Ben vengano il centro Covid a Larino e l’hub a Campobasso, ma la riorganizzazione della sanità nella nostra regione deve prevedere anche il potenziamento degli altri ospedali. Questo, in sintesi, l’appello lanciato dal segretario del circolo cittadino del PD di Isernia, Maria Teresa D’Achille, durante una conferenza stampa convocata davanti al Veneziale. Grazie al decreto rilancio – ha commentato – ci sono le risorse necessarie per riattivare i servizi tagliati, assumere personale e alleggerire le liste d’attesa. Durante l’incontro è stato chiesto anche l’immediato rilancio del servizio di senologia, tra l’altro finito al centro di un’inchiesta a causa di un incendio di probabile origine dolosa. I continui tagli di reparti e servizi – è stato detto durante l’incontro – non hanno prodotto il risultato sperato e cioè abbattere i debiti della sanità regionale. Ragion per cui è auspicabile fare marcia indietro.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…