Pubblicato: giovedì 19 settembre, 2019 - Tempo di lettura: 3 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Isernia. San Giovanni Bosco: nuovi progetti dedicati a musica, arte e attività psicomotorie

L’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco”, di Isernia, guidato dalla Dirigente Mariella Di Sanza, arricchisce la sua offerta formativa , in coerenza con le finalità generali del PTOF d’Istituto e con le linee generali dettate dal documento ministeriale, usufruendo dei Fondi strutturali europei attraverso un percorso formativo e didattico imperniato sul rafforzamento delle Competenze di base e trasversale a tutti gli ordini di scuola: Scuola dell’Infanzia , Scuola Primaria , Scuola secondaria di 1° grado. La Scuola dell’Infanzia ha delineato un percorso formativo scandito in tre moduli che incidono sull’espressione musicale, l’espressione corporea (attività ludiche, attività psicomotorie), sull’espressione creativa (pittura e manipolazione). Il primo modulo “A tutto ritmo” prevede un percorso finalizzato allo sviluppo del senso del ritmico come base fondamentale della pratica canora e musicale attraverso attività pratiche e ludiche finalizzate ad un ascolto sensomotorio in cui il corpo sarà utilizzato come strumento che suona. Il secondo modulo “ Il linguaggio del corpo” prevede la conoscenza del proprio corpo e l’uso in funzione dello spazio. Il terzo modulo “ Fare arte senza pensare all’arte” propone l’arte e i suoi linguaggi per fornire spunti creativi al bambino e mobilitando verso suggestioni creative ,evitando l’assimilazione passiva e la semplice imitazione. La Scuola Primaria attiva un percorso con il modulo “L’albero delle parole”, finalizzato all’innalzamento delle competenze chiave per il potenziamento dei livelli di apprendimento degli allievi che mostrano particolari criticità sul piano sociale, culturale, economico e relazione. La Scuola secondaria di primo grado “Andrea d’Isernia” si muove sul versante della educazione alla legalità, della lotta ai pregiudizi e la lotta al razzismo, all’educazione ambientale, all’inclusione attraverso la strutturazione di quattro moduli operativi. Il primo modulo “Una luce dietro le sbarre” ha come finalità il coinvolgimento degli alunni nelle dinamiche della vita sociale contemporanea rafforzando i valori della legalità e del rispetto delle regole. A tal fine verrà proposto un percorso suggestivo ed appassionante nel mondo della Legalità e dell’esperienza dei detenuti nelle case circondariali italiane, con suggestioni letterarie che lasciano il fiato sospeso e innescano i meccanismi della piena condivisione delle “fatiche umane”, nonché la prerogativa di capire quanto la mancanza di generosità delle azioni umane possa trasformarsi in negazione di sé e dei propri affetti. Il secondo modulo “Così diversi, così uguali” è volto alla educazione alla lettura e alla diffusione del piacere della lettura ed ha come tematica “la diversità e l’integrazione”, in una società in cui i flussi migratori, determinano l’esigenza di coinvolgere le coscienze verso una più matura consapevolezza della dinamicità dei rapporti umani al di là di qualsiasi steccato etnico, religioso e culturale. Il terzo modulo dal titolo “Classe zeta” vuole essere un accompagnamento degli studenti più fragili, includendo tra questi anche quelli con Bisogni Educativi Speciali che attivi potenzialità, interessi, pratiche di socializzazione e recupero delle competenze di base. Il quarto modulo “Ambiente e salute: la montagna in un sorriso” è finalizzato al rispetto e alla tutela dell’ambiente come un veicolo forte di valenza educativa. Il mondo delle associazioni e il mondo della scuola sono deputate, per inclita vocazione a dare forza e consistenza al messaggio di salvaguardia del nostro ecosistema. Tutte le attività si avvarranno di Protocolli d’intesa con vari enti e associazioni come Proteo Fare Sapere Molise, CAI , Amici della montagna ed altri ancora la cui collaborazione servirà a dare sostanza all’idea di rete e comunicazione con il tessuto sociale e culturale, che rappresenta per la nostra istituzione un tassello fondamentale per la piena realizzazione della formazione dell’uomo e del cittadino.

(Marilena Ferrante)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi