Pubblicato: martedì 09 luglio, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Regione, risorse pubbliche sprecate. 320 mila euro per Niaf e comunicazione POR in scadenza

di GIOVANNI MINICOZZI
È tempo di migrare per migliaia di molisani giovani e post giovani in un contesto produttivo desertificato e senza alcuna iniziativa politica per tentare di invertire la rotta.
Nello schizofrenico gioco al massacro,  a danno di novantamila persone finite in povertà e di migliaia di disoccupati, su scopre che la Regione è oltremodo generosa con società, enti, dirigenti e associazioni varie. L’ultimo regalo da 186.000 euro è stato fatto alla Società Red Group Italia S.r.l. che si è aggiudicata una  gara alla quale hanno partecipato solo  in due società compresa quella che si è aggiudicata la vittoria.
 Il bando pubblico per l’affidamento prevedeva un importo a base d’asta di 170.000 euro più Iva al 22%. La Red Group Italia ha vinto la gara con 153.000 euro più 33.660 euro di Iva per un totale  contrattuale pari a 186.660 euro.
 Fin qui nulla da eccepire se non fosse che l’affidamento riguarda il servizio di supporto tecnico alle attività di comunicazione  relative al POR  Molise  2014/2020.
È  da sottolineare che i fondi comunitari prevedono l’obbligo di pubblicizzare i diversi bandi attraverso gli organi di informazione locali e regionali.
Da tempo,  invece , la Regione e il dipartimento competente affidato da anni all’ingegnere Mariolga Mogavero non hanno ritenuto opportuno assegnare tale compito ai tanti organi di informazione locale (radio, tv, giornali cartacei e telematici) che, peraltro,  stanno attraversando un periodo di profonda crisi e che rischiano di chiudere .
È  anche paradossale la circostanza che si pubbliccizzino i fondi comunitari 2014/2020 a poco più di un anno dalla loro scadenza .
Altra decisione assunta dai vertici della Regione riguarda l’assegnazione di 133mila all’associazione Italo – americana NIAF per una cena di gala e la partecipazione della Regione al cosiddetto Party per  VIP. Il tutto accade mentre i molisani soffrono le pene dell’inferno per il lavoro che non c’è e per la inadeguatezza dei servizi.
Ma tant’è!
Poco importa  il paradosso che nella Regione dei disperati l’utilizzo delle risorse pubbliche appare del tutto contraddittorio, incoerente e iniquo.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi