L’amministrazione comunale nell’ottica di ridare la giusta visibilità al nostro borgo medievale, e nel contempo riorganizzare i percorsi veicolari e le aree destinate a parcheggio, ha varato un importante progetto, teso a ridisegnare dopo anni di “piccoli lavori in economia” tutta la segnaletica con un impegno di spesa complessivo di 50mila euro e poco meno di 40mila di lavori effettivi”. È la prima volta che una somma così importante viene impegnata per lavori di questo tipo nel Centro Storico.
Un anno fa, il responsabile del servizio Urbanistica, Ambiente e Trasporti, l’ing. Giovanni Lapenna ha conferito incarico all’architetto Paolo Mancinelli di redigere il progetto esecutivo. Tale progetto, è stato aggiudicato alla ditta DUE PI’ s.n.c. di Pietraroia Francesco & C. di Cercemaggiore e prevede la riorganizzazione generale della segnaletica verticale ed orizzontale attuale che in alcuni casi per la vetustà dei segnali risulta poco leggibile e, in altri casi, a causa di segnali ormai superati e inutili, del tutto obsoleta. Ma non solo, in quanto, saranno realizzati specifici attraversamenti pedonali per salvaguardare l’incolumità dei pedoni ed evitare, al tempo stesso, che si percorrano le strade del borgo a velocità sostenuta.
Venendo ai lavori in dettaglio è l’assessore all’Urbanistica Giardino ad illustrare l’intervento: “lungo via Circonvallazione saranno realizzati due attraversamenti pedonali rialzati, il primo in corrispondenza dell’attraversamento per il parcheggio del Centro Storico, il secondo in corrispondenza della scalinata che porta al parco delle tre fonti nel Vallone della Terra, nel punto in cui la via Circonvallazione ha una strettoia prima di arrivare alla rampa di accesso alla Piazza Vittorio Emanuele. Gli attraversamenti in questione, saranno realizzati con piattaforma rialzata in asfalto, con colorazione bianca per le strisce dell’attraversamento e rossa per la pavimentazione dello sfondo. Le rampe di raccordo, anch’esse in asfalto, con idonea segnaletica orizzontale a bande gialle su fondo grigio. La regimentazione delle acque piovane sarà assicurata da apposite caditoie, collegate alla rete esistente delle acque bianche, a bordo strada prima e dopo l’attraversamento.
Il tutto sarà corredato da apposita segnaletica orizzontale e verticale.
Per quanto riguarda la banchina di sosta delle autovetture lungo Via Circonvallazione, il progetto prevede la sistemazione ed il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale.
Spostandoci in prossimità del Palazzo Ducale e di Piazza Vittorio Emanuele, è presente uno svincolo stradale adiacente all’area di sosta dell’autobus urbano. Quest’area non avendo la segnaletica orizzontale, spesso è utilizzata come area di sosta ovvero come spazio di manovra e di inversione di marcia. Questa condizione determina intralcio per la circolazione stradale soprattutto per l’autobus urbano che non riesce ad arrivare nell’area di sosta oppure, in alcuni casi, non riesce a ripartire.”
“Il progetto – continua Giardino – prevede la realizzazione di una rotonda che regolerà la circolazione veicolare ed impedirà agli automobilisti soste e manovre non consentite. Infine saranno installati dei dissuasori fissi e mobili, nel primo caso per evitare la sosta non consentita in alcune parti della città (sui marciapiedi, lungo alcune strade, davanti ai monumenti), nel secondo caso per consentire, in particolari periodi dell’anno, la chiusura di parti del paese e/o in occasione di alcune festività o manifestazioni”.
I lavori iniziati ieri proseguiranno fino agli inizi di luglio.

Potrebbe interessanti anche:

La storia della transumanza protagonista ad Agnone: l’evento del Caseificio Di Nucci

La Transumanza come mito fondante del territorio e della storia del Molise è al centro del…