Pubblicato: giovedì 11 aprile, 2019 - Tempo di lettura: 1 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Detenuto morto nel carcere di Isernia, rinviati a giudizio i compagni di cella

Il Giudice per le udienze premilinari del tribunale di Isernia ha rinviato a giudizio tre persone per l’omicidio di Fabio De Luca, 45enne romano trovato in fin di vita in una cella del carcere di Ponte San Leonardo e morto, dopo alcuni giorni, all’ospedale Cardarelli di Campobasso. Gli imputati condividevano con la vittima luoghi e tempi del regime carcerario. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il 45enne, detenuto per rapina, non è morto per una caduta accidentale dalla branda, ma per i traumi, riscontrati dall’autopsia, provocati da un pestaggio. Uno dei tre imputati ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato, la prima udienza è fissata al 2 luglio prossimo. Per gli altri due imputati si procederà con rito ordinario presso la Corte d’Assise di Campobasso, il 24 ottobre prossimo la prima udienza. La famiglia De Luca si è costituita parte civile. La morte del 45enne risale all’autunno del 2014.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi