Pubblicato: domenica 10 febbraio, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Formazione professionale, la Uil: sul nuovo bando qualcuno dia risposte

Perché pubblicare un avviso d’iscrizione per la formazione di 12 persone come operatore di call center da parte della 3G SPA e della Trend– di cui la metà da assumere- quando in azienda lavorano già circa 25 persone con contratti a termine? La domanda arriva da Gianni Andreola della Uilcom, che dopo la pubblicazione del bando si pone e pone alcuni interrogativi. “la uil non è ovviamente contraria alle politiche di incentivazione dell’occupazione, ma ci sono almeno tre interrogativi che avrebbero bisogno di una risposta da parte dei diretti interessatI: l’Azienda, l’ente di formazione e la Regione Molise. Come mai è stato pubblicato un nuovo bando per la formazione di altri operatori, quando ci sono persone che hanno già partecipato ai 2 bandi analoghi, pubblicati in precedenza dalla Regione Molise. Quali garanzie la 3G offre a questi lavoratori a fronte delle previste nuove assunzioni. E sempre alla 3G la Uilcom – pur non dichiarandosi contraria alle assunzioni – domanda anche come mai vuole procedere a nuove assunzioni mentre tiene ancora congelato il TFR dei dipendenti fino al 2020, in virtù di un accordo concluso per scongiurare i licenziamenti, maturato a seguito dell’annunciata situazione di crisi economica che non le consentiva di tenere in servizio tutto il personale. Gianni Andreola si rivolge anche al Trend, ente di formazione, contestando i paletti fissati per la partecipazione al corso, ossia che i partecipanti non debbano aver avuto negli ultimi 12 mesi rapporti di lavoro con la 3G SPA. Se un ente usufruisce di fondi pubblici- dice Andreola- dovrebbe garantire a tutti di partecipare alle iniziative con essi finanziati. L’ultima domanda il sindacalista la rivolge al presidente Donato Toma e all’Assessore al Lavoro Luigi Mazzuto: nel momento in cui la regione molise ha finanziato il terzo bando, ha per caso tenuto conto degli esiti dei due precedenti? Ossia, il nuovo bando è stato finanziato perché i precedenti hanno portato realmente all’occupazione dei partecipanti? Perchè se così fosse, si vorrebbe che i risultati venissero resi pubblici,visto che si tratta di misure specificamente rivolte a favorire l’occupazione. Sulle questioni sollevate la Uilcom chiede l’apertura di un tavolo di confronto perché siano chiariti gli aspetti controversi di questa vicenda e siano fornite le dovute spiegazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi