Pubblicato: martedì 10 settembre, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Anci a nuovo Governo: “Più attenzione ai piccoli comuni e alle aree interne e montane”

Il Molise è costituito, in netta prevalenza, da comuni piccoli, anche e soprattutto con meno di 1000 abitanti. Lo spopolamento è una drammatica realtà e sulle condizioni delle infrastrutture, strade, collegamenti, specie nelle aree interne, occorre intervenire seriamente e subito.

Il rischio isolamento è concreto e si accentua con l’arrivo dell’autunno e dell’inverno.

L’Anci, l’associazione dei comuni, ha ricordato, in una nota inviata dal presidente regionale Pompilio Sciulli e inoltrata a tutti i sindaci della regione, che i piccoli centri sono la spina dorsale della democrazia e della partecipazione, come sancito dalla legge 158 del 2017, e che dunque hanno diritto a investimenti, risorse, progetti, condivisi con le Autonomie. Di qui l’appello al nuovo governo nazionale: “I territori montani, le istanze dei piccoli Comuni, il superamento dei divari economici, sociali, digitali siano al centro dell’attività del nuovo Governo nazionale” si legge ancora nella nota.

In una importante e necessaria riforma degli Enti locali e delle Regioni – viene rimarcato – non deve venire meno il ruolo delle comunità e la capacità di tutti gli amministratori, a tutti i livelli di assicurare migliori servizi e opportunità di sviluppo sociali ed economiche”. Si chiede con decisione che venga dedicata particolare attenzione all’ambiente, all’attuazione della legge sulla green economy 221 del 2015, a prevenire il dissesto idrogeologico e sismico, alle energie rinnovabili e al risparmio energetico e soprattutto alla ricostruzione e alla rigenerazione delle aree colpite dal terremoto.

Sindaci e Amministratori locali – conclude la nota diffusa da Anci Molise – devono lavorare insieme alle imprese e al terzo settore, consapevoli che i nostri borghi hanno grandi risorse, naturali e culturali, che sono la forza dell’Italia, capaci di generare posti di lavoro attraverso nuove imprese smart, moderna agricoltura, turismo d’eccellenza. La richiesta è quindi quella di politiche durature, con investimenti, norme differenziate per i territori montani e le aree interne, una fiscalità più giusta e peculiare, innovazione”.

In sostanza,cose di cui si parla da sempre, non nuove, ma occorre adesso e subito quel cambio di passo e quella concretezza che mancano. Il Molise è tra quelle realtà che oggi più che mai ne hanno bisogno. Urgente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi