Pubblicato: lunedì 14 gennaio, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Campobasso – La candidatura a sindaco ‘avvitata’ alle primarie del Partito democratico

Parola d’ordine: guardarsi intorno. E’ questa l’indicazione più frequente, per chi in vista delle prossime elezioni non ha ancora preso una strada. Mi sto guardando intorno, un modo per non rispondere e buttarla un po’ in caciara anche per non scoprire le carte in anticipo e tenersi pronti allo scatto in vista del traguardo.

Manca troppo tempo all’appuntamento elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Campobasso ma, in mezzo,si gioca una partita che può risultare determinante per il risultato stesso delle amministrative.

Le primarie del partito democratico sono agganciate alla scelta del candidato sindaco del centrosinistra e l’esito per la conquista della segreteria regionale del maggiore partito della coalizione avrà un peso decisivo nella scelta delle candidature.

Potrebbe averlo in misura più evidente per il sindaco uscente Antonio Battista, che ha speso la sua firma per appoggiare la corsa di Michele Durante alla segreteria. E va da sé che nell’epoca in cui i like e i mi piace sotto i post su facebook decidono amicizie e alleanze, il sostegno del sindaco ha un peso specifico paragonabile a centinaia di follower in un colpo solo.

Stefano Buono e Vittorino Facciolla, hanno in comune con l’attuale presidente del consiglio solo il sostegno al candidato alla segreteria nazionale Nicola Zingaretti.

Sul cammino di Battista, che ha lasciato intendere di volersi ricandidare, potrebbe trovarsi Pierpaolo Nagni. L’ex Idv a novembre si è iscritto al partito democratico. Operazione, dicono fonti interne al partito, riconducibile a Roberto Ruta. L’ex assessore regionale non ha mai fatto mistero di nutrire una forte aspirazione per la poltrona più alta di palazzo San Giorgio. Ma al momento appare difficile che l’ex senatore voglia mettere in contrapposizione proprio uno dei suoi fedelissimi, Battista appunto che lo aveva seguito pure nell’avventura di Molise 2.0, e lo stesso Nagni, un tempo proconsole di Ruta.

Sto valutando, ha dichiarato l’assessore azzerato, Salvatore Colagiovanni. Che più di qualcuno in queste settimane ha dato in cammino verso posizioni civiche di centrodestra. Tra pochi giorni deciderò, ha tergiversato Pino Libertucci, consigliere comunale in carica che ha annunciato di non voler rinnovare l’iscrizione al Pd, ma di avere comunque idea di fare qualcosa.

Anche nel centrodestra è vicino il momento del fischio d’inizio per giocare la partita delle candidature. Ma qui la platea sembra meno affollata e, soprattutto, la scena meno confusa. Tutti abbottonati, comunque, perché ormai si sa: chi entra papa in conclave esce cardinale

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi