Home Sport Vastogirardi, Farina non è più l’allenatore. In Lega Pro iniziano i play off e si chiudono i play out
Sport - 30 Giugno 2020

Vastogirardi, Farina non è più l’allenatore. In Lega Pro iniziano i play off e si chiudono i play out

Partiamo dal calcio nostrano, la notizia del giorno è il divorzio consensuale tra Francesco Farina ed il Vastogirardi. Il tecnico casertano dopo due entusiasmanti stagioni vissute con i colori gialloblu, vittoria del campionato di Eccellenza e decimo posto ottenuto nel girone F in serie D, lascia la società altomolisana. Alla base del divorzio una differenza di obiettivi, il Vastogirardi punta ad un contenimento dei costi, che ovviamente parte dall’allestimento dell’organico per la stagione 2020/2021. D’altro canto Farina è un tecnico ambito e di esperienza, in particolar modo dopo la stagione top, vissuta con una matricola assoluta. Un lavoro importante quello del tecnico, capace di puntare sullo zoccolo duro reduce dal campionato di Eccellenza (Ruggieri, Di Lullo, De Vizia, Pettrone) e completare la rosa con acquisti mirati e di esperienza (i vari Mikahilovsky, Fazio, Kyeremateng, Varsi nel girone d’andata). Un gruppo di senior che ha reso al di sopra delle aspettative, anche grazie a dei ragazzi juniores molto interessanti. Un mix che ha portato ad una salvezza senza patemi d’animo con vittorie entusiasmanti come quella ottenuta all’Aragona contro la Vastese. La società del presidente Di Lucente punta ad una riduzione del budget rispetto alla stagione conclusa, una valutazione assolutamente condivisibile in particolar modo dopo questa emergenza. Il profilo da ricercare è quello di un tecnico giovane, con la prospettiva di puntare su un gruppo con tanti ragazzi di prospettiva, sicuramente nei prossimi giorni ci saranno novità. Per Farina un nuovo arrivederci al calcio molisano, il tecnico ha delle richieste importanti dalla Puglia, in particolare da Barletta, dove potrebbe prospettarsi un torneo di alta classifica.

Farina ex allenatore del Vastogirardi

Sempre per le molisane di Serie D, detto ampiamente del Campobasso al lavoro per organizzare sia un torneo professionistico sia uno di serie D con l’obiettivo vittoria, ancora non si registrano novità da Agnone. L’unica notizia è l’uscita di scena, come presidente, di Marco Colaizzo che ha confermato il suo impegno come sponsor per sostenere il calcio agnonese. Nonostante non si conosca l’inizio della nuova stagione, a tal proposito entro metà luglio saranno stilate le date per la ripresa del prossimo torneo di Serie D, a livello organizzativo bisogna sicuramente attivarsi almeno per individuare le linee da seguire nel prossimo futuro.

A livello di Lega Pro, dopo lunghe peripezie, polemiche, ricorsi e chi più ne ha più ne metta, si parte oggi con i primi match per i play off. Dopo diverse discussioni e Consigli Federali si è deciso che, determinate le promozioni di Monza, Reggina e Vicenza, sarà il campo a decidere della quarta promossa in Serie B. Si gioca in gara partita secca: chi perde torna a casa e dovrà dire addio alle speranze di accedere alla cadetteria. Alle 20.30 in campo gli incontri del girone C Catania-Virtus Francavilla e Catanzaro-Teramo, nel girone A Novara-Albinoleffe. Alle 20.45 l’incontro per il girone B tra Padova e Sambenedettese. Non solo play off, oggi ci saranno i verdetti per le sei squadre retrocesse in serie D. Dalle 17.30 via al ritorno delle gare play out, in discesa la strada per l’Imolese e la Sicula Leonzio che in casa sono chiamate a confermare il successo esterno. In totale equilibrio Pergolettese – Pianese si riparte dallo 0 a 0 dell’andata, chiamate a ribaltare il Ravenna sconfitto 2 a 0 a Fano, e il Picerno che ospita il Rende dopo la sconfitta di misura in gara 1. Proprio i lucani sono stati testimoni della polemica maggiore vissuta in questo periodo, per il distacco di più 13 dal Rende, un margine abissale nel momento in cui è stata congelata la classifica. 

Una fase di Rende – Picerno (andata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Lega Pro, ufficiali i criteri per le iscrizioni. Sul contributo a fondo perduto ancora nessuna news

Il direttivo della Lega Pro ha stabilito i criteri di ammissione delle società aventi diri…