Pubblicato: sabato 12 ottobre, 2019 - Tempo di lettura: 1 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Toma: “Il Centrodestra deve rimanere unito e coeso, solo così si vince”

Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, intervenuto a “IdeeItalia”, la due giorni di incontri e dibattiti organizzata da Forza Italia a Milano, ha osservato che “il centrodestra deve rimanere unito”. “Io – ha riferito – nella mia regione lavoro quotidianamente per mantenere l’unita’ della coalizione e per lavorare bene con tutti gli alleati. Stiamo facendo un grande lavoro nel territorio, i cittadini sono contenti del nostro operato, ci sostengono e continueremo con grande entusiasmo”. “Io – ha proseguito Toma – ho vinto in Molise solo perche’ ho avuto dietro una coalizione unita e coesa. E tutti devono avere come punto di riferimento il leader del proprio partito. Il mio e’ Silvio Berlusconi, e quindi lavoro quotidianamente per il bene di Forza Italia, all’interno del centrodestra”.

 “L’autonomia e’ una sfida per il Nord e per il Sud. Questo e’ tema che va declinato con orgoglio. Senza autonomia, tutta l’impalcatura dello Stato non funziona”. Cosi’ Stefano Caldoro a Milano per #IdeeItalia l’iniziativa organizzata da Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera. Alla tavola rotonda, che ha introdotto e coordinato, hanno partecipato Attilio Fontana, Presidente della Lombardia, Alberto Cirio, Presidente del Piemonte, Donato Toma, Presidente del Molise, Vito Bardi, Presidente della Basilicata e Gaetano Armao, assessore della Regione Sicilia. Per Caldoro, responsabile nazionale del Dipartimento autonomie degli azzurri, e’ necessario “modernizzare il Paese ed il ruolo delle Regioni. Accettando – ha sottolineato – la sfida dell’autonomia e partendo dall’applicazione della legge delega 42 che fu scritta dal Governo Berlusconi. Abbiamo le leggi e la Costituzione che impongono le garanzie di equilibrio ed equita’”. “Quell’impianto – ha ricordato in riferimento alla legge sul federalismo fiscale – fu osteggiato dal Pd che oggi ha dovuto riconoscerne l’efficacia. E’ la base sulla quale lavorare per continuare e rafforzare il processo”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi