Pubblicato: giovedì 03 ottobre, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese La Uil chiede al Governo particolare attenzione per i Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco chiedono l’attenzione del governo nazionale e per bocca della Uil auspicano risposte sul rinnovo del contratto, con le tutele e assicurazioni che permettano di avere adeguamenti in tema di previdenza e sicurezza in caso di malattie e infortuni. Basta anche continui tagli ai costi degli appalti di servizi quali mensa e pulizie. “Sarebbe immorale e inaccettabile una disattenzione verso un corpo tanto amato dagli italiani” ha evidenziato il sindacato

A livello molisano segnalata carenza di automezzi con la previsione ministeriale di sole 2 autoscale per l’intero territorio, di cui una, quella a Campobasso, che non ha superato di recente la revisione. “L’Autoscala a Termoli – ha continuato Salvatore Rauso, segretario regionale della UilPa Vigili del Fuoco – è stata spostata nella sede centrale del capoluogo lasciando scoperto il nucleo industriale bassomolisano dove ci sono 2 aziende chimiche ad alto rischio e che in caso d’intervento prevedono l’utilizzo proprio dell’autoscala, la quale sarebbe sul posto, da Campobasso, in un’ora, se non impegnata in altri interventi, e non entro i primi 20 minuti dall’evento, come sarebbe utile”.

Il sindacato ha inoltre rimarcato che le sedi dei distaccamenti di Termoli e Santa Croce sono fatiscenti e di vecchia costruzione, e andrebbero ricostruite a norma di legge e soprattutto in zone sicure. La Uil ha infine analizzato anche la situazione della Sede del Comando di Isernia, “in cui – ha detto ancora – il personale opera con automezzi che hanno oltre 20 anni, e con grave carenza di personale. Le sedi di servizio di Isernia ed Agnone necessitano di costanti manutenzioni che non vengono adeguatamente finanziate dall’amministrazione centrale – ha aggiunto – mettendo in grande difficoltà il dirigente locale costretto sempre più spesso ad effettuare i lavori strettamente necessari per garantire almeno il soccorso tecnico urgente”.

Segnalata poi la discontinuità del distaccamento volontario a Venafro, che ha sempre effettuato 600 interventi l’anno nel territorio di competenza e che ora, con una sola partenza di soccorso, può determinare attese oltre i 40 minuti per il necessario intervento. Secondo la Uil dovrebbe, invece, diventare una realtà permanente per la sicurezza del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi