Rionero Sannitico – Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Fri, 05 Jun 2020 20:17:14 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 Il senatore Ortis attacca Salvini: arriva in Molise per tentare di confondere le acque https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/06/05/il-senatore-ortis-attacca-salvini-arriva-in-molise-per-tentare-di-confondere-le-acque/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=il-senatore-ortis-attacca-salvini-arriva-in-molise-per-tentare-di-confondere-le-acque https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/06/05/il-senatore-ortis-attacca-salvini-arriva-in-molise-per-tentare-di-confondere-le-acque/#respond Fri, 05 Jun 2020 20:17:14 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145779 “Con il consueto stile di confondere le acque, il senatore Salvini pensa bene di fare tappa in Molise nel post lock-down. Una visita, tuttavia, che non è servita a proporre soluzioni ai tanti problemi della nostra regione, per i quali bene avrebbe fatto a spendersi, bensì per rivendicare la restituzione delle poltrone nella Giunta del governatore Toma”. Questo il commento del portavoce al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, dopo la visita di ieri di Salvini a Rionero Sannitico, seguita da un incontro “segreto” con il presidente della Regione. Al centro, la tribolata questione dell’assessorato alla Lega, “occupato per due anni con una figura esterna – ha aggiunto il senatore – che in Molise ricordiamo solo per aver aggravato i costi della politica, non certo per aver risolto i problemi attinenti alle deleghe a lui affidate. Un’azione di ‘moral suasion’, in pratica, che dimostra come Salvini ancora una volta predichi bene e razzoli male: dopo i famigerati giorni del Papeete e la rinuncia alle poltrone ministeriali di cui tanto si vanta – affonda Ortis – trova il tempo di andare in giro a risolvere piccole beghe di partito invece di impegnarsi in Parlamento per fare proposte che aiutino gli italiani a uscire davvero dalla crisi, come dice di saper fare”.

“Il mio auspicio – conclude – è che anche Salvini, dal pulpito dell’opposizione, si impegni con sobrietà e soprattutto serietà nel dare un contributo valido al Paese nel difficile momento, se realmente ne è capace: i molisani e gli italiani hanno bisogno di tutto, fuorché di poltrone e strapuntini”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/06/05/il-senatore-ortis-attacca-salvini-arriva-in-molise-per-tentare-di-confondere-le-acque/feed/ 0
Botulino al Veneziale, stanno male due coniugi di Rionero Sannitico https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/09/12/botulino-al-veneziale-stanno-male-due-coniugi-di-rionero-sannitico/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=botulino-al-veneziale-stanno-male-due-coniugi-di-rionero-sannitico https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/09/12/botulino-al-veneziale-stanno-male-due-coniugi-di-rionero-sannitico/#respond Tue, 12 Sep 2017 03:55:07 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=111245

Botulino al Ferdinando Veneziale. Nel pomeriggio una coppia di anziani coniugi settantenni provenienti da Rionero si è presentata al Pronto Socorso, manifestando i classici segni del botulismo. Si tratta di un’infezione micidiale provocata dall’ingestione di cibi non conservati con tutte le precauzioni necessarie. E i due anziani hanno riferito di stare male da qualche giorno, dopo aver mangiato dei fagiolini conservati in un barattolo sott’olio. Praticamente la classica infezione da botulino, una tossina mortale che trova il suo ambiente naturale nei cibi conservati male. Subito i sanitari del Pronto Soccorso hanno individuato le cause della patologia e qui bisogna sottolineare la grande professionalità dei medici isernini che hanno scoperto immediatamente di cosa si trattava e questo potrebbe salvare la vita dei due coniugi. Infatti non è semplice individuare le infezioni da botulino, spesso confuse con altri tipi di patologia. È stato informato l’Istituto Superiore di Sanità che ha inviato a Isernia il siero necessario alla terapia e di due coniugi sono entrambi stati ricoverati in Rianimazione, con il marito che sta peggio rispetto alla moglie. Le prossime ore saranno decisive per verificare se i due ce la faranno a salvarsi.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/09/12/botulino-al-veneziale-stanno-male-due-coniugi-di-rionero-sannitico/feed/ 0
Rionero Sannitico, il libro dell’ex sindaco Ferdinando Carmosino https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/04/29/rionero-sannitico-il-libro-dellex-sindaco/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rionero-sannitico-il-libro-dellex-sindaco https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/04/29/rionero-sannitico-il-libro-dellex-sindaco/#respond Sat, 29 Apr 2017 16:51:34 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=107685

Un giorno lungo 200 anni, è il titolo scelto dell’ex sindaco di Rionero Sannitico Ferdinando Carmosino per il libro dedicato alla storia del suo paese. Un tuffo nel passato per riscoprire i fatti e raccontare i personaggi che hanno caratterizzato il periodo che va dal 1706 al 1906. La presentazione del libro è in programma nella chiesa Madre di Rionero, a partire dalle ore 18.30. “Questo – ha spiegato l’autore – è solo il primo di una serie di lavori che intendo realizzare, grazie ai tantissimi documenti che, per passione, ho raccolto negli ultimi anni. Il mio vuole essere un omaggio al paese, ma anche ‘un regalo’ per le generazioni future, affinché si mantenga viva la nostra storia”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2017/04/29/rionero-sannitico-il-libro-dellex-sindaco/feed/ 0
Armi abbandonate in un fienile, indagano i Carabinieri di Rionero Sannitico https://www.ilgiornaledelmolise.it/2015/04/29/armi-abbandonate-in-un-fienile-indagano-i-carabinieri-di-rionero-sannitico/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=armi-abbandonate-in-un-fienile-indagano-i-carabinieri-di-rionero-sannitico https://www.ilgiornaledelmolise.it/2015/04/29/armi-abbandonate-in-un-fienile-indagano-i-carabinieri-di-rionero-sannitico/#respond Wed, 29 Apr 2015 09:29:03 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=77376 A Rionero Sannitico, all’interno di un fienile, che i Carabinieri della locale Stazione hanno accertato essere appartenuto ad una persona deceduta da oltre venti anni, sono stati rinvenuti due moschetti a ripetizione manuale, calibro 7,35 e calibro 6,5, nonché una pistola a tamburo calibro 10,9. Sulle armi, che sono state sottoposte a sequestro, sono in corso ulteriori indagini  per accertare a che periodo risalgono e per quale motivo fossero state custodite in quel vecchio fienile.  I Carabinieri della compagnia di Venafro hanno inoltre identificato l’autore del furto di un carrello elevatore, avvenuto alcuni giorni fa presso un magazzino del nucleo industriale Isernia-Venafro. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, e quelli della Stazione di Filignano, avevano già denunciato per ricettazione un 48enne, titolare di una piccola azienda, che era stato trovato in possesso del mezzo. Ora gli stessi Carabinieri hanno denunciato anche l’autore materiale del furto: si tratta di un 35enne di Isernia, che aveva effettuato dei lavori di manutenzione  presso i magazzini dove era custodito il carrello elevatore, impossessandosi delle chiavi di accesso. La refurtiva, del valore di circa diecimila euro, è stata restituita al legittimo proprietario.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2015/04/29/armi-abbandonate-in-un-fienile-indagano-i-carabinieri-di-rionero-sannitico/feed/ 0
Si abbassa i pantaloni davanti alla barista, denunciato 25enne di Sesto Campano https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/11/06/si-abbassa-i-pantaloni-davanti-alla-barista-denunciato-25enne-di-sesto-campano/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=si-abbassa-i-pantaloni-davanti-alla-barista-denunciato-25enne-di-sesto-campano https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/11/06/si-abbassa-i-pantaloni-davanti-alla-barista-denunciato-25enne-di-sesto-campano/#respond Thu, 06 Nov 2014 11:53:52 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=63062 A conclusione di una serie di attività condotte dai Carabinieri su tutto il territorio della Provincia di Isernia nelle ultime ore, sei persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per reati in materia di stupefacenti, possesso di banconote false, atti osceni in luogo pubblico e violazioni in materia di sicurezza stradale, operati anche vari sequestri. Nel dettaglio, a poche ore dall’arresto di uno spacciatore, eseguito ad Isernia, con il sequestro di oltre cento dosi di hashish, a Rionero Sannitico, i Militari della locale Stazione hanno denunciato un pregiudicato, 30enne di Napoli, per detenzione illegale di sostanze stupefacenti e possesso di banconote false. Il giovane alla guida di un’autovettura, per altro priva di copertura assicurativa, veniva sorpreso con alcune dosi di hashish e banconote false da cinquanta euro, occultate all’interno del veicolo. La droga, le banconote e l’autovettura venivano sottoposti a sequestro, mentre continuano le indagini per accertare a chi fossero destinati sia lo stupefacente che il denaro contante. Ad Agnone, i carabinieri del posto, hanno denunciato un 20enne trovato in possesso di alcuni dosi di marijuana, sottoposte a sequestro. A Sesto Campano, un 25enne del luogo, è stato invece denunciato dai militari della locale Stazione, per atti osceni in luogo pubblico. Il giovane nei pressi di un bar, alla presenza della cassiera, si abbassava i pantaloni commettendo così atti osceni. A Venafro, un 50enne del luogo, è stato denunciato dai militari della locale Stazione per inosservanza ad un provvedimento emesso nei suoi confronti dalla competente Autorità Giudiziaria, mentre ad Isernia un 54enne di Gallo Matese, in provincia di Caserta, è stato denunciato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile poiché utilizzava un’autovettura già sottoposta a sequestro e affidatagli in custodia giudiziaria. Infine sempre ad Isernia, un 35enne del posto, titolare di una sala scommesse e slot-machine, è stato denunciato per aver utilizzato un impianto di video sorveglianza abusivo in luogo aperto al pubblico, in quanto allestito in assenza delle prescritte autorizzazioni della direzione territoriale del lavoro.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/11/06/si-abbassa-i-pantaloni-davanti-alla-barista-denunciato-25enne-di-sesto-campano/feed/ 0
Rionero. Taglia legna in un bosco sottoposto a vincolo, imprenditore denunciato dalla Forestale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/10/01/rionero-taglia-legna-in-un-bosco-sottoposto-a-vincolo-imprenditore-denunciato-dalla-forestale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rionero-taglia-legna-in-un-bosco-sottoposto-a-vincolo-imprenditore-denunciato-dalla-forestale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/10/01/rionero-taglia-legna-in-un-bosco-sottoposto-a-vincolo-imprenditore-denunciato-dalla-forestale/#respond Wed, 01 Oct 2014 12:09:54 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=59935 Deturpamento di bellezze naturali e violazione del vincolo paesaggistico: sono le accuse contestate al titolare di una ditta boschiva di Castel San Vincenzo, che ha tagliato un bosco di proprietà privata caratterizzato da particolare pregio naturalistico ed ambientale. Per tali ragioni l’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia dagli uomini del comando stazione Forestale di Forlì del Sannio. Il bosco in questione, ubicato in località “Solere” del Comune di Rionero Sannitico, aveva un’estensione di cinquemila metri quadrati, la metà di un campo di calcio, e un’età di circa sessanta anni. Dai controlli in sopralluogo e dalla verifica della documentazione sono emerse molteplici irregolarità, a cominciare dalla data di inizio dei lavori di taglio, che non è stata comunicata, come previsto per legge, dall’impresa boschiva al Corpo forestale dello Stato e ad altri Enti, al fine di consentire i controlli di polizia forestale durante i lavori. Ma soprattutto dai rilievi è emerso che il bosco in questione non aveva raggiunto la maturità utile per il taglio, e prima di poterlo tagliare era indispensabile attendere almeno altri quaranta anni circa. Il taglio, così come è stato effettuato, ha perciò determinato un impoverimento del bosco, dove sono rimasti in piedi solo settanta alberi di cerro distribuiti su tutta la superficie, determinando un grave danno paesaggistico ed ambientale.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/10/01/rionero-taglia-legna-in-un-bosco-sottoposto-a-vincolo-imprenditore-denunciato-dalla-forestale/feed/ 0
Rionero Sannitico. La Forestale sequestra fabbricato abusivo https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/09/27/rionero-sannitico-la-forestale-sequestra-fabbricato-abusivo/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rionero-sannitico-la-forestale-sequestra-fabbricato-abusivo https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/09/27/rionero-sannitico-la-forestale-sequestra-fabbricato-abusivo/#respond Sat, 27 Sep 2014 11:23:40 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=59520 Nell’ambito dei controlli territoriali finalizzati alla tutela ed alla conservazione ambientale il personale del comando stazione Forestale di Forlì del Sannio ha proceduto al sequestro di un fabbricato abusivo, realizzato nella frazione Montalto di Rionero Sannitico. Durante un controllo effettuato agli inizi di settembre, eseguito anche con l’ausilio di appositi software, una pattuglia del Corpo forestale dello Stato ha individuato una struttura edilizia che, in seguito agli accertamenti, è risultata essere completamente priva di autorizzazione. Dagli accertamenti è emerso che un sessantatreenne, su un terreno di sua proprietà e nelle adiacenze di un fabbricato preesistente, aveva realizzato una struttura in legno con copertura a due falde estesa una ventina di metri quadri. Da ulteriori accertamenti svolti presso l’ufficio tecnico comunale è emersa la mancanza del permesso di costruire e di altri titoli autorizzativi, e quindi l’assoluta abusività dell’opera. Gli agenti Forestali hanno posto sotto sequestro la struttura e deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria, che ha convalidato il sequestro. L’abusivismo edilizio è un fenomeno tristemente diffuso nel nostro Paese, che causa non pochi danni al patrimonio paesaggistico e culturale, comportando talvolta un notevole degrado.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/09/27/rionero-sannitico-la-forestale-sequestra-fabbricato-abusivo/feed/ 0
Rionero Sannitico. Trasportavano rifiuti sospetti, due romeni denunciati dai Carabinieri https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/03/07/rionero-sannitico-trasportavano-rifiuti-sospetti-due-romeni-denunciati-dai-carabinieri/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rionero-sannitico-trasportavano-rifiuti-sospetti-due-romeni-denunciati-dai-carabinieri https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/03/07/rionero-sannitico-trasportavano-rifiuti-sospetti-due-romeni-denunciati-dai-carabinieri/#respond Fri, 07 Mar 2014 12:45:55 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=43618 Blitz dei Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia, contro il fenomeno dello smaltimento illecito di rifiuti pericolosi per la salute pubblica e più in generale contro l’inquinamento ambientale che deturpa le bellezze naturali del territorio. Nelle ultime ore una pattuglia di militari della Stazione di Rionero Sannitico, ricadente nel territorio di competenza della Compagnia di Isernia, ha intercettato lungo la strada statale che lambisce il piccolo centro, un furgone Ford Transit, che trasportava circa dieci quintali di rifiuti speciali, in particolare rottami ferrosi e altri materiali inquinanti. I responsabili, due cittadini di origine rumena, un 44enne ed un 21enne, entrambi domiciliati a Villa Literno nel casertano, con vari precedenti di reato, sprovvisti di autorizzazione relativa alla gestione, allo smaltimento e al trasporto dei rifiuti, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria. Sulla provenienza e la destinazione del mezzo con il relativo carico, finiti sotto sequestro, sono ora in corso ulteriori indagini. Nell’ottobre scorso furono i militari del Nucleo Investigativo di Isernia a scoprire e a sottoporre a sequestro un’area adibita a discarica abusiva di circa mille metri quadri, nei pressi di una zona boschiva della periferia cittadina, dove erano stati sversati oltre venti quintali di rifiuti speciali alcuni dei quali anche di natura pericolosa, mentre nello scorso mese di febbraio a Poggio Sannita, tre persone del posto furono denunciate per smaltimento illecito di rifiuti speciali, in quanto furono sorpresi mentre da un camion sversavano circa dieci quintali di materiali inquinanti all’interno di un terreno. Anche in quest’ultima circostanza sia il mezzo utilizzato che i rifiuti furono sottoposti a sequestro. Tali operazioni a dimostrazione della particolare attenzione da parte dei Carabinieri impegnati quotidianamente anche per contrastare i reati di criminalità ambientale con particolare riferimento alle zone protette da severi vincoli paesaggistici come quelle della provincia “pentra”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2014/03/07/rionero-sannitico-trasportavano-rifiuti-sospetti-due-romeni-denunciati-dai-carabinieri/feed/ 0
Incidente sulla Isernia-Castel di Sangro, un morto e due feriti gravi https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/06/03/incidente-sulla-isernia-castel-di-sangro-un-morto-e-due-feriti-gravi/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=incidente-sulla-isernia-castel-di-sangro-un-morto-e-due-feriti-gravi https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/06/03/incidente-sulla-isernia-castel-di-sangro-un-morto-e-due-feriti-gravi/#respond Mon, 03 Jun 2013 12:19:42 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=20765 L’incidente si è verificato tra la galleria Collacchio e il viadotto Ripa, sulla superstrada Isernia-Castel di Sangro, nel territorio di Forlì del Sannio. Ha perso la vita Eugenio Trione, 52 anni. Residente a Rionero Sannitico, ma originario del Venafrano, viveva per motivi di lavoro a Castel di Sangro. Gravemente ferito il figlio di otto anni, in viaggio con lui sulla Lancia Y: ha riportato lesioni alla milza e fratture agli arti. Gravissime anche le condizioni di una donna di 29 anni, originaria di Acquaviva d’Isernia, alla guida di una Peugeot 306. Ricoverata all’ospedale Veneziale, è stata sottoposta a un intervento chirurgico per ridurre un’emorragia all’addome. La prognosi è riservata. Sulle cause dell’incidente indagano i Carabinieri della stazione di Forlì del Sannio e del Nucleo radiomobile della compagnia di Isernia, sul posto insieme ai Vigili del fuoco, al 118 e al personale dell’Anas. La dinamica è complessa, ancora tutta da chiarire. Stando ai primi rilievi effettuati dai militari dell’Arma, si presume che una delle due utilitarie coinvolte nell’incidente sia sbandata in galleria, finendo prima contro il muro e la barriera, poi sulla corsia opposta insieme all’altra auto. L’impatto è stato violentissimo: la Y e la 306 si sono letteralmente accartocciate. Per Trione purtroppo non c’è stata via di scampo. Da quanto si è appreso la donna stava scendendo a Isernia per andare a lavorare all’esattoria, mentre non si è ancora capito se il 52enne fosse diretto a Castel di Sangro oppure verso Isernia. L’uomo, già anestesista dell’ospedale abruzzese, in seguito a un altro incidente in cui rimase gravemente ferito alcuni anni fa, era stato trasferito al distretto sanitario del centro sangrino, dove coordinava un settore amministrativo. Lavorava anche in due studi di oculistica a Venafro e Castel di Sangro. Intanto sulle condizioni del bambino il primario del pronto soccorso di Isernia, Lucio Pastore, denuncia la situazione paraddosale causata dai tagli alla sanità: “Per il bimbo – ha detto – dovevano intervenire contemporeanamnete i reparti di chirurgia e ortopedia, invece si è stati costretti a operare in due fasi e in due ospedali diversi, a discapito del paziente”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/06/03/incidente-sulla-isernia-castel-di-sangro-un-morto-e-due-feriti-gravi/feed/ 0
Rionero: quattro cani uccisi con i bocconi avvelenati, indaga la Forestale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/04/30/rionero-quattro-cani-uccisi-con-i-bocconi-avvelenati-indaga-la-forestale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rionero-quattro-cani-uccisi-con-i-bocconi-avvelenati-indaga-la-forestale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/04/30/rionero-quattro-cani-uccisi-con-i-bocconi-avvelenati-indaga-la-forestale/#respond Tue, 30 Apr 2013 08:05:33 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=18353 Quattro cani avvelenati a Rionero Sannitico. Le morti, presumibilmente causate da bocconi avvelenati, sono state segnalate  al Comando Stazione Forestale di Forlì del Sannio. Che ha subito avviato i controlli su tutto il territorio.  Il personale appartenente al Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Isernia e dell’Aquila  ha congiuntamente perlustrato un’ampia zona a ridosso delle due province limitrofe, ricadente nei Comuni di Castel di Sangro, Montenero Val Cocchiara e Rionero Sannitico. Le operazioni di controllo sono state espletate con il prezioso ausilio delle unità cinofile facenti parte del Nucleo Cinofili Antiveleno del progetto Life Antidoto e del personale veterinario dell’Asrem di Isernia. L’uso dei bocconi avvelenati, sottolineala Forestale, è uno dei sistemi più atroci utilizzati per uccidere gli animali selvatici, non solo perché non selettivo, ma anche perché causa gravissime sofferenze agli animali che ne restano vittime.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2013/04/30/rionero-quattro-cani-uccisi-con-i-bocconi-avvelenati-indaga-la-forestale/feed/ 0