Enzo Luongo – Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Wed, 21 Oct 2020 10:41:19 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 Truffa delle auto comprate all’estero, indagate 4 persone a Campobasso: scatta il sequestro dei beni https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/truffa-delle-auto-comprate-allestero-indagate-4-persone-a-campobasso-scatta-il-sequestro-dei-beni/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=truffa-delle-auto-comprate-allestero-indagate-4-persone-a-campobasso-scatta-il-sequestro-dei-beni https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/truffa-delle-auto-comprate-allestero-indagate-4-persone-a-campobasso-scatta-il-sequestro-dei-beni/#respond Wed, 21 Oct 2020 10:11:30 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154031 Sequestro preventivo dei beni, chiesto dalla procura guidata da Nicola D’Angelo e disposto dal giudice per le indagini preliminari, per quattro persone del capoluogo indagate per bancarotta fraudolenta, falso e sostituzione di persona, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi e dichiarazioni fraudolente mediante l’uso di fatture per operazioni inesistenti.

L’indagine ha interessato numerose società con sede a Campobasso e ha consentito di scoprire l’esistenza di un complesso sistema illegale nel commercio delle auto da altri paesi europei nel quale si avvicendavano vari prestanome e veniva realizzata falsa documentazione inerente la compravendita delle auto. Venivano create delle società fittizie, gestite dagli indagati, che avevano come unico scopo quello di interporsi fittiziamente nella compravendita delle macchine all’estero al fine di tenere nascosta la società campobassana che invece era la reale acquirente dei mezzi. L’acquisto avveniva in regime di frode Iva che non veniva versata dalle società fittizie. Successivamente le auto venivano immatricolate in Italia con documenti falsi che attestavano che l’ignaro acquirente si era recato in un altro paese europeo per comprare l’auto e che pertanto nulla doveva in termini di Iva in Italia. Le indagini portate avanti grazie alla sinergia tra Agenzia delle Entrate, Squadra Mobile e Guardia di Finanza, hanno accertato per gli indagati un profitto illecito di 312 mila euro.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/truffa-delle-auto-comprate-allestero-indagate-4-persone-a-campobasso-scatta-il-sequestro-dei-beni/feed/ 0
Uno studente positivo al liceo Scientifico di Campobasso, attivata la didattica a distanza per la sua classe https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/uno-studente-positivo-al-liceo-scientifico-di-campobasso-attivata-la-didattica-a-distanza-per-la-sua-classe/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=uno-studente-positivo-al-liceo-scientifico-di-campobasso-attivata-la-didattica-a-distanza-per-la-sua-classe https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/uno-studente-positivo-al-liceo-scientifico-di-campobasso-attivata-la-didattica-a-distanza-per-la-sua-classe/#respond Wed, 21 Oct 2020 09:50:34 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152470

Nella mattinata di oggi, mercoledì 21 ottobre, la dirigente scolastica del Liceo Scientifico Romita di Campobasso, Anna Gloria Carlini, ha informato il sindaco e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise, della riscontrata positività di un alunno del suo Istituto al tampone naso-faringeo Coronavirus, predisponendo, in modo immediato e a scopo precauzionale, per la sola classe dell’alunno, la sospensione delle lezioni in presenza e l’attivazione della didattica a distanza.

“Il Romita – ha dichiarato il sindaco Roberto Gravina – adotterà per una sola classe, per motivi precauzionali, a partire da oggi 21 ottobre e per i prossimi giorni, la didattica digitale integrata.Le famiglie degli alunni interessate a questo provvedimento, così come i docenti, sono state prontamente avvisate dallo stesso istituto e sarà cura della stessa dirigente comunicare loro, successivamente, la data di riavvio della didattica ordinaria. Come di consueto avviene in questi casi, sono state avviate dall’Asrem le più opportune metodiche per procedere, con immediatezza, all’espletamento di una serie di indagini e accertamenti di sua esclusiva competenza. La dirigente scolastica Anna Gloria Carlini ci ha fatto comunque sapere che il ragazzo per il quale è stata accertata la positività, non frequentava già da quasi una settimana le lezioni presso la sede dell’istituto in via Facchinetti. La sollecitudine operativa con la quale ci si coordina in questo genere di occasioni, tra istituzioni amministrative, sanitarie e scolastiche è di certo il miglior modo per vigilare su una situazione che deve essere trattata con assoluta attenzione e cura, così come infatti sta accadendo, garantendo la sicurezza e la tranquillità in primo luogo agli studenti, alle loro famiglie e a tutti quanti operano con professionalità e dedizione nell’ambiente scolastico”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/uno-studente-positivo-al-liceo-scientifico-di-campobasso-attivata-la-didattica-a-distanza-per-la-sua-classe/feed/ 0
Rafforzare la medicina sul territorio, Toma incontra i commissari Giustini e Grossi https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/rafforzare-la-medicina-sul-territorio-toma-incontra-i-commissari-giustini-e-grossi/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rafforzare-la-medicina-sul-territorio-toma-incontra-i-commissari-giustini-e-grossi https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/rafforzare-la-medicina-sul-territorio-toma-incontra-i-commissari-giustini-e-grossi/#respond Wed, 21 Oct 2020 09:35:32 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154028 Rafforzare, mediante misure idonee, la medicina di territorio allo scopo di rispondere in modo appropriato alla richiesta di cura e di assistenza sanitaria che proviene dai cittadini molisani. Ne hanno discusso, a Palazzo Vitale, il presidente della Regione, Donato Toma, il commissario ad acta per la sanità Angelo Giustini e il subcommissario Ida Grossi. “Si tratta di un primo incontro interlocutorio – ha spiegato il governatore – teso ad esplorare tutte le possibilità che abbiamo di mettere in campo soluzioni operative per migliorare l’approccio di primo livello nella medicina territoriale. L’idea è quella di estendere e implementare la risposta ai bisogni dei molisani. È evidente che il tutto debba passare, compatibilmente con le risorse a disposizione, attraverso un riassetto organizzativo che decentri professionalità e servizi sul territorio”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/21/rafforzare-la-medicina-sul-territorio-toma-incontra-i-commissari-giustini-e-grossi/feed/ 0
Covid, procura indaga da mesi dopo esposti. Fascicolo contro ignoti è per abuso d’ufficio. D’Angelo: “No a sensazionalismi” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/covid-procura-indaga-da-mesi-dopo-esposti-fascicolo-contro-ignoti-e-per-abuso-dufficio-dangelo-no-a-sensazionalismi/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=covid-procura-indaga-da-mesi-dopo-esposti-fascicolo-contro-ignoti-e-per-abuso-dufficio-dangelo-no-a-sensazionalismi https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/covid-procura-indaga-da-mesi-dopo-esposti-fascicolo-contro-ignoti-e-per-abuso-dufficio-dangelo-no-a-sensazionalismi/#respond Tue, 20 Oct 2020 16:50:34 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154010 Il fasciolo è aperto da mesi al palazzo di Giustizia di Campobasso e racchiude tutta una serie di esposti arrivati in procura sul tema Covid, sia da familiari di pazienti che dal Codacons. L’ipotesi di reato è l’abuso d’ufficio, ma si tratta di una attività che è in una fase esclusivamente conoscitiva; l’inchiesta è contro ignoti, non ci sono indagati e non ci sono stati sequestri. La delega di indagine è stata affidata ai Nas che hanno acquisito dalla primavera scorsa copie di tutta la documentazione del caso. Alcuni degli esposti riguardano il modus operandi per i ricoveri, l’utilizzo dei posti letto di terapia intensiva, eventuali trasferimenti di pazienti.

La procura si è mossa con estrema serenità”, dice a Telemolise il procuratore Nicola D’Angelo che invita alla “massima prudenza” nel parlare di questa vicenda anche perché “gli operatori sanitari devono poter lavorare con estrema serenità”. “Bisogna evitare di fare sensazionalismo delle notizie perché si rischia di fare più male che bene – è il suo altolà -. Ci muoviamo in punta di piedi e con la massima serenità di valutazione visto che parliamo di una materia nella quale anche gli esperti hanno ancora tanti punti oscuri”. Il procuratore poi ricorda che le segnalazioni che arrivano sul suo tavolo non sono automaticamente di rilevanza penale. “Le valutiamo – spiega -, è una attività generale come mille altre”.

Quanto all’ipotesi di reato avanzata, quella di abuso d’ufficio, va evidenziato che è una ipotesi generica, un fatto più che altro tecnico per poter svolgere determinati approfondimenti e attività di indagine. Sulla vicenda massimo riserbo dai vertici Asrem: con le indagini in corso il direttore generale Oreste Florenzano preferisce non rilasciare dichiarazioni. Commenta invece, con una nota, il Codacons. “Nel nostro esposto presentato ad aprile – dice l’associazione dei consumatori – si chiedeva di accertare la sussistenza di eventuali responsabilita’ penali per le gravi omissioni che potrebbero essere ad oggi la causa dei decessi per il Covid-19 laddove i decessi siano avvenuti per la mancanza di cure adeguate e pertanto per inefficienze attribuibili allo Stato italiano”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/covid-procura-indaga-da-mesi-dopo-esposti-fascicolo-contro-ignoti-e-per-abuso-dufficio-dangelo-no-a-sensazionalismi/feed/ 0
Campobasso presenta la candidatura ufficiale a Capitale Italiana del Libro per il 2021 https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/campobasso-presenta-la-candidatura-ufficiale-a-capitale-italiana-del-libro-per-il-2021/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=campobasso-presenta-la-candidatura-ufficiale-a-capitale-italiana-del-libro-per-il-2021 https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/campobasso-presenta-la-candidatura-ufficiale-a-capitale-italiana-del-libro-per-il-2021/#respond Tue, 20 Oct 2020 14:30:43 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154006 È di 500.000 euro il contributo che il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MIBACT) assegnerà quest’anno alla città che verrà designata come Capitale Italiana del Libro per il 2021.
Tra le città che nei giorni scorsi hanno presentato la propria candidatura ufficiale inviando, come richiesto, una precisa documentazione, c’è anche Campobasso.
“Dopo la qualifica di Città che Legge ottenuta da Campobasso, abbiamo pensato fosse naturale programmare per la nostra città una costante e progressiva attività di promozione della lettura, anche attraverso la partecipazione a progetti di rilevanza nazionale come questa candidatura a Capitale Italiana del libro per l’anno 2021. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Paola Felice – Abbiamo così risposto al bando del Ministero e inviato la candidatura di Campobasso puntando su un progetto che nelle sue linee generali può, intanto, caratterizzare anche per il futuro il ruolo che in questo ambito la nostra città può proporsi di assolvere, diventando fulcro relazionale, centro collettore e fornitore di servizi culturali per l’intera Regione e, in principal luogo, per la costellazione di piccoli comuni di cui essa si compone, non dimenticando che Campobasso è il capoluogo di una regione emblema delle aree interne del Paese.”
Il conferimento da parte del Consiglio dei Ministri del titolo di Capitale Italiana del Libro ha la finalità di favorire progetti, iniziative e attività per la promozione della lettura e avviene a conclusione di un’apposita selezione. Nel 2020, per la prima edizione, la scelta è ricaduta per legge del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, sul Comune di Chiari, situato in provincia di Brescia, tra i più colpiti dalla epidemia da Covid-19.
Sono diverse e tutte autorevoli le candidature presentate per ottenere l’ambita qualifica per il 2021, tra queste spiccano quelle delle città di Napoli, Palermo, Lecce, Cesena.
“Nell’immaginare la candidatura della città di Campobasso a Capitale Italiana del Libro, analizzando il contesto emerge immediatamente la differenza con realtà nazionali più grandi, dove esiste una consolidata tradizione di promozione del libro, anche a livello internazionale, rispetto alla quale difficilmente possiamo e vogliamo competere. – ha precisato l’assessore Felice – Allo stesso tempo, però, la nostra candidatura è animata dalla convinzione che la nostra realtà è rappresentativa di una grande fetta del territorio italiano che sfugge ai circuiti di massa e si caratterizza proprio per la possibilità di promuovere il territorio attraendo interessi diversi legati allo sviluppo di un turismo lento ed esperienziale. In questo senso, Campobasso può rappresentare il Capoluogo, ovvero la Capitale Italiana del Libro, più adatto a rilanciare, proporre e conservare le storie che vengono dai territori trascinando con sé, nell’obiettivo, tutte le realtà locali e nazionali che desiderano restituire alle tradizioni una vera e propria importanza letteraria.”
La candidatura di Campobasso a Città Italiana del Libro 2021 si basa su un’idea progettuale volta a migliorare l’offerta culturale del territorio, favorendo l’inclusione sociale delle fasce più fragili della popolazione quali i bambini, gli anziani, i detenuti e i disabili, contrastando la povertà educativa.
“Per la prima volta, con questa candidatura, ci confrontiamo con realtà culturali che hanno esperienze di sistema in questo settore già consolidate, ma lo facciamo con la consapevolezza di quanto tutto ciò possa rappresentare una necessaria occasione di crescita collettiva. Perché ciò avvenga – ha concluso l’assessore – sarà indispensabile continuare a sviluppare la partecipazione pubblica attraverso il coinvolgimento di tutte le istituzioni presenti sul territorio, delle associazioni del terzo settore e dei soggetti privati che operano nell’ambito della cultura.”

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/campobasso-presenta-la-candidatura-ufficiale-a-capitale-italiana-del-libro-per-il-2021/feed/ 0
Eroi del Covid, Mattarella consegna le onorificenze: c’è anche Francesca Colavita https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/eroi-del-covid-mattarella-consegna-le-onorificenze-ce-anche-francesca-colavita/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=eroi-del-covid-mattarella-consegna-le-onorificenze-ce-anche-francesca-colavita https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/eroi-del-covid-mattarella-consegna-le-onorificenze-ce-anche-francesca-colavita/#respond Tue, 20 Oct 2020 11:44:44 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=154005 Si è svolta questa mattina al Quirinale, la cerimonia di consegna delle onorificenze di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, conferite “motu proprio” dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 3 giugno scorso, a un gruppo di cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunita’ durante l’emergenza del coronavirus. Tra coloro che hanno ricevuto l’onorificenza anche la molisana Francesca Colavita, componente del team dello Spallanzani di Roma che isolò il virus all’inizio dell’anno e che ora lavora alla sperimentazione del vaccino. I riconoscimenti, attribuiti ai singoli, vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarieta’ e dei valori costituzionali. La cerimonia è stata aperta dalla proiezione di un filmato e dall’intervento del Presidente Mattarella.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/20/eroi-del-covid-mattarella-consegna-le-onorificenze-ce-anche-francesca-colavita/feed/ 0
Coronavirus, frena la curva dei contagi: 26 positivi e 2 guariti. La provincia di Isernia la più colpita https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/coronavirus-frena-la-curva-dei-contagi-26-positivi-e-2-guariti-la-provincia-di-isernia-la-piu-colpita/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=coronavirus-frena-la-curva-dei-contagi-26-positivi-e-2-guariti-la-provincia-di-isernia-la-piu-colpita https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/coronavirus-frena-la-curva-dei-contagi-26-positivi-e-2-guariti-la-provincia-di-isernia-la-piu-colpita/#respond Mon, 19 Oct 2020 17:02:12 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153975 Sono 26 i nuovi casi positivi riscontrati dai 719 tamponi processati nella ultime 24 ore. E come accade ormai da giorni è la provincia di Isernia ad essere la più colpita. 2 casi ad Agnone, 7 a Castelpetroso, 1 a Longano, 5 ad Isernia, 3 a Macchia d’Isernia, 1 a Montenero di Bisaccia, 2 a Pesche, 1 a Pettoranello, 1 a Sant’Agapito, 1 a Toro, 1 a Portocannone, 1 a Venafro. 2 i guariti: uno di Colle D’Anchise, l’altro di Campobasso. Sono 423 gli attualmente positivi, 12 i pazienti ricoverati a Malattie infettive, 571 le persone guarite. 26 i deceduti dall’inizio dell’emergenza.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/coronavirus-frena-la-curva-dei-contagi-26-positivi-e-2-guariti-la-provincia-di-isernia-la-piu-colpita/feed/ 0
Campobasso – Il Comune stipula il contratto per la redazione del Piano urbano della mobilità sostenibile https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/campobasso-il-comune-stipula-il-contratto-per-la-redazione-del-piano-urbano-della-mobilita-sostenibile/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=campobasso-il-comune-stipula-il-contratto-per-la-redazione-del-piano-urbano-della-mobilita-sostenibile https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/campobasso-il-comune-stipula-il-contratto-per-la-redazione-del-piano-urbano-della-mobilita-sostenibile/#respond Mon, 19 Oct 2020 16:22:30 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153967 Il Comune di Campobasso ha stipulato il contratto con la società che si occuperà della redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) dell’Area Urbana di Campobasso avviando, così, le attività che porteranno l’Area Urbana, formata dai Comuni di Campobasso, Ferrazzano e Ripalimosani, a dotarsi di uno strumento fondamentale per la pianificazione della mobilità per i prossimi 10 anni. “Nella redazione del Piano– ha dichiarato l’assessore alla Mobilità del Comune di Campobasso, Simone Cretella – un ruolo fondamentale e trasversale alle diverse attività lo avrà il percorso di partecipazione e comunicazione, che si svilupperà in più fasi, dall’individuazione dei vari portatori di interesse (stakeholder), attraverso un’analisi capillare di tutti i soggetti interessati dai possibili impatti del processo allo scopo di includere, nel modo più ampio possibile, tutti gli interessi e i punti di vista, all’individuazione degli obiettivi e delle priorità da parte degli stakeholder e dei cittadini. Purtroppo l’attuale emergenza sanitaria legata al Covid-19 verosimilmente non ci consentirà di effettuare incontri in presenza – ha aggiunto – tuttavia stiamo già definendo nuove modalità di incontro e ascolto, utilizzando in particolare webinar e indagini online”. Oltre al Piano è prevista anche la realizzazione di ulteriori tre piani di settore, il Piano di bacino sul Trasporto Pubblico Locale urbano, il Piano delle merci e della logistica ed il Piano per la mobilità ciclistica (Biciplan). È poi stata già inviata la richiesta al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di utilizzo di ulteriori risorse che consentiranno al Comune di dotarsi anche del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), del Piano sui Sistemi Intelligenti di Trasporto, nonché di diversi Studi di fattibilità su alcuni nodi critici della città (ad esempio l’ingresso Porta Napoli – Via Trivisonno, Via Mazzini, Via Tiberio – Piazzale Palatucci

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/campobasso-il-comune-stipula-il-contratto-per-la-redazione-del-piano-urbano-della-mobilita-sostenibile/feed/ 0
Venafro- Istituto Giordano chiuso fino al 24 ottobre: 59 insegnanti in quarantena https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/venafro-istituto-giordano-chiuso-fino-al-24-ottobre-59-insegnanti-in-quarantena/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=venafro-istituto-giordano-chiuso-fino-al-24-ottobre-59-insegnanti-in-quarantena https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/venafro-istituto-giordano-chiuso-fino-al-24-ottobre-59-insegnanti-in-quarantena/#respond Mon, 19 Oct 2020 16:10:24 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153961 Attività didattiche sospese fino al 24 ottobre  all’Istituto onnicomprensivo Giordano di Venafro.“Non è possibile garantire l’espletamento delle attività didattiche e la vigilanza degli studenti in presenza – ha dichiarato la preside Carmela Concilio – per la temporanea assenza di un numero elevato di docenti (12 di scuola secondaria di I grado e 47 di scuola secondaria di II grado) per quarantena disposta dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asrem”. Le attività didattiche per la scuola primaria e secondaria di I grado di Monteroduni e per la scuola secondaria di II grado di Venafro saranno svolte in modalità Dad in base al Piano Scolastico per la Didattica Digitale Integrata

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/venafro-istituto-giordano-chiuso-fino-al-24-ottobre-59-insegnanti-in-quarantena/feed/ 0
Covid, Tecla Boccardo: il virus corre, la politica regionale è lenta https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/covid-tecla-boccardo-il-virus-corre-la-politica-regionale-e-lenta/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=covid-tecla-boccardo-il-virus-corre-la-politica-regionale-e-lenta https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/covid-tecla-boccardo-il-virus-corre-la-politica-regionale-e-lenta/#respond Mon, 19 Oct 2020 15:53:35 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153957 di TECLA BOCCARDO*

“Sul fronte del virus, anche in Molise la situazione è seria, molto seria. Ma non sembra che, chi dovrebbe prendere in mano la situazione, se ne avveda. Sperando, forse, che tutto prima o poi si sistemi da sé. Sono anni che così si procede da noi, fra irresponsabilità e fatalismo, perché mai questa volta dovrebbe andare diversamente?” Amara denuncia, quella della Boccardo, che torna, come periodicamente fa, sul tema della sanità molisana malata, al collasso praticamente.”In questa seconda ondata, salgono i contagi ovunque e questa volta la corsa del virus non risparmia neppure il Molise. Se questo trend continuerà anche nelle prossime settimane, la fase di ‘contenimento’ dell’epidemia sarà sempre più complicata. Cresce pertanto la preoccupazione tra gli operatori sanitari che a breve saranno inondati dall’ulteriore sovraccarico della stagione influenzale. Serve, URGENTEMENTE, un potenziamento dei servizi territoriali – nostra vera carenza strutturale – e rendere ancora più efficienti le attività di testing e tracing (in buona sostanza i tamponi ed il tracciamento dei contatti avuti da chi risulta positivo).”
“A 8 mesi dall’emergenza– continua l’analisi della leader della UIL – sembra che non si sia ancora imparata la lezione: i lavoratori lamentano la carenza dei dispositivi di protezione e non si conosce ancora qual è la situazione per i vaccini al personale sanitario. Nel frattempo, fra la popolazione crescono preoccupazioni e lamentele per il mancato potenziamento delle USCA, le unità speciali di continuità assistenziale, nate con il compito di seguire i casi sospetti o conclamati di Covid-19 direttamente a casa. Ancor più fallimentare, nella nostra regione, l’operazione per assumere infermieri di famiglia, prevista a maggio dal decreto rilancio. Queste nuove figure professionali dell’ambito sanitario,assunte per rafforzare il territorio e diventare una nuova figura di riferimento per le famiglie, avrebbero potuto essere ulteriormente incrementate grazie alle disponibilità economiche messe a disposizione dal decreto. Ma da noi, a tutt’ora, poco si è fatto.  Il Molise è in ritardo anche rispetto ai posti letto per terapie intensive: sono 26 i posti che non sono stati ancora attivati, nonostante i ventilatori siano stati inviati e altri siano disponibili, come dichiarato alla stampa dal commissario nazionale Arcuri.”
Di tutto questo ci si dovrebbe occupare, su questi temi ci dovrebbe essere un confronto ed un dibattito in corso. Ma così non è, fa rilevare la Segretaria generale della UIL Molisana. “Continua, purtroppo, l’assenza di un reale confronto della Regione con gli operatori sanitari che operano in prima linea. La Regione non ha fornito risposte alle richieste avanzate dal sindacato, in particolare per quanto riguarda la necessità di un immediato incremento degli organici tramite assunzioni in grado di rafforzare il sistema sanitario regionale pubblico. Con il rischio che, in questa difficile fase nella quale vanno potenziati i servizi per l’emergenza e si potrebbe dover sopperire alle assenze di personale positivo sintomatico, la carenza di personale spinga la regione a sospendere nuovamente le attività non urgenti.”
Per questo, anche per questo, la Sindacalista della UIL ribadisce la richiesta da tempo avanzata unitamente a CGIL e CISL: “convocare tavoli permanenti di confronto sindacale sulla gestione dell’emergenza e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro a livello regionale ed aziendale. Per garantire che la sanità non vada in crisi, serve individuare senza ulteriore ritardo percorsi che consentano d’investire subito in assunzioni, strumentazioni e spazi e conoscere i nuovi Piani d’emergenza.”

*segretaria regionale UIl

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/19/covid-tecla-boccardo-il-virus-corre-la-politica-regionale-e-lenta/feed/ 0