Politica – Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Fri, 23 Oct 2020 15:53:17 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 Boom di contagi in Molise, il Pd attacca Toma: “Solo decisioni inconcludenti” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/23/boom-di-contagi-in-molise-il-pd-attacca-toma-solo-decisioni-inconcludenti/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=boom-di-contagi-in-molise-il-pd-attacca-toma-solo-decisioni-inconcludenti https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/23/boom-di-contagi-in-molise-il-pd-attacca-toma-solo-decisioni-inconcludenti/#respond Fri, 23 Oct 2020 15:53:17 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154143 Sull’aumento dei casi in Molise il Pd attacca il governatore Toma. “L’assistenza territoriale deve essere necessariamente riorganizzata – afferma la consigliera Micaela Fanelli – mentre si prendono decisioni inconcludenti e si fanno investimenti errati. Per prima cosa è fondamentale aumentare il numero dei centri prelievo e di analisi sul territorio”.
Per la Fanelli bisogna inoltre prevedere il servizio per effettuare i tamponi in più aree del territorio in modo tale da evitare che continuino ad esserci punti in cui si verifica una massiccia concentrazione, come è avvenuto negli ultimi giorni. 
Anche il segretario del Pd Vittorino Facciolla parla di “tanti errori commessi” mentre – afferma – servirebbe agire in fretta”. Poi lancia una proposta: lasciare il Cardarelli come esclusivo ospedale Covid e trasformare gli ospedali di Termoli e Isernia in due spoke covid free dove poter accogleire i pazienti con tutte le altre patologie garantendo assistenza e interventi”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/23/boom-di-contagi-in-molise-il-pd-attacca-toma-solo-decisioni-inconcludenti/feed/ 0
Recovery Fund, Toma: “Governo si confronti con Regioni” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/recovery-fund-toma-governo-si-confronti-con-regioni/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=recovery-fund-toma-governo-si-confronti-con-regioni https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/recovery-fund-toma-governo-si-confronti-con-regioni/#respond Thu, 22 Oct 2020 11:25:30 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154088 “Ho chiesto al ministro Amendola di fissare un metodo per confrontarci sui progetti del Recovery Fund. Se noi abbiamo da proporre opere strategiche per la regione dobbiamo avere la possibilita’ di interloquire attivamente con il Governo. Ossia un metodo di confronto e condivisione e relativo cronoprogramma. Ne stiamo gia’ discutendo: direi che 210 miliari di euro di recovery fund vanno comunque investiti nelle regioni con la loro condivisione sulle strategie”. Lo spiega all’ANSA il presidente della Regione Molise Donato Toma alla vigilia della Conferenza Stato-Regioni a Roma.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/recovery-fund-toma-governo-si-confronti-con-regioni/feed/ 0
Caso Amazon, Cammilleri (Cosib): “C’è la trattativa, il progetto è già a buon punto” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/un-anno-e-mezzo-alla-guida-del-cosib-cammilleri-sono-soddisfatto-abbiamo-fatto-tanto-e-lasciamo-un-consorzio-sano-e-in-fase-di-sviluppo/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=un-anno-e-mezzo-alla-guida-del-cosib-cammilleri-sono-soddisfatto-abbiamo-fatto-tanto-e-lasciamo-un-consorzio-sano-e-in-fase-di-sviluppo https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/un-anno-e-mezzo-alla-guida-del-cosib-cammilleri-sono-soddisfatto-abbiamo-fatto-tanto-e-lasciamo-un-consorzio-sano-e-in-fase-di-sviluppo/#respond Thu, 22 Oct 2020 11:12:45 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154084  Il ‘caso Amazon’ torna alla ribalta in Molise. Nelle ultime ore le dichiarazioni di Gianfranco Cammilleri, fino ad oggi presidente del Cosib, danno una concreta speranza. Se oggi c’è stato silenzio è perché “la società che si è interfacciata direttamente con noi, ha chiesto – dice Cammilleri – massima riservatezza riguardo questa prima fase di trattativa.
Posso confermare che una “società di Logistica”, che lavora in ambito internazionale, stava cercando un’area per un nuovo insediamento nella zona costiera dell’Abruzzo. Quando siamo venuti a conoscenza di ciò ci è sembrato giusto contattare la Società stessa e proporre anche il nostro sito industriale che non ha certo nulla da invidiare agli altri. Ci sono stati numerosi contatti via Skype ma anche riunioni “in presenza” che ci hanno consentito di esaltare la nostra realtà. Tutto ciò ha portato a una richiesta ufficiale per un insediamento nell’area consortile.
“Al momento – ha detto ancora Cammilleri – la società sta effettuando le verifiche sui terreni prescelti; si tratta di un’area di circa 22 ettari all’interno del comprensorio del Consorzio. Naturalmente spetterà alla nuova Governance portare avanti queste relazioni e concludere questo progetto che oggi è già a buon punto”.

Ad un anno e mezzo dal suo insediamento come Presidente del Consorzio per lo Sviluppo Valle del Biferno, Gianfranco Cammilleri tira le somme e fa una panoramica sui risultati ottenuti.
Il suo mandato è capitato in uno dei momenti più difficili della storia economica nazionale sul quale si è poi inserita l’emergenza Covid; tutto ciò ha messo a grande rischio molte Imprese determinando anche la chiusura definitiva di tantissime attività in tutta Italia. Nonostante ciò, il quadro complessivo che emerge dal Nucleo Industriale di Termoli è tutto sommato positivo.

“La maggior parte delle aziende ha sofferto – spiega il Presidente che oggi 22 ottobre vede scadere il suo incarico – ma ha anche saputo assorbire l’impatto della crisi dovuta alla pandemia, rallentando la produzione oppure riconvertendola in virtù delle nuove richieste di mercato; alcune ad esempio, in fase di lockdown, hanno prodotto materiali utili al comparto sanitario. Ovviamente anche i nostri uffici non si sono fermati neanche per un giorno; infatti, gli Impianti di depurazione ed il Laboratorio hanno proseguito regolarmente il lavoro in presenza, mentre per gli Uffici è stato adottato lo smart working. Così facendo e con il rispetto di tutti i parametri di sicurezza, il Cosib ha continuato a garantire assistenza e continuità nell’erogazione di servizi.

Il Cosib si è focalizzato nello svolgimento del suo ruolo primario ovvero quello di soggetto erogante servizi di qualità a supporto delle aziende insediate. Abbiamo posto – continua Cammilleri – le basi affinché in futuro si possa potenziare sempre più questo aspetto. E’ ovvio che avremmo voluto fare di più ma è altrettanto ovvio che il Cosib deve rispettare determinati equilibri di bilancio che impediscono di realizzare tutto ciò che avremmo voluto fare.

“Altra nota positiva – spiega Cammilleri – è l’interazione con il Governo regionale retto prima dal Presidente Frattura ed ora dal Presidente Toma. Da quando è stata tracciata la nuova linea di demarcazione della ZES (Zona Economica Speciale) anche la Regione Molise ha dimostrato un rinnovato interesse per il Consorzio Industriale della Valle del Biferno e in questi mesi di mandato non è mai venuto meno
il dialogo con la principale istituzione regionale. L’augurio, quindi, è che questa sinergia di interessi e di intenti possa continuare a
crescere nell’interesse non solo delle tante Aziende ma anche del tessuto economico del Molise costiero e dell’intera regione.
Ai nuovi sindaci ed amministratori va il miglior augurio di Buon Lavoro”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/22/un-anno-e-mezzo-alla-guida-del-cosib-cammilleri-sono-soddisfatto-abbiamo-fatto-tanto-e-lasciamo-un-consorzio-sano-e-in-fase-di-sviluppo/feed/ 0
Il Consiglio regionale approva la legge sulla diffusione delle tecniche di pronto intervento per la disostruzione pediatrica https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/il-consiglio-regionale-approva-la-legge-sulla-diffusione-delle-tecniche-di-pronto-intervento-per-la-disostruzione-pediatrica/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=il-consiglio-regionale-approva-la-legge-sulla-diffusione-delle-tecniche-di-pronto-intervento-per-la-disostruzione-pediatrica https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/il-consiglio-regionale-approva-la-legge-sulla-diffusione-delle-tecniche-di-pronto-intervento-per-la-disostruzione-pediatrica/#respond Wed, 21 Oct 2020 15:24:53 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154057 Si è riunito oggi il Consiglio regionale. La seduta si è svolta in modalità mista, in presenza in Aula e in collegamento da remoto.
L’Assise ha iniziato e concluso l’esame della proposta di legge n. 48, di iniziativa del Consigliere Andrea Di Lucente, avente ad oggetto: “Diffusione tecniche di pronto intervento per la disostruzione pediatrica”. L’illustrazione del provvedimento è stata svolta fatta dal relatore e Presidente della IV Commissione Filomena Calenda, nel dibattito che ne è seguito sono intervenuti, per esprimere le proprie posizioni in merito e motivare l’espressione, di voto i Consiglieri Niro, Primiani, Manzo, Fanelli, Greco, Di Lucente, Cefaratti, Romagnuolo, Pallante e il Presidente della Giunta Toma. La legge è stata quindi approvata con 11 voti favorevoli, 6 contrari e 2 astenuti.
Il testo approvato si propone di sensibilizzare chiunque abbia contatti con neonati e bambini nell’apprendimento delle manovre di disostruzione pediatrica. Nello specifico si prevede che la Regione, nell’ambito della propria competenza in materia di politiche socio-sanitarie, promuova, anche mediante l’attivazione di percorsi formativi e informativi rivolti al maggior numero di persone, la diffusione delle tecniche salvavita, con particolare riferimento a quelle di disostruzione delle vie aeree ed alle manovre di rianimazione cardiopolmonare nei neonati e nei bambini da 0 a 10 anni in ambienti extra-ospedalieri.
La conoscenza di tali pratiche –si spiega nella relazione del propositore- consente di intervenire in tempi celeri dinanzi ad un possibile caso di soffocamento accidentale di un bambino, in attesa che arrivi il personale sanitario del 118.
Nell’articolato si prevede poi che la stessa Regione promuova, anche attraverso protocolli o intese con l’ASReM, con la Federazione Italiana dei Medici Pediatri del Molise, le Associazioni e con i portatori di interesse che si occupano della difesa e della tutela dei diritti dell’infanzia, tutte le iniziative volte a prevenire la morte per soffocamento accidentale dei bambini da zero a dieci anni, nonché a sensibilizzare la formazione del personale docente e non docente degli asili nido e delle scuole dell’infanzia riguardo le tecniche di disostruzione delle vie aeree in età pediatrica e le manovre di rianimazione cardiopolmonare pediatrica di base. Come pure la stessa amministrazione regionale è impegnata a promuovere presso le istituzioni scolastiche, anche attraverso enti che si avvalgono di istruttori e formatori inidoneamente certificati, oppure campagne di sensibilizzazione e diffusione delle linee guida sulle tecniche salvavita rivolte al personale docente e non docente, educatori, genitori e studenti.
Il soffocamento accidentale –si rileva ancora nella relazione che ha accompagnato il provvedimento-, riguarda una fetta consistente della popolazione in età infantile. Secondo le linee di indirizzo del Ministero della Salute per la prevenzione del soffocamento da cibo, in Europa ogni anno muoiono 500 bambini. In Italia, nello specifico, è stato osservato un trend stabile degli incidenti, con circa 1000 ospedalizzazioni all’anno e un’incidenza mortale di 50 bambini l’anno.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/il-consiglio-regionale-approva-la-legge-sulla-diffusione-delle-tecniche-di-pronto-intervento-per-la-disostruzione-pediatrica/feed/ 0
Iorio: “Entro in Fratelli d’Italia per cambiare la rotta della politica regionale” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/iorio-entro-in-fratelli-ditalia-per-cambiare-la-rotta-della-politica-regionale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=iorio-entro-in-fratelli-ditalia-per-cambiare-la-rotta-della-politica-regionale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/iorio-entro-in-fratelli-ditalia-per-cambiare-la-rotta-della-politica-regionale/#respond Wed, 21 Oct 2020 12:00:35 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154033 Il quadro politico regionale si prepara a registrare quella che è al momento la novità più importante dall’inizio della legislatura, la svolta a Destra dell’ex governatore Michele Iorio che conferma il suo passaggio in Fratelli d’Italia. Ho incontrato Giorgia Meloni, dice, per definire il mio percorso di ingresso nel partito nel quale entrerò con tutto il mio gruppo politico.

La legislatura regionale è giunta al giro di boa e Iorio conferma la sua posizione critica nei confronti del governo regionale che, a suo giudizio, ha deluso su molti fronti.

Partendo da questa analisi Iorio spiega il suo passaggio a Fratelli d’Italia. Entro insieme a tutto il mio gruppo per cambiare l’andamento della legislatura, questo il senso del suo discorso.

Resta da capire adesso quale sarà complessivamente la posizione di Fratelli d’Italia rispetto al quadro regionale dove il partito di Giorgia Meloni è parte integrante del centrodestra e dello stesso governo Toma con la presenza in Giunta dell’assessore Quintino Pallante. Potremmo trovraci davanti, tra qualche settimana, un partito come si usa dire utilizzando una vecchia formula, di lotta e di governo.

]]> https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/iorio-entro-in-fratelli-ditalia-per-cambiare-la-rotta-della-politica-regionale/feed/ 0 Regione al giro di boa. Manovre nel centrodestra per il rinnovo delle cariche istituzionali https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/regione-al-giro-di-boa-manovre-nel-centrodestra-per-il-rinnovo-delle-cariche-istituzionali/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=regione-al-giro-di-boa-manovre-nel-centrodestra-per-il-rinnovo-delle-cariche-istituzionali https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/regione-al-giro-di-boa-manovre-nel-centrodestra-per-il-rinnovo-delle-cariche-istituzionali/#respond Mon, 19 Oct 2020 17:30:58 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153959 Manca esattamente un mese al rinnovo di tutte le cariche e i vertici del Consiglio regionale. A partire da quella del Presidente del Consiglio, per seguire con l’ufficio di presidenza e i vertici delle commissioni consiliari. La legislatura regionale, infatti, il prossimo 20 novembre si avvierà verso gli ultimi due anni e mezzo che ne concluderanno la storia, una storia, sul piano politico, fatta di poche luci e molte ombre. Non è un caso, infatti, che al suonare della campana dell’ultimo giro prima della staffetta istituzionale, partiti e movimenti stiano affilando le armi. La partita più importante è quella che si sta giocando in maggioranza, dove all’interno del centrodestra si registra l’iniziativa romana assunta dall’ex governatore Michele Iorio funzionale al suo passaggio con Fratelli d’Italia. Iorio non ha ancora incontrato Giorgia Meloni ma un suo fedelissimo: Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati. Non è un mistero che Iorio sia su posizioni critiche rispetto al governatore Toma, avendo in più di una circostanza aggiunto in aula il suo voto a quello delle opposizioni. Allo stesso tempo non è un mistero come Fratelli d’Italia sia parte integrante del governo Toma e più in generale del centrodestra molisano con la presenza in Giunta dell’assessore Quintino Pallante, tra i pochi politici in circolazione a non aver mai cambiato casacca, essendo rimasto fedele al centrodestra nella buona e, soprattutto nella cattiva sorte. Di certo c’è che l’iniziativa dell’ex governatore non potrà essere ignorata nella prossima fase di riassetto istituzionale. Ma non è solo questa la questione da rilevare, aleggiando sullo sfondo l’incognita principale, quella che riguarda la nomina del nuovo presidente del Consiglio regionale. Anche qui non è un mistero che l’attuale inquilino del piano più alto di Palazzo D’Aimmo, Salvatore Micone, ambisca ad essere riconfermato nel ruolo. Su di lui però pende un carico da undici legato alla scorsa tornata amministrativa che ha visto il presidente Micone scendere personalmente in campo nella competizione elettorale che ha portato alla elezione del nuovo sindaco di Boiano, Carmine Russcetta, e alla sconfitta dell’altra candidata, Maria Cristina Spina, appoggiata invece dallo stesso Micone e dal consigliere regionale Gianluca Cefaratti, marito della candidata. Un fatto, l’appoggio di Micone, che nessuno ha mai contestato palaesemente ma che ha generato mal di pancia in una parte del centrodestra.

Manca un mese ma c’è da giurare che sarà un mese al calor bianco, poiché non sono solo queste le incognite che allignano su Palazzo D’Aimmo ma anche le posizioni di altri consiglieri interni al centrodestra che vanno affrontate e che potrebbero portare ad una più generale palingenesi istituzionale con effetti anche in Giunta.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/regione-al-giro-di-boa-manovre-nel-centrodestra-per-il-rinnovo-delle-cariche-istituzionali/feed/ 0
Mafia e politica: la deputata Occhionero rinviata a giudizio per falso. I difensori: “E’ estranea ai fatti” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/mafia-e-politica-la-deputata-occhionero-rinviata-a-giudizio-per-falso-i-difensori-e-estranea-ai-fatti/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=mafia-e-politica-la-deputata-occhionero-rinviata-a-giudizio-per-falso-i-difensori-e-estranea-ai-fatti https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/mafia-e-politica-la-deputata-occhionero-rinviata-a-giudizio-per-falso-i-difensori-e-estranea-ai-fatti/#respond Mon, 19 Oct 2020 16:50:51 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153977 La deputata di Italia viva Giusy Occhionero è stata rinviata a giudizio per falso dal giudice dell’udienza preliminare di Palermo, Fabio Pilato. Era rimasta coinvolta nell’operazione ‘Passpartout’ della Dda di Palermo, che aveva svelato un intreccio tra la famiglia mafiosa di Sciacca e la politica. La parlamentare avrebbe fatto passare Antonello Nicosia, poi arrestato per mafia, per suo assistente, consentendogli di entrare con lei nelle carceri senza autorizzazione e di avere incontri con i boss. Solo in un secondo momento, dopo tre ispezioni in istituti di pena siciliani, il rapporto di collaborazione sarebbe stato formalizzato. Ai pm, che in principio avevano sentito la Occhionero come persona informata sui fatti, la parlamentare di Campomarino aveva detto di essere all’oscuro delle reali intenzioni di Nicosia, di non aver avuto contezza della doppia personalità dell’uomo, formalmente paladino dei diritti dei carcerati, rivelatosi poi colui che portava all’esterno i messaggi dei boss. Dall’inchiesta è emerso che, oltre a progettare estorsioni e omicidi, Nicosia, attivista Radicale, sedicente docente universitario, entrava e usciva dalle carceri, incontrando anche capimafia al 41 bis. Amareggiati i difensori della deputata Occhionero per la decisione del Gup di Palermo. “Ribadiamo con fermezza che la nostra assistita è del tutto estranea a contesti mafiosi. Siamo fermamente convinti che il GUP aveva tutti gli elementi, di fatto e di diritto, per emettere una sentenza di non luogo a procedere. Illustreremo le nostre ragioni davanti al giudice monocratico, che siamo certi, darà atto della assoluta liceità della condotta della nostra assistita” hanno commentato i legali Giovanni Di Benedetto e Giovanni Bruno. Il processo inizierà il 2 febbraio.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/mafia-e-politica-la-deputata-occhionero-rinviata-a-giudizio-per-falso-i-difensori-e-estranea-ai-fatti/feed/ 0
Maricetta Chimisso nuovo segretario del Partito Democratico di Termoli https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/17/maricetta-chimisso-nuovo-segretario-del-partito-democratico-di-termoli/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=maricetta-chimisso-nuovo-segretario-del-partito-democratico-di-termoli https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/17/maricetta-chimisso-nuovo-segretario-del-partito-democratico-di-termoli/#respond Sat, 17 Oct 2020 06:13:30 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153877 Maricetta Chimisso è il nuovo segretario del Partito Democratico a Termoli. L’ex vicesindaco ha traghettato il circolo cittadino durante il commissariamento, scaturito dalle dimissioni di Antonio Sciandra. A capo di una lista unitaria che ha cercato di mettere insieme le varie anime del partito il nuovo segretario è stato eletto con 92 voti, su 170 iscritti. La Chimisso ha avviato la ‘vertenza Termoli’ per un rilancio della città, a suo avviso, osteggiata dal governo regionale.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/17/maricetta-chimisso-nuovo-segretario-del-partito-democratico-di-termoli/feed/ 0
Jole Santelli, il cordoglio di Toma: “Addio a protagonista indiscussa del mondo politico italiano” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/15/jole-santelli-il-cordoglio-di-toma-addio-a-protagonista-indiscussa-del-mondo-politico-italiano/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=jole-santelli-il-cordoglio-di-toma-addio-a-protagonista-indiscussa-del-mondo-politico-italiano https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/15/jole-santelli-il-cordoglio-di-toma-addio-a-protagonista-indiscussa-del-mondo-politico-italiano/#respond Thu, 15 Oct 2020 11:20:45 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153791 “Ho avuto il piacere e l’onore di conoscere da vicino Jole Santelli, di lavorare con lei fianco a fianco. Di Jole potrei ricordare la tenacia e la combattivita’ che poneva nelle azioni quotidiane, ma soprattutto l’attaccamento al territorio e alla sua gente, la tutela del bene comune, che anteponeva a qualsiasi interesse personale, anche a costo di grande sacrificio”. Così il presdiente della Regione Donato Toma ricorda Jole Santelli, governatrice della Calabria scomparsa per un malore la notte scorsa.

Non solo la Calabria – aggiunge Toma – ma l’intero mondo politico italiano perde una protagonista indiscussa. A nome mio e della Regione Molise esprimo sentito cordoglio e la nostra vicinanza ai familiari”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/15/jole-santelli-il-cordoglio-di-toma-addio-a-protagonista-indiscussa-del-mondo-politico-italiano/feed/ 0
Il consiglio regionale delibera all’unanimità lo studio sulla riforma delle regioni. Micaela Fanelli prima firmataria dell’ordine del giorno https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/14/il-consiglio-regionale-delibera-allunanimita-lo-studio-sulla-riforma-delle-regioni-micaela-fanelli-prima-firmataria-dellordine-del-giorno/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=il-consiglio-regionale-delibera-allunanimita-lo-studio-sulla-riforma-delle-regioni-micaela-fanelli-prima-firmataria-dellordine-del-giorno https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/14/il-consiglio-regionale-delibera-allunanimita-lo-studio-sulla-riforma-delle-regioni-micaela-fanelli-prima-firmataria-dellordine-del-giorno/#respond Wed, 14 Oct 2020 14:33:29 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153760

Una riforma di cui si discute da anni, che oggi si trasforma da valore storico in occasione di confronto istituzionale,  che arricchisce le celebrazioni per il 50°anniversario della istituzione delle Regioni.

