Home Attualità Vietato il bagno nelle spiagge libere: cittadini in rivolta. I sindaci: “Limitazione solo per pochi giorni”

Vietato il bagno nelle spiagge libere: cittadini in rivolta. I sindaci: “Limitazione solo per pochi giorni”

Vietato fare il bagno nei tratti di spiaggia libera della costa molisana. Le ordinanze firmate il primo giugno dai quattro sindaci di Termoli, Montenero, Campomarino e Petacciato hanno sollevato un’onda di indignazione da parte della popolazione, un totale disaccordo che ha scatenato una rivoluzione sui social, con un acceso dibattito tra chi vede nell’ordinanza un colpo per il turismo e tra chi la interpreta come una discriminazione tra chi si può permettere di affittare un ombrellone al lido e chi no. Il divieto è legato sia alle regole anti assembramento per evitare il contagio da coronavirus, sia all’assenza dei bagnini che dovranno garantire la sicurezza di chi fa il bagno. Sulle ordinanze si è fatto sentire anche il Soa (sindacato operai auto-organizzati): “Se hai i soldi paghi il privato e puoi fare il bagno altrimenti puoi restare a casa” questo il commento di Andrea Di Paolo che punta il dito contro il rimpallo di responsabilità tra governo, regioni e comuni e a pagarne le conseguenze, ha affermato – “è sempre la fascia di popolazione già stramazzata economicamente e socialmente”. Oggi 2 giugno il lungomare è affollato, ma in pochi sono scesi in spiaggia a causa del vento e delle temperature ancora moderate, in tanti però criticano l’ordinanza.
C’è il divieto di fare il bagno, ma non quello di usufruire della spiaggia libera. I sindaci della costa hanno comunque precisato che si tratta di una limitazione temporanea, legata ai tempi tecnici di affidamento del servizio di salvataggio. Sulle spiagge che non saranno poi direttamente controllate dal Comune dovranno essere posizionati i cartelli che indicano che la balneazione non è sicura in assenza del bagnino. Il sindaco di Termoli Francesco Roberti risponde così alle polemiche di queste ore: “Si tratta di attendere qualche giorno per l’affidamento del servizio di salvamento poi si potrà fruire liberamente della spiaggia. Non capisco queste sterili polemiche, si può andare in spiaggia anche ora, è solo vietato il bagno, chi vuole farlo lo stesso in assenza del servizio se ne assume le responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Questura Isernia. Ufficio Volanti, nuovi locali e organico rafforzato

Il Questore di Isernia Roberto Pellicone oggi ha inaugurato i nuovi locali della Squadra V…