Home Attualità Recuperato dalla Polizia e restituito all’Associazione Persone Down di Campobasso il materiale rubato a inizio mese. Individuati tre giovani denunciati per ricettazione
Attualità - Cronaca - Evidenza - 30 Giugno 2020

Recuperato dalla Polizia e restituito all’Associazione Persone Down di Campobasso il materiale rubato a inizio mese. Individuati tre giovani denunciati per ricettazione

A inizio mese il furto nella sede dell’Associazione Italiana persone down a Campobasso. Qualcuno era entrato, sfondando la porta, mettendo tutto a soqquadro e portando via un computer con adattatore, un controller e un visore di realtà aumentata. Strumenti del valore di 2500 euro. In poco tempo gli agenti della Squadra Mobile agli ordini di Raffaele Iasi sono riusciti a recuperare tutto identificando due 28enni e un ragazzo di 22 anni, tutti di Campobasso con precedenti per droga e furto, denunciati per ricettazione. “Un plauso agli agenti della Mobile che in poco tempo sono riusciti a recuperare il maltolto – ha detto il Capo di Gabinetto della Questura di Campobasso e portavoce del Questore Maria Pia Sabelli – e adesso siamo felici per l’Associazione, in quanto questi oggetti hanno un valore importante per la loro attività e per i ragazzi”.
Un segnale, quella della Polizia, di constante vicinanza alla popolazione, come ribadito dalla portavoce del Questore, il capo di Gabinetto Maria Pia Sabelli: “E’ il nostro motto esserci sempre e noi siamo tra la gente e per la gente”.
Il materiale recuperato dai poliziotti è stato riconsegnato all’Associazione Persone Down di Campobasso, a Casa Nostra.
“Il furto ci ha scossi perché a danno di persone indifese e di un’associazione che opera per il bene della collettività. Più che il valore materiale ci ha colpito il danno morale. Certo è – ha continuato Giovanna Grignoli, Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down sezione di Campobasso – che chi ha agito vive un disagio e anche loro hanno bisogno di aiuto e comprensione. Ora – ha spiegato Giovanna Grignoli, attorniata dai volontari e dai ragazzi della struttura – possiamo ripartire con nuovi progetti e tanto entusiasmo, aspettiamo solo il via libera dal Comune di Campobasso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, interviene l’assessore ai Lavori Pubblici Lomastro

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, i…