Ringrazio l’intero Consiglio regionale del Molise che nel corso della seduta odierna, all’unanimità e con grande maturità, ha approvato l’ordine del giorno di cui sono prima proponente per avviare una nuova e compiuta riflessione sui pro e contro dell’attuale regionalismo, deliberando di commissionare uno studio su un’ipotesi di riforma che, a livello nazionale, parta proprio dalla nostra regione.

A cinquant’anni dalla istituzione delle Regioni, infatti, è giunta l’ora di dare concretezza a questo percorso, diventando noi molisani protagonisti di questo nuovo inizio istituzionale. Una riforma, a mio parere, che diventa ancor più necessaria per risolvere i problemi mai superati, messi ancor più in risalto dalla pandemia, per avere più forza nei confronti dello Stato centrale e in Europa, per l’inizio di una nuova stagione, che dovrà vedere l’Italia e le Regioni capaci di riequilibrare i rapporti ed i diritti tra centro e periferia, città ed aree interne, per garantire più uguaglianza e giustizia sociale in tutti i luoghi.

Una discussione ripresa lo scorso 29 agosto a Termoli, dove, su stimolo del Professor Giovanni Di Giandomenico, si è ragionato sulla possibilità offerta dall’ottavo comma dell’articolo 117 della Costituzione, la cosiddetta cooperazione rafforzata, che offre alle Regioni la libertà di associarsi liberamente, attraverso accordi (bilaterali o plurilaterali) ratificati dalle rispettive leggi regionali, senza necessità di riforme costituzionali, per svolgere insieme alcune funzioni. Senza cancellare le proprie istituzioni, basandosi su meccanismi di gestione simili a quelli europei.

La necessità di approfondire e non cristallizzare scelte, è stato da ultimo rafforzato anche nelle riflessioni dell’ultimo libro del Professor Luigi Picardi, che offre ulteriori spunti di riflessione storici, politici ed istituzionali proprio dal punto di vista della Regione Molise. Perché “le regioni non sono cristalli, e si devono muovere e riconfigurare seguendo le mobilità della storia” (Gambi).

Ma quello che oggi più conta è la necessità di trovare con le riforme i modi per attuare appieno i diritti (l’esercizio di quello alla salute, alla mobilità, al lavoro, alla formazione, ecc.) e ridurre i costi. Ad esempio, in Molise si registra la pressione fiscale più alta d’Italia e questo non può non contare se trattiamo di regionalismo differenziato, cioè di riformare il sistema di prelievo.

Dunque, ancora una volta ringrazio l’intero Consiglio regionale che ha voluto compiere questo primo passo che rappresenta una scelta di merito per effettuare un’analisi degli effetti positivi e negativi (economici, sociali, di competitività territoriale, finanziari) sulla possibilità di realizzazione di organizzazioni regionali nuove, muovendo dal punto di vista dell’interesse della Regione Molise: non subendo, ma scegliendo.

L’ordine del giorno, inoltre, prevede di avviare un’attività di interlocuzione politica con i Presidenti dei Consigli Regionali delle altre Regioni, in particolare quelle confinanti, al fine di verificare l’ipotesi di collaborazioni rafforzate a norma dell’art. 117, 8 comma; e di lavorare d’intesa con la Commissione Parlamentare Bicamerale per le questioni regionali.

Infine un ringraziamento speciale proprio ai professori Di Giandomenico e Picardi, emeriti esponenti della cultura e della visione istituzionale della nostra Regione, che hanno tracciato la strada lungo la quale il Molise può avviarsi verso il futuro, da protagonisti e non da comprimari.

Qui il video del mio intervento in Aula: https://www.facebook.com/249838955068000/posts/3435314679853729/

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/14/il-consiglio-regionale-delibera-allunanimita-lo-studio-sulla-riforma-delle-regioni-micaela-fanelli-prima-firmataria-dellordine-del-giorno/feed/ 0