12.5 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Di Pietro su Fanelli: “Perché il Pd cambia cavallo?”.

AttualitàDi Pietro su Fanelli: “Perché il Pd cambia cavallo?”.

Fa discutere l’ipotesi di una candidatura del sindaco di Riccia, Micaela Fanelli, a presidente della Regione. In ogni caso, quella che si è aperta è una partita che non farà prigionieri, specie nel Pd.

Al momento è solo un’indiscrezione ma, se fosse vera, sconvolgerebbe gli equilibri interni del Pd e del centrosinistra, aprirebbe nuovi scenari per la leadeship della coalizione e, quindi, per la designazione del competitor di Michele Iorio alle prossime elezioni regionali. La notizia, che è stata riportata da ilgiornaledelmolise.it, nel primo articolo firmato dal collega Pasquale Di Bello, riguarda la possibile candidatura di Micaela Fanelli alla Presidenza della Regione, forse in contemporanea con quella di Matteo Renzi a Palazzo Chigi, Consiglio di Stato permettendo. Secondo Di Bello, il ticket Renzi-Fanelli è molto più di una semplice ipotesi: è una realtà che ha concrete possibilità di successo. Tra l’altro, sempre secondo Di Bello, con la leadership della Fanelli il centrosinistra potrebbe ricucire lo strappo con Massimo Romano e conquistare la Regione. Anzi, sembrerebbe che il sindaco di Riccia si sia già incontrato in gran segreto con Massimo Romano, incassando la convergenza di Costruire Democrazia. Per alcuni aspetti, la notizia diffusa da ilgiornaledelmolise.it era nell’aria e appare verosimile. Dunque, la famosa filiera istituzionale Governo-Regione, questa volta, potrebbe essere targata centrosinistra con Renzi a Palazzo Chigi e Fanelli a Palazzo ex Enel di via Genova. Ma restano alcuni nodi da sciogliere: Antonio Di Pietro – che non è mai stato in sintonia con la Fanelli – mollerà Frattura? Il leader dell’Italia dei Valori, contattato telefonicamente, ha già messo le mani avanti dicendo: “Se così fosse, il Pd mi dovrebbe spiegare perché cambia cavallo durante la corsa!”. E’ anche noto, però, che lo stesso Di Pietro da tempo cerca l’unità della coalizione per sconfiggere Michele Iorio e quindi potrebbe cedere. Ma sulla vicenda, la partita più rischiosa la gioca il Pd. In particolare, la coppia di fatto Ruta-Leva dovrebbe: fare spazio a Micaela Fanelli, mollare Frattura dopo averlo lanciato lo scorso anno, scontrarsi con Antonio Di Pietro e, soprattutto, far vincere Pierluigi Bersani alle primarie proprio contro quel Renzi trascinato dalla Fanelli. Dunque, una partita difficile per il Pd ma c’è da scommettere che chiunque la vincerà non farà prigionieri.

Giovanni Minicozzi

Ultime Notizie