Home Attualità Appello per salvare la “Croce di Pozzilli”, da anni in totale abbandono

Appello per salvare la “Croce di Pozzilli”, da anni in totale abbandono

Un tempo, realizzato nella massima essenzialità (calce, pietre, terra e mattoncini in basso, il tutto sormontato da una Croce in ferro) a significare la fede popolare ai tempi dei Padri Missionari (anni ’70), era bello a vedersi e i passanti lungo l’arteria pedemontana tra Venafro e Pozzilli dov’era stato situato si fermavano volentieri a pregare, segnandosi col segno di croce prima di riprendere il cammino. Era un punto di riferimento per tutti, cosa non da poco, tanto che con gli anni la stessa strada vene denominata Via della “Croce di Pozzilli”. Ebbene siffatto monumento religioso versa oggi in totale abbandono, dimenticato da tutti! Erbe, vegetazione spontanea, rovi ed arbusti montani l’hanno praticamente assalito, pietre, mattoni e calce sono venuti in gran parte giù data l’assenza della benché minima manutenzione e la stessa Croce, arricchita dai simboli dei Padri Missionari dei decenni trascorsi, è del tutto arrugginita ! Parimenti non sono più leggibili, cancellate dagli agenti atmosferici, le scritte e le decorazioni che mani artigiane avevano tracciato sul davanti per decorarlo. In parole povere una “Croce di Pozzilli” totalmente cadente, semi/diroccata e dimenticata da tutti! “E’ così che deve restare, sino a cadere del tutto a terra completamente rovinata la storica ”, é stato chiesto a quanti vivono nei pressi ? “No ! Il monumento -la pronta risposta di molti- per quanto essenziale e modesto ha un chiaro valore storico, sociale e religioso, per cui va certamente risanato. L’intervento spetta al Comune di Venafro ricadendo nel suo territorio, per cui ci si adoperi”. S’interverrà prima che la storica “Croce di Pozzilli” venga del tutto giù, distrutta dal tempo e dalla noncuranza umana ? La speranza é sempre l’ultima a morire, perciò si resta speranzosi ad aspettare … !
Tonino Atella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

L’assessore Cotugno accoglie la piccola Marta, ‘turista dell’anno’

A gennaio un’alunna della quinta elementare della provincia di Ferrara, inviò una lettera …