Home Evidenza Emergenza cinghiali, l’allarme di Coldiretti: danni all’agricoltura, servono interventi urgenti e concreti
Evidenza - 27 Giugno 2020

Emergenza cinghiali, l’allarme di Coldiretti: danni all’agricoltura, servono interventi urgenti e concreti

L’emergenza cinghiali è stata nuovamente affrontata nel corso dell’assemblea della Coldiretti Molise, che si è svolta nei giorni scorsi. Nonostante alcune azioni messe in campo dall’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola Cavaliere, continuano a registrarsi problemi un po’ ovunque. Moltissimi sono i campi distrutti e mesi di lavoro persi su grano, orzo, mais, legumi. Un problema annoso – è stato sottolineato più volte nel corso dei lavori – che sta “uccidendo” l’agricoltura in tutto il territorio regionale, in un periodo già a dir poco complicato a causa dell’emergenza coronavirus che vede tante attività agricole vicine al default, con la frustrazione che sta spingendo gli agricoltori a non segnalare nemmeno più i danni. “Vanno adottate – ha affermato il delegato confederale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli – tutte le azioni possibili per arginare una volta per tutte una vera e propria emergenza economica e sociale: se quelle messe in campo non bastano, occorre moltiplicare gli sforzi, trovarne delle nuove. Nonostante i recenti ed apprezzabili sforzi della Regione, siamo di fronte ad un sistema di gestione della fauna selvatica che evidentemente ancora non funziona e che necessita di ulteriori “interventi”. Questo per non far pagare ogni giorno un conto salato alle aziende agricole, che non ne possono più di fare da “dispensa” per tanti animali selvatici nocivi, non autoctoni”. “È necessaria tra l’altro – ha concluso la Coldiretti – anche una gestione più efficace delle aree naturali protette, con i Parchi sempre più dissestati per le devastazioni causati dalla fauna selvatica, così come una filiera tracciata e controllata delle carni di cinghiale, che sappia valorizzare le attività di contenimento, pure come occasione economica e occupazionale. Coldiretti chiede che debba essere sempre garantita per le imprese la libertà di lavorare e ai cittadini la possibilità di circolare in completa sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, interviene l’assessore ai Lavori Pubblici Lomastro

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, i…