Pubblicato: martedì 31 Dicembre, 2013 - Tempo di lettura: 1 min.

Terremoto, chiuse due chiese a Bojano. Lo sciame sismico si attenua

di  GIOVANNI DI TOTA

Le chiese di Santa Maria e San Nicola chiuse per precauzione. A Bojano, dopo i controlli dei tecnici del comune e della protezione civile, è stato deciso di approfondire le verifiche ai due luoghi di culto.

In alcune zone della città, sono state segnalate crepe ai muri delle case. Tuttavia, in nessun caso, è stata decisa l’inagibilità dei palazzi.

Alle pendici del Matese, Bojano appunto, San Massimo e Campitello e, dal lato opposto Guardiaregia, Sepino, Campochiaro e San Polo, la scossa di domenica pomeriggio ha fatto più paura che altrove. In quell’area, hanno rilevato gli scienziati, la voce del terremoto è stata anche sentita: il rombo avvertito dei cittadini iscritti al servizio ‘Hai sentito il terremoto?’ che l’Istituto di geofisica ha creato per monitorare in tempo reale gli effetti dei terremoti corrisponde quasi alla perfezione con la zona dell’epicentro individuata dai sismografi.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese

Gli oggetti sono caduti dalle mensole e dalle credenze nel raggio di 10-20 chilometri, mentre gli infissi e i lampadari hanno oscillato nel raggio di 25 chilometri in una lingua di terra che si spinge fino al Gargano e che si allunga verso sud fino a Napoli e Gaeta.

Le mappe dimostrano anche che spostandosi verso la Campania le vibrazioni risultano amplificate, un dato che conferma quanto già rilevato in occasioni di sismi precedenti. Attività sismica ancora presente nella notte, con scosse solo strumentali, una decina. Tutto nella norma, ripetono i geologi. Intanto, sempre nella fascia appenninica oggi nuove scosse si sono registrate tra Ascoli Piceno e Macerata. La vergogna, intanto, scorre su face book, dove i messaggi terremoto pensaci tu, e morirete come gli scarafaggi, hanno di nuovo invaso la rete. I mittenti del nord saranno denunciati con una class action

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi