Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Sun, 29 Mar 2020 10:35:35 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 Emergenza sociale ed economica, il Vescovo celebra alla Caritas di Termoli. “La Chiesa in aiuto delle fragilità” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/emergenza-sociale-ed-economica-il-vescovo-celebra-alla-caritas-di-termoli-la-chiesa-in-aiuto-delle-fragilita/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=emergenza-sociale-ed-economica-il-vescovo-celebra-alla-caritas-di-termoli-la-chiesa-in-aiuto-delle-fragilita https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/emergenza-sociale-ed-economica-il-vescovo-celebra-alla-caritas-di-termoli-la-chiesa-in-aiuto-delle-fragilita/#respond Sun, 29 Mar 2020 10:17:44 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141269 L’emergenza nell’emergenza. Di chi già vive una situazione di fatica e di fragilità e ora si confronta con i limiti e le distanze imposti per contenere il rischio di contagio. Ma anche con le nuove povertà e richieste che arrivano da chi non sta lavorando e, in mancanza di un reddito, non può provvedere anche alle primarie necessità. Vicinanza, conforto e segni di prossimità da parte della Chiesa che sul territorio, in vari modi, cerca di sostenere e accompagnare chi si trova nel bisogno non solo materiale. Il Vescovo di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, ha voluto celebrare una messa nella cappella della Cittadella della carità nel centro storico di Termoli dove le suore, gli operatori e i volontari della Caritas hanno messo a punto varie iniziative per condividere i servizi offerti per fronteggiare tante forme di disagio sociale in un momento così delicato in cui le richieste aumentano e vanno rapportate alle nuove disposizioni.

Un segno di vicinanza – ha osservato il vescovo in diretta Facebook – per sostenere anche l’impegno che la Chiesa diocesana porta avanti per tutti coloro che, nella loro fragilità, vivono le conseguenze della situazione che viviamo”.

Una rete sociale che coinvolge la Caritas, i parroci, le amministrazioni comunali e le associazioni del territorio da Termoli al resto del Basso Molise in base a quelle che sono le emergenze principali. Richieste sempre più frequenti che arrivano da chi non ha una casa a chi cerca, semplicemente, una parola di conforto e una preghiera.

Suor Lidia Gatti, direttore della Caritas di Termoli-Larino ha evidenziato così il senso di un lavoro di rete aperto alla collaborazione. Ogni giorno la mensa Caritas offre un pasto caldo a chi si vive una situazione di difficoltà e sostiene le attività per i senzatetto nel dormitorio allestito dal Comune nella palestra della scuola Schwaitzer. L’ascolto resta fondamentale per non far sentire ancora più solo chi vive una situazione difficile e non ha una famiglia. “È importante rilevare, mettere in evidenza che oggi, più che mai, la vita è un dono da salvare” ha affermato suor Lidia Gatti, direttrice della Caritas.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/emergenza-sociale-ed-economica-il-vescovo-celebra-alla-caritas-di-termoli-la-chiesa-in-aiuto-delle-fragilita/feed/ 0
Youpol, l’app della Polizia per smartphone per segnalare reati violenti tra le mura di casa https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/youpol-lapp-della-polizia-per-smartphone-per-segnalare-reati-violenti-tra-le-mura-di-casa/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=youpol-lapp-della-polizia-per-smartphone-per-segnalare-reati-violenti-tra-le-mura-di-casa https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/youpol-lapp-della-polizia-per-smartphone-per-segnalare-reati-violenti-tra-le-mura-di-casa/#respond Sun, 29 Mar 2020 10:03:05 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141264 Youpol l’app della Polizia di Stato per smartphone si aggiorna prevedendo la possibilità di segnalare i reati violenti che si consumano tra le mura domestiche.
Nel periodo di emergenza Covid-19 la maggior parte dei cittadini resta a casa in ottemperanza alle indicazioni governative. Per garantire la massima accessibilità al pronto intervento della Polizia di Stato, l’applicazione si aggiorna prevedendo la possibilità di segnalare i reati di violenza domestica con le stesse modalità e caratteristiche delle altre tipologie di segnalazione.
Ideata per contrastare bullismo e spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole, l’app è caratterizzata dalla possibilità di trasmettere messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato.
Le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate, ma è possibile per l’utente modificare il luogo dove sono avvenuti i fatti. E’ inoltre possibile dall’app chiamare direttamente il 113. Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla Sala Operativa della Questura competente per territorio.
Per chi non vuole registrarsi fornendo i propri dati, è prevista la possibilità di segnalare in forma anonima.
Anche chi è stato testimone diretto o indiretto – per esempio i vicini di casa – può ovviamente denunciare il fatte all’autorità di polizia, inviando un messaggio anche con foto e video.
L’applicativo, nato dalla ferma convinzione che ogni cittadino è parte responsabile ed attiva della vita democratica del Paese, è facilmente installabile su tutti gli smartphone e tablet accedendo alle piattaforme per i sistemi operativi IOS e Android.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/29/youpol-lapp-della-polizia-per-smartphone-per-segnalare-reati-violenti-tra-le-mura-di-casa/feed/ 0
Covid 19, a Campobasso 9 nuovi casi. L’aggiornamento del sindaco Gravina. Il video https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/covid-19-a-campobasso-9-nuovi-casi-laggiornamento-del-sindaco-gravina-il-video/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=covid-19-a-campobasso-9-nuovi-casi-laggiornamento-del-sindaco-gravina-il-video https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/covid-19-a-campobasso-9-nuovi-casi-laggiornamento-del-sindaco-gravina-il-video/#respond Sat, 28 Mar 2020 19:17:12 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141262

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/covid-19-a-campobasso-9-nuovi-casi-laggiornamento-del-sindaco-gravina-il-video/feed/ 0
Al via un disegno di legge per la sanità molisana, Iorio: “Chiedo condivisione di tutti i sindaci” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/al-via-un-disegno-di-legge-per-la-sanita-molisana-iorio-chiedo-condivisione-di-tutti-i-sindaci/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=al-via-un-disegno-di-legge-per-la-sanita-molisana-iorio-chiedo-condivisione-di-tutti-i-sindaci https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/al-via-un-disegno-di-legge-per-la-sanita-molisana-iorio-chiedo-condivisione-di-tutti-i-sindaci/#respond Sat, 28 Mar 2020 17:06:12 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141256 L’ex governatore Michele Iorio è intervenuto sulla sanità in Molise.
“Nella tarda mattinata di oggi – ha detto – ho inviato una lettera aperta al sindaco di Larino, Giuseppe Puchetti che, a sua volta, si è fatto portavoce comunicando la mia missiva a tutti i sindaci del Molise raggruppati in una chat.
Iorio ha spiegato che la lettera contiene, in allegato, un disegno di legge su cui ha lavorato in questi mesi, insieme ad altri colleghi, per fissare “le linee guida dell’organizzazione della rete ospedaliera e della rete dell’emergenza in Molise”.
“Una riorganizzazione – ha sottolineato – che guarda oltre il momento straordinario che stiamo vivendo a causa del Covid – 19, ma proprio questa pandemia ne ha accentuato la necessità. Un’azione che, ora più che mai, risulta improcrastinabile. Siamo in piano di rientro da 12 anni. Si sono succeduti governi nazionali di ogni colore politico. In Molise si sono alternati al governo due coalizioni. Per troppo tempo abbiamo sospeso il nostro diritto costituzionale a dotarci di un’organizzazione del sistema sanitario molisano”.
“E’ arrivato il momento di trattare con il governo nazionale per difendere il diritto alla salute dei molisani. E per avere forza – ha detto ancora il consigliere regionale di maggioranza – la trattativa deve basarsi non su una petizione ma su una legge regionale”.
Per questo motivo Michele Iorio ha dichiarato di voler condividere con tutti i sindaci la proposta di legge che presenterà in Consiglio regionale non appena avranno espresso una loro opinione a riguardo.
“Le riforme, quelle serie, vanno condivise in primis con chi vive a diretto contatto con il territorio e – ha rimarcato – conosce i bisogni dei cittadini. L’attuazione dei vari POS approvati dal tavolo Tecnico Interministeriale con la Regione Molise hanno profondamente modificato la nostra organizzazione sanitaria con la rete ospedaliera stravolta dalla chiusura e/o dal ridimensionamento di presidi, unità operative e servizi. Il Molise si è ritrovato, di fatto, impossibilitato ad adottare percorsi assistenziali per garantire il trattamento adeguato, tempestivo ed efficace sia di patologie ordinarie che di quelle tempo dipendenti”.
E’ doveroso, secondo Iorio,, che la Regione Molise intervenga per riappropriarsi e ripristinare i disposti costituzionali adottando con urgenza una Legge Regionale che tenga nuovamente conto delle reali esigenze sanitarie della popolazione seguendo linee guida stabilite in base alla struttura orografica del territorio e ai nuovi parametri epidemiologici, andando incontro in definitiva alle esigenze della popolazione. Linee guida che l’ex governatore ha così riassunto:
– il presidio ospedaliero Cardarelli di Campobasso: DEA II livello integrato con Gemelli SpA, centro Hub regionale;
– P.O. di Isernia e Termoli: centri Spoke;
– P.O. di Agnone: presidio di zona disagiata;
– Stabilimenti di Venafro e Larino (funzionalmente collegati rispettivamente ai P.O. di Isernia e Termoli): centri di primo soccorso, medicina, lungodegenza e riabilitazione ospedaliera, Casa della salute.
“Nei giorni scorsi – ha detto ancora Michele Iorio – ho apprezzato molto l’iniziativa dei 100 sindaci che hanno chiesto, invano, la riorganizzazione ospedaliera durante l’emergenza da Covid – 19 mentre con rammarico osservo che la posizione del Presidente-Commissario Toma è diversa se non antitetica. Speriamo che cambi idea finchè si è in tempo. Allora – ha concluso l’ex governatore – mi rivolgo ai sindaci perché tutti insieme, con loro in prima linea, possiamo riscrivere le regole della nostra sanità per il “dopo Covid” tornando così ad occuparci della nostra terra e a riappropriarci dei nostri diritti”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/al-via-un-disegno-di-legge-per-la-sanita-molisana-iorio-chiedo-condivisione-di-tutti-i-sindaci/feed/ 0
Addio a Francesco Giampietri, apostolo di ”Bellezza e Poesia” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/addio-a-francesco-giampietri-apostolo-di-bellezza-e-poesia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=addio-a-francesco-giampietri-apostolo-di-bellezza-e-poesia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/addio-a-francesco-giampietri-apostolo-di-bellezza-e-poesia/#respond Sat, 28 Mar 2020 17:03:36 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141252 A 36 anni ci lascia oggi Francesco Giampietri, un filosofo, uno studioso e un poeta, nostro corregionale. Così giovane, era già professore di Filosofia moderna e cultura letteraria e Storia del pensiero contemporaneo all’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. Aveva collaborato all’opera di Umberto Eco “La filosofia e le sue storie. L’età moderna”, ha scritto moltissimo di filosofia per “addetti ai lavori “, ma è poi approdato alla Narrativa con Lettere e disarmonia, edito da Giulio Perrone. Ha fondato numerose associazioni in questo nostro Molise perché la Bellezza, la Poesia, potessero arrivare al maggior numero di persone con il loro potere di curare l’anima. Ha fatto tanto, è stato tanto. Nelle parole di chi lo ha conosciuto si legge quanto abbia arricchito la vita di molti, quante lacrime accompagnino il suo ricordo, quanto sia stata una persona straordinaria nella accezione anche di qualcosa che sfugge all’ordinario, l’inafferrabile dolcezza di certi cuori. In questi giorni di dolore e riflessione, ci faccia pensare la considerazione che i poeti, che non sono solo quelli che compongono versi, non vivono invano, facciamo che non muoiano nemmeno invano, leggiamoli, oggi più di sempre. Anche solo visitando la sua pagina Facebook, un mezzo che in questi giorni ci tiene vicini, scoprirete quanto può essere confortante esistere, quanto può esserlo anche in trincea, anche nella lotta. So che ci ricorderemo di te e che troveremo il modo di rendere onore al tuo essere stato, al tuo passaggio lieve ma potente. Certe tue parole suonano ora come una tua richiesta a tutti noi a cercare il buono sempre, proprio dove è più difficile trovarlo. Grazie. (Greta Rodan)

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/addio-a-francesco-giampietri-apostolo-di-bellezza-e-poesia/feed/ 0
Decreto Covid-19: prorogata la scadenza di carte d’identità, patenti e permessi di soggiorno https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/decreto-covid-19-prorogata-la-scadenza-di-carte-didentita-patenti-e-permessi-di-soggiorno/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=decreto-covid-19-prorogata-la-scadenza-di-carte-didentita-patenti-e-permessi-di-soggiorno https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/decreto-covid-19-prorogata-la-scadenza-di-carte-didentita-patenti-e-permessi-di-soggiorno/#respond Sat, 28 Mar 2020 16:37:20 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141248 Non poter uscire di casa per poter svolgere le normali attività quotidiane ha avuto come conseguenza anche quella di non poter provvedere al rinnovo di atti amministrativi e autorizzazioni in scadenza. Ci ha pensato il decreto legge del 17 marzo, emanato per far fronte all’emergenza Covid-19. A ricordarlo è il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina. E allora, chiunque abbia un documento di identità scaduto dal 17 marzo in poi, avrà tempo fino al 31 agosto per rinnovarlo. Fino a quella data, resterà valido, ma non per l’espatrio: la data di scadenza resta quella indicata sul documento. Stesso discorso e data di proroga per le patenti di guida italiane e per il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori. Tutti i certificali, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020. Rientrano tra questi, i permessi di soggiorno, le autorizzazioni o le licenze per il trasporto di merci o di persone previste dal Codice della strada o da norme speciali; le autorizzazioni sanitarie per il trasporto di animali o alimenti; le autorizzazioni per il trasporto di rifiuti; l’attestato per guidare autotreni ed autoarticolati con carico superiore a 20 tonnellate, rilasciato ai conducenti che abbiano compiuto sessantacinque anni; l’attestato per guidare autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati, autosnodati adibiti al trasporto di persone, rilasciato ai conducenti che abbiano compiuto sessanta anni. Per i veicoli con revisione scaduta al 17 marzo o che scade entro il 31 luglio 2020, è consentita la circolazione fino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la visita di revisione. Scadenza posticipata di 30 giorni anche per le polizze assicurative in scadenza fino al 31 luglio: nel frattempo restano comunque valide. E questo anche nel caso di polizze assicurative rateizzate in 6 mesi o periodiche. 

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/decreto-covid-19-prorogata-la-scadenza-di-carte-didentita-patenti-e-permessi-di-soggiorno/feed/ 0
Emergenza Coronavirus, il Comune di Trivento attiva il Centro Operativo Comunale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/emergenza-coronavirus-il-comune-di-trivento-attiva-il-centro-operativo-comunale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=emergenza-coronavirus-il-comune-di-trivento-attiva-il-centro-operativo-comunale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/emergenza-coronavirus-il-comune-di-trivento-attiva-il-centro-operativo-comunale/#respond Sat, 28 Mar 2020 16:06:16 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141244 Emergenza Coronavirus, il Comune di Trivento attiva il Centro Operativo Comunale. Il sindaco Pasquale Corallo, con un’ordinanza provvede all’attivazione temporanea del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), presso la sede del Comune in via Torretta 6, per assicurare l’assistenza alla popolazione, per tutto il periodo connesso all’emergenza epidemiologica, alle seguenti funzioni di supporto: Tecnico-scientifica, Pianificazione; Sanità, Assistenza sociale e Veterinaria; Volontariato; Materiali e Mezzi; Servizi essenziali; Censimenti danni a persone e cose; Strutture operative locali e viabilità; Telecomunicazioni; Assistenza alla popolazione e attività scolastiche. La struttura, così individuata, andrà a supporto dell’Autorità Comunale di Protezione civile. Sempre nell’ordinanza, si fa presente che il sindaco dispone gli interventi di somma urgenza, avvalendosi delle eventuali deroghe disposte dalle ordinanze sindacali e governative di Protezione civile. In sostituzione del sindaco per temporanea indisponibilità supplisce in tutte le funzioni il vice sindaco, Sandra Stinziani, mentre tutte le attività saranno supportate dal segretario comunale, Pasquale De Falco. I contatti di riferimento del Comune: 087487341, Pasquale Corallo 3387451632 ; Sandra Stinziani 3391208905; email: segreteria@comunetrivento.it; settoretecnico@comunetrivento.it;  settoreragioneria@comunetrivento.it; Pec: protocollo.trivento@pec.it.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/emergenza-coronavirus-il-comune-di-trivento-attiva-il-centro-operativo-comunale/feed/ 0
Coronavirus, posti letto dei privati in soccorso della sanità pubblica https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/coronavirus-posti-letto-dei-privati-in-soccorso-della-sanita-pubblica/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=coronavirus-posti-letto-dei-privati-in-soccorso-della-sanita-pubblica https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/coronavirus-posti-letto-dei-privati-in-soccorso-della-sanita-pubblica/#respond Sat, 28 Mar 2020 12:13:11 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141221

Privati in soccorso della sanità pubblica. Per combattere il Coronavirus, in Molise non esisterà più la distinzione tra sanità pubblica e privata. È la sostanza del decreto firmato dal commissario Giustini che prevede che saranno liberate risorse per il settore pubblico coinvolgendo a vari livelli i privati accreditati. In particolare, saranno coinvolte tre strutture “No Covid”, ovvero Villa Maria a Campobasso, Villa Ester a Bojano e Igea Medica ad Isernia per un totale di 76 posti letto. Per i pazienti Covid invece, saranno a disposizione 4 posti di Terapia Intensiva al Neuromed e 13 posti al Gemelli Molise S.p.A., di cui 10 in Malattie Infettive e 3 di Terapia Intensiva, ricavati dalle sale operatorie. Lunedì prossimo, 30 marzo, ci sarà la firma dei contratti con l’Asrem che fornirà farmaci e dotazioni di sicurezza. In sostanza Neuromed, Cattolica, Igea, Villa Ester e Villa Maria, in un momento drammatico ed epocale come quello che sta vivendo il Molise, con l’impennata dei casi positivi e dei decessi, si sono dette pronte a fornire da subito un aiuto concreto alla sanità pubblica e non solo per quel che riguarda l’ospedale di Larino. In pratica, una disponibilità totale a fornire il proprio aiuto tutti insieme, ognuno per la sua parte. Solidarietà verso una sanità regionale che sta arrivando al limite. Infatti tra poco non ci saranno più posti al Cardarelli e bisognerà per forza guardare verso altre strutture, ma personale e mezzi scarseggiano. Ecco scendere in campo i privati, pronti a dare una mano, ma anche perchè lo permette il decreto Cura Italia, all’articolo sei, dove si stanziano i fondi e si autorizzano le Asl ad acquistare servizi e posti letto presso i privati accreditati.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/coronavirus-posti-letto-dei-privati-in-soccorso-della-sanita-pubblica/feed/ 0
Prevenire il contagio, stretta sui controlli in Basso Molise: sanzioni e verifiche https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/prevenire-il-contagio-stretta-sui-controlli-in-basso-molise-sanzioni-e-verifiche/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=prevenire-il-contagio-stretta-sui-controlli-in-basso-molise-sanzioni-e-verifiche https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/prevenire-il-contagio-stretta-sui-controlli-in-basso-molise-sanzioni-e-verifiche/#respond Sat, 28 Mar 2020 12:00:41 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141239 L’obiettivo è quello di contenere il rischio di infezione con una stretta sui controlli e sulle misure disposte a livello nazionale. Basso Molise sotto osservazione per capire come evolverà la mappa del contagio. Posti di blocco lungo le strade principali che collegano Termoli al resto del territorio ma anche in tutti i paesi per limitare gli spostamenti e garantire solo quelli necessari con una stretta ancora maggiore a Montenero in zona rossa.

Polizia stradale e commissariato, Carabinieri, Guardia di Finanza, polizia municipale dislocati nei punti strategici e fino al casello di Termoli dell’autostrada A14, principale snodo anche per i collegamenti con le altre regioni sotto il coordinamento del questore di Campobasso Giancarlo Conticchio.

L’invito alla responsabilità si rinnova anche in questo fine settimana che porta diverse famiglie a fare la spesa nei supermercati con un invito a limitare le uscite all’indispensabile rispetto a chi ogni giorno continua indifferente a uscire anche solo per un piccolo acquisto o un salto al tabacchi e non rispetta le prescrizioni utili per il bene di tutti.

Continua anche l’approvvigionamento di generi alimentari per coloro che si trovano in quarantena. A Termoli l’amministrazione comunale, con i volontari del Sae 112 distribuisce cibo a chi in questi giorni è costretto in casa. L’emergenza e la solidarietà. L’invito del  sindaco Francesco Roberti con assessori e Centro Operativo Comunale che continuano a monitorare le richieste che giungono in municipio. L’assessore Barile fa sapere che si registra sempre di più la richiesta di generi alimentari da parte di famiglie che non potendo lavorare non riescono più ad arrivare a fine mese e a provvedere a beni di prima necessità. Grazie all’intesa raggiunta da tempo con il Banco Alimentare di Pescara, è possibile soddisfare anche queste esigenze. Tutti possono collaborare.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/prevenire-il-contagio-stretta-sui-controlli-in-basso-molise-sanzioni-e-verifiche/feed/ 0
Isernia. In giro per la città senza valide giustificazioni, raffica di controlli e sanzioni dei Carabinieri https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/isernia-in-giro-per-la-citta-senza-valide-giustificazioni-raffica-di-controlli-e-sanzioni-dei-carabinieri/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-in-giro-per-la-citta-senza-valide-giustificazioni-raffica-di-controlli-e-sanzioni-dei-carabinieri https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/isernia-in-giro-per-la-citta-senza-valide-giustificazioni-raffica-di-controlli-e-sanzioni-dei-carabinieri/#respond Sat, 28 Mar 2020 11:55:13 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=141224 Le verifiche nei confronti di chi era all’esterno senza validi motivi hanno fatto emergere spesso giustificazioni fantasiose.
Nel corso del fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno controllato innumerevoli persone, automezzi e negozi, alcune sono state sanzionate perché non avevano validi motivi per essere in circolazione e avevano posto in essere significative violazioni ai decreti che disciplinano l’emergenza. Tra di loro: un giovane 25enne ha riferito di essere fuori di casa per andare dalla fidanzata; altri ragazzi fermati in auto mentre giravano alla ricerca di un bar per prendere un caffè; un uomo di 57anni fermato alla guida della propria autovettura nell’ambito cittadino ha riferito che andava a comprare le sigarette quando invece proprio sotto la sua abitazione, così come accertato, sono presenti distributori automatici di tabacchi funzionanti e riforniti; un ragazzo 27enne in pieno centro storico passeggiava lamentandosi di essere esasperato dalla lunga permanenza in casa ed un altro 30enne che riferiva di essere diretto da un suo amico per condividere il pranzo; una motivazione particolare addotta ai militari, soprattutto dagli automobilisti più giovani, è risultata quella di doversi recare, in orario notturno, a casa di amici per giocare insieme ad una console.
In particolare nel corso dei controlli fatti in tarda serata in un piccolo centro limitrofo un giovane alla guida di una autovettura ha avuto un comportamento sospetto, quindi immediatamente i militari hanno ritenuto opportuno approfondire gli accertamenti e lo hanno trovato in possesso di circa 4 grammi di sostanza stupefacente, motivo per il quale è stato segnalato alla locale Prefettura per il possesso dell’illecita sostanza e alla autorità giudiziaria perché da approfondimenti è risultato privo di qualsiasi legittimo motivo a stare in circolazione.
In questo periodo i Carabinieri del Comando Compagnia di Isernia forniscono anche supporto a quelle strutture vitali, come le farmacie, per agevolare le quali hanno provveduto a far giungere presso le abitazioni di alcuni cittadini che ne necessitavano, medicinali, che per oggettive difficoltà non sarebbero potute essere consegnati in tempi rapidi, consentendo così di fornire un sollievo ed un aiuto concreto al benessere di quelle persone che, oggi più che in altri periodi, sono da tutelare e difendere, gli anziani e tutti coloro non sono autosufficienti.
I servizi continuano con controlli mirati sul territorio allo scopo di prevenire ed eventualmente sanzionare condotte illegali ma soprattutto nel tentativo di sensibilizzare e responsabilizzare tutte i cittadini della provincia verso forme di collaborazione e solidarietà considerato il particolare momento di emergenza nazionale. L’Arma infatti grazie alla capillare distribuzione sul territorio dei propri presidi in questo momento difficile sta garantendo non solo la consueta fermezza nei confronti di chi trasgredisce ma anche una costante opera di rassicurazione sociale e di affettuosa presenza fra la gente.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/03/28/isernia-in-giro-per-la-citta-senza-valide-giustificazioni-raffica-di-controlli-e-sanzioni-dei-carabinieri/feed/ 0