Pubblicato: giovedì 20 settembre, 2018 - Tempo di lettura: 3 min.

Quagliariello sfida il governo Conte: “Flat tax, infrastrutture e questione meridionale in Finanziaria”

di GIOVANNI MINICOZZI

Manovra finanziaria, aree interne, spopolamento, emergenza e ricostruzione post terremoto, infrastrutture viarie e ferroviarie e flat tax sono i temi affrontati in questa intervista dal senatore Gaetano Quagliariello, fondatore del movimento politico “Idea ” stabilmente collocato nel centrodestra ma non pregiudizialmente ostile al governo Lega- M5s.
Questo governo va incalzato, non va condannato a priori. È ridicolo fare gli ostruzionismi perché questo governo mette la fiducia quando il Pd aveva messo la fiducia persino sulla Legge elettorale – ha dichiarato il senatore Gaetano Quagliariello – quello che noi faremo è, appunto, quello di incalzarlo. Io credo che si possano rispettare i conti facendo alcune cose importanti ad esempio: la Fondazione che io presiedo ha fatto una proposta, quella di una flat tax cioè di una tassa unica perché la flat tax, lo deve sapere il M5s, non sono le tre aliquote di cui parlano ma è un’aliquota unica e, ovviamente, chi ha di più paga di più, chi ha di meno paga di meno – ha spiegato ancora il senatore – Il costo dell’operazione viene completamente coperto dall’extra gettito che si può prevedere. Questo è, diciamo con l’approvazione dei maggiori economisti , uno dei temi sui quali noi daremo battaglia“.

– Abruzzo, Molise e in genere le regioni del Sud soffrono anche di una atavica difficoltà nei collegamenti stradali e ferroviari. Il ministro per il Mezzogiorno Barbara Lezzi ha annunciato che in finanziaria ci sarà una norma che prevede il 34% degli investimenti di Anas e Ferrovie destinato alle regioni del sud .

Sì, le infrastrutture che mancano al Mezzogiorno sono ovviamente strade e ferrovie ma non solo. Ci sono anche infrastrutture immateriali che oggi sono assai più importanti. In molte zone di queste regioni non è possibile fare nemmeno una telefonata mentre noi stiamo parlando di tecnologia avanzata. Come è possibile competere, ad esempio, in un ambito come il turismo? Io credo, poi, che sia necessario prevedere misure per favorire gli investimenti. Diciamo le cose come stanno: c’è una vera e propria emergenza per le aree interne del sud. Oggi stiamo assistendo a un progressivo spopolamento delle zone interne verso le coste con danni per l’interno, che rischia di rimanere il paese dei vecchi perché gli indici demografici stanno crollando, e danni anche per le coste che non hanno le infrastrutture materiali e sociali per poter reggere questa evasione. Dunque, la questione meridionale si sta ampliando e approfondendo perché allo squilibrio tra nord e sud quello si sovrappone quello tra aeree interne e fascia costiera“.

– Esiste anche un problema legato al recente terremoto del Basso Molise.

Il dramma , la tragedia del ponte di Genova ha coperto un dramma minore ma che comunque c’è stato ed è quello del terremoto in Molise che è ancora, diciamo, sconosciuto, nelle aule parlamentari. Per quel che mi riguarda, mi impegnerò su questo tema e porterò la discussione nelle aule parlamentari sia per un maggior finanziamento dello stato di emergenza sia per la successiva ricostruzione che dovrà essere rapida e non come quella del sisma di San Giuliano di Puglia o dell’Abruzzo ferme al palo“.
Fin qui le dichiarazioni del Senatore Gaetano Quagliariello. Per correttezza, dobbiamo precisare che il deputato del M5S Antonio Federico ha già presentato un’interrogazione in aula sul terremoto di agosto del Basso Molise. Ora attendiamo che l’intera delegazione parlamentate molisana si impegni per approvare una legge di stabilita che tuteli le tante necessità di questa Regione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi