincia di Isernia

I finanzieri in borghese del Nucleo di polizia tributaria del comando provinciale di Isernia sono arrivati poco dopo l’apertura degli uffici della Provincia. Dopo aver informato il presidente Luigi Mazzuto sull’attività investigativa in corso, i militari della guardia di finanza si sono spostati al quinto piano, negli uffici del settore finanziario. Si sono intrattenuti per buona parte della mattinata con il dirigente Gabriella Petrollini e con il suo staff. Sotto la lente delle fiamme gialle diversi faldoni. Fonti interne all’amministrazione provinciale parlano di verifiche sulle spese dei gruppi consiliari, delle commissioni e più in generale dell’attività politica dell’ente via Berta. Controlli di routine, che potrebbero richiedere diversi giorni. Sull’inchiesta in corso vige tuttavia il massimo riserbo. Non è chiaro se le indagini siano partite dal palazzo di giustizia di Isernia. Il procuratore capo Paolo Albano non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Ma a grandi linee gli accertamenti in corso appaiono del tutto simili a quelli che già da alcuni giorni – su impulso del sostituto procuratore di Campobasso Nicola D’Angelo – stanno interessando il consiglio regionale del Molise. Certo è che almeno all’apparenza i controlli alla Provincia di Isernia non sembrano preoccupare più di tanto i politici e il personale, anche perché le spese per mandare avanti il consiglio provinciale non sarebbero poi così ingenti. In buona sostanza farci la cresta sarebbe un’impresa ai limiti dell’impossibile. Ma è pur vero che le vie della politica sono infinite, ragion per cui – visti i tempi che corrono – la magistratura e la Finanza hanno deciso di togliersi ogni dubbio.

Ultime Notizie