Home Sport Dalla Coppa Italia, alle nuove date delle coppa europee, sino all’errore della Goal Line Technology
Sport - 18 Giugno 2020

Dalla Coppa Italia, alle nuove date delle coppa europee, sino all’errore della Goal Line Technology

Una giornata importante per il calcio quella vissuta ieri tra Italia, Europa ed Inghilterra, sono arrivati verdetti, decisioni importanti e un episodio davvero storico. Andiamo con ordine, è stata senza dubbio la serata di Gennaro Gattuso. Il tecnico ha commosso ed emozionato tutti gli sportivi ed appassionati di calcio per le dichiarazioni post gara in memoria della sorella venuta a mancare la scorsa settimana. Un successo che porta il timbro dell’ex allenatore del Milan che ha saputo risollevare le sorti del Napoli dopo esser subentrato a Carlo Ancelotti. Eccezion fatta per il primo periodo, Gattuso ha plasmato il Napoli con un’idea ben precisa di gioco. I risultati sono arrivati, un ottimo pareggio nell’andata di Champions league con il Barcellona, una pronta risalita in classifica in campionato ed ora la ciliegina della Coppa Italia, non solo un trofeo ma anche l’accesso diretto garantito all’Europa League, un obiettivo molto lontano per gli azzurri nel mese di dicembre.

Un successo meritato, seppur ai calci di rigore, decisivi gli errori dei bianconeri Dybala Danilo. Nei 90 minuti di gioco infatti, il Napoli ha dimostrato maggiore brillantezza, due legni colpiti da Insigne e da Elmas, clamoroso quest’ultimo al 92esimo, una chance colossale fallita da Milik e la palma di migliore della Juventus andata al 42enne Gigi Buffon. Una finale particolare, vissuta in un Olimpico deserto, e con l’assembramento, legittimo, dei giocatori del Napoli al momento della festa. Ora si passa al campionato, in campo sabato e domenica, 4 gare in tutto per i recuperi della 25esima giornata.

Sempre ieri la UEFA ha stabilito le modalità per terminare la Champions e l’Eurpopa League 2019-2020, interrotte a causa dell’emergenza Covid-19. In Champions dopo il recupero degli ottavi di finale, sarà Lisbona dal 12 al 23 agosto la città che ospiterà le fasi finali per assegnare il trofeo. Si tratterà di una Final Eight: otto squadre in lizza per la coppa dalle grandi orecchie. Non cambiano le sedi degli ottavi di finale di ritorno  per Juventus e Napoli, in programma 7 e 8 agosto. I bianconeri ospiteranno il Lione a Torino (andata sconfitta per 1-0 in Francia); il Napoli giocherà al Camp Nou a Barcellona (andata 1-1 al San Paolo). Stessa formula anche per lEuropa League verrà assegnata tramite una Final Eight dal 10 al 21 agosto in Germania. Inter-Getafe Roma-Siviglia, uniche partite degli ottavi di cui non era stata disputata l’andata si giocheranno in gara secca in Germania: le vincenti si qualificheranno dunque per le Final Eight. Le altre sei squadre giocheranno il ritorno nella sede originaria. Quattro le città che ospiteranno la fase finale: Duisburg, Gelsenkirchen, Düsseldorf e Colonia, con quest’ultima che sarà anche sede della finale. 

É tornata anche la Premier League, da tutti definito il campionato più competitivo del mondo. Il ritorno in campo è sicuramente da ricordare, una beffa, un episodio assolutamente incredibile che ha fatto il giro del mondo. Al 42 minuto di Aston Villa-Sheffield United, Norwood, centrocampista dello Sheffield, batte un calcio di punizione verso il secondo palo della porta di Nyland. Il portiere dell’Aston Villa, in precario equilibrio, si scontra con compagno di squadra Hause, che di fatto lo spinge dentro la porta con il pallone. Nyland entra completamente in porta, vicino al palo, ma l’orologio dell’arbitro Oliver, lo stesso fischietto di Real Madrid – Juventus per intenderci, quello accusato da Buffon a fine gara di “avere un bidone dell’immondizia al posto del cuore”, non da segni di vita, il var non interviene – di fronte a un errore evidente avrebbe dovuto farlo – e si rimane sullo 0-0. Alla fine della partita la soluzione del giallo, la società della Goal Line, Hawk Eye, ha spiegato che le 7 telecamere ad altissima definizione, che devono “catturare” la posizione del pallone e comunicarla in tempo reale al cervellone centrale per il verdetto, sono state “significativamente oscurate” da portiere, difensore e palo, a un livello mai visto in più di 9mila partite giocate con la GLT. Un margine d’errore previsto sotto il mezzo centimetro, un caso rarissimo in cui le telecamere non riescono a “vedere” il pallone abbastanza bene da fotografarne la posizione. Episodio particolare e simpatico per gli appassionati, sicuramente meno per i tifosi dello Sheffield, tanto è vero che la società inglese si è lasciata andare ad un goliardico e laconico “Really?” (Veramente in italiano) sulla pagina twitter ufficiale.

Il Gol fantasma non rilevato dalla GLT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

“Il Venafro punterà in alto nella prossima stagione d’eccellenza calcistica molisana, parola di Presidente!”

Nicandro Patriciello, Presidente del Venafro Calcio (Eccellenza Molise) da un decennio ed …