Pubblicato: domenica 19 maggio, 2019 - Tempo di lettura: 3 min.

Belvedere Pietro Mastrangelo e sala al museo: Santa Croce rende onore a un figlio illustre

Una giornata storica per la comunità di Santa Croce di Magliano e per tutti coloro che hanno conosciuto una persona buona, un grande artista e un punto di riferimento per la cultura del territorio. Nel pomeriggio di sabato 18 maggio l’amministrazione comunale ha inaugurato il belvedere intitolato a Pietro Mastrangelo, figlio illustre del paese scomparso nel 2012.

Il programma ha previsto alle 16.30 la cerimonia di intitolazione; a seguire l’inaugurazione di viale Canada in memoria degli emigrati santacrocesi e, alle 18, l’inaugurazione della sala dedicata a Pietro Mastrangelo all’interno del museo Sacrocam. Un momento significativo nel segno della memoria e del riconoscimento nei confronti di “zio” Pietro Mastrangelo che ha visto la partecipazione dei figli Luigi, Carolina e Maria, dei familiari e di tanti amici e cittadini. Sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco, Donato D’Ambrosio, l’assessore alla Cultura, Nicolangelo Licursi, la professoressa, Adele Terzano, Giuseppe Cappiello, Francesco Cocco e Antonio Martino che ha accompagnato con la fisarmonica alcuni brani da lui musicati sui testi di Mastrangelo. Accanto alla targa del belvedere è stato piantato anche un alberto come invito a preservare e a custodire la memoria e anche alcune piante di basilico, il simbolo di una pianta che per l’artista aveva molteplici significati. Tanta emozione ma, soprattutto, consapevolezza di qualcosa di “dovuto” da parte del paese e di tutti i santacrocesi sparsi nel mondo, come in Venezuela da dove il professore, Michele Castelli, che ha condiviso questa iniziativa, ha inviato uno scritto. La famiglia, con un intervento significativo della figlia Carolina sulla figura dell’amato padre, ha ringraziato di cuore l’amministrazione e tutte le persone che hanno condiviso e partecipato all’iniziativa.

Di seguito si riporta la riflessione che Pasquale Licursi ha preparato in occasione dell’intitolazione e che descrive il senso di questa giornata indimenticabile: “Una giornata importante e significativa in particolar modo per la comunità santacrocese che ha dedicato uno dei luoghi più belli ad un artista e uomo che non solo rappresenta Santa Croce di Magliano ma lo è in ogni sua sfumatura. Pietro Mastrangelo ha dedicato la sua intera vita alla cultura popolare e alla poesia degli umili. Attraverso le sue tele e le sue poesia ha rappresentato nel profondo la cultura di una comunità e di un popolo. Famoso oltre i confini del suo paese. Ogni santacrocese possiede un quadro di Mastrangelo ed ogni santacrocese si sente rappresentato dall’artista di Via Fico. Oltre a lasciare un patrimonio di opere e poesia ha trasmesso valori umani profondi e sinceri. Umiltà, ottimismo, rispetto, hanno fatto di lui un esempio e un punto di riferimento. Mai vanitoso e sempre tra la gente la sua bottega era aperta a tutti. E tutti lo amavano e gli volevano bene. Nel corso della sua lunga vita ha rappresentato in maniera sublime il mondo dei contadini, la sua terra, le tradizioni e la cultura. Un vero e proprio percorso antropologico che oggi rappresenta una vera e propria enciclopedia. Un omaggio, dunque, meritato e giusto. Da oggi il belvedere di Santa Croce di Magliano sarà “Belvedere Pietro Mastrangelo” e rappresenta davvero un gesto qualificante e giusto. Pietro Mastrangelo, così, non sarà mai dimenticato. Sarà anche motivo di riflessione e preghiera. Intitolare un luogo, una strada, un angolo a cittadini che hanno qualificato e valorizzato il territorio rappresenta un gesto importante e giusto. Necessario. Così come non dimenticare quanti hanno garantito al nostro mondo un po’ di luce e conoscenza. E il belvedere è davvero un posto bellissimo dove ricordare Pietro Mastrangelo”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